Sisma: ricostruzioni conformi esenti da costo di costruzione e oneri urbanizzazione

Il Commissario per il Sisma 2016 fornisce un parere sull'senzione dal pagamento del costo di costruzione e degli oneri di urbanizzazione nella ricostruzione privata

terremoto-amatrice-01-700.jpg

Negli interventi della ricostruzione privata, vige l’esenzione dal contributo di concessione stabilito dall’art. 17, comma 3, lett. d) del dpr 380/2001. La norma richiamata stabilisce, infatti, che il contributo di costruzione non è dovuto “per gli interventi da realizzare in attuazione di norme o di provvedimenti emanati a seguito di pubbliche calamità”.

Lo ricorda il consigliere giuridico del Commissario straordinario per la Ricostruzione nel parere dello scorso 9 febbraio, inerente appunto l'senzione dal pagamento del costo di costruzione e degli oneri di urbanizzazione nella ricostruzione privata.

Nel parere si evidenzia che:

  • restano esclusi dall’esenzione solo gli interventi di delocalizzazione volontaria che sono tenuti a corrispondere anche gli oneri di urbanizzazione, calcolati dal comune, con riferimento al carico urbanistico determinato.
  • gli interventi della ricostruzione privata sono esenti dal pagamento degli oneri di urbanizzazione ove eseguiti con SCIA edilizia, ai sensi degli artt.22 e 23 del TUE, “in conformità” con l’edificio edilizio preesistente ossia senza un sostanziale aumento di volumi e superfici;
  • fatta salva la tipologia delle delocalizzazioni volontarie assimilabile a quella delle  nuove costruzioni non per cause di calamità, tutti gli altri interventi della ricostruzione privata sono esenti dal pagamento del contributo di concessione ai sensi del richiamato art.17, comma 3, lett. d) del TUE.

IL PARERE INTEGRALE E' SCARICABILE IN FORMATO PDF PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su