Opere edilizie prioritarie (Sblocca Cantieri): elenco e bozza di decreto con i commissari straordinari

La bozza di DPCM inviata al Parlamento individua i commissari straordinari che assicureranno la veloce conclusione dei cantieri

anas-foto-macchina-strada-sardegna.jpg

E' stat inviata al Parlamento la lista aggiornata delle opere infrastrutturali prioritarie e dei commissari che ne cureranno la realizzazione data la loro complessità. Il DPCM contiene infatti l'elenco delle opere da commissariare (ai sensi dell’art.9 del DL Semplificazioni) e comprende anche l’indicazione dei nomi dei commissari straordinari opera per opera.

Il complesso delle opere da commissariare vale circa 65 miliardi.

Tra Sblocca Cantieri e Semplificazioni

Per completezza, si segnala che le opere prioritarie erano state 'menzionate' nel DL 32/2019 (Sblocca Cantieri) ma mai indicate nello specifico. Poi, il DL 76/2020 (Semplificazioni) ha previsto procedure di appalto semplificate e commissari straordinari per le opere particolarmente complesse, per gli interventi infrastrutturali caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative o che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio-economico a livello nazionale, regionale o locale.

Anche in questo caso, alla procedura non era seguito alcun elenco che, invece, è compreso nello schema di DPCM governativo odierno che ora acquisirà entro quindici giorni il parere delle tre competenti commissioni parlamentari (Lavori pubblici al Senato, Ambiente e Trasporti alla Camera). Si tratta di un parere formalmente non vincolante, ma politicamente rilevante.

Opere straordinarie: i criteri di scelta

Nella lunga relazione illustrativa si evidenzia che l’elenco comprende un insieme di 59 opere suddivise tra stradali, ferroviarie, relative al trasporto rapido di massa, idriche, portuali e per presidi di pubblica sicurezza. Nell’elenco spiccano:

  • la AV/AC Palermo-Catania-Messina (8,7 miliardi di euro);
  • la AV/AC Brescia-Verona-Padova (8,6 miliardi);
  • le opere relative alla tratta ferroviaria Napoli-Bari (quasi 6 miliardi);
  • la Metropolitana di Roma - Linea C (5,8 miliardi);
  • la SS 106 Ionica (oltre 3 miliardi);
  • la E 78 Grosseto-Fano (circa 2 miliardi);
  • la Strada Statale 4 Salaria (oltre 1 miliardo).

Gli interventi relativi alla rete stradale sono volti a ricucire il territorio agevolando i collegamenti con le aree interne del Paese, all’adeguamento ad un aumentato fabbisogno trasportistico, alla messa in sicurezza e al ripristino a a seguito di cedimenti strutturali a causa di eventi metereologici avversi.

Opere prioritarie: i commissari

Per ogni opera è stato individuato un commissario. Alcuni commissari supervisioneranno la realizzazione di più opere.
 
I commissari agevoleranno le interlocuzioni con le stazioni appaltanti di ANAS e RFI e con le amministrazioni pubbliche coinvolte. La scelta dei professionisti da nominare è ricaduta, si legge nella relazione tecnica, su profili di “alta professionalità tecnico-amministrativa anche già afferenti alle stesse strutture pubbliche”.

LA BOZZA DI DPCM E' SCARICABILE IN FORMATO PDF


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su