Architettura per la pedagogia: le chiusure Hörmann per la nuova Scuola Unificata di Lippstadt

Le porte Hörmann e Schörghuber (Gruppo Hörmann) sono protagoniste dell’innovativo edificio, vincitore del prestigioso premio “Schulbaupreis”.

 

hormann_lippstadt_1.JPG

 

Da circa un decennio, in Germania si registra un significativo incremento della natalità. Questo comporta non solo la necessità di costruire nuovi edifici scolastici, ma anche di riqualificare quelli esistenti, secondo i più evoluti concetti educativi: aumentano gli spazi multifunzionali e di relazione, a scapito delle tradizionali aule per la lezione frontale. Vincitrice del prestigioso “Schulbaupreis 2018”, la nuova Scuola Unificata a Lippstadt è senz’altro un esempio di questa tendenza.

 

Costruire nuovi edifici scolastici: il progetto del nuovo campus scolastico a Lippstadt

Costruito all‘interno di un campus scolastico risalente agli anni '70, il nuovo edificio scolastico è stato al centro di una gara europea di progettazione indetta dalla municipalità, aggiudicata allo studio Swiatkowski-Suerkemper di Stoccarda anche per la coerente attuazione dei requisiti pedagogici, la qualità della progettazione urbanistica e la sostenibilità ecologica. 

Per la Scuola Unificata a Lippstadt, abbiamo unito le forze e preso decisioni condivise – afferma al riguardo l'arch. Volker Swiatkowski. La ragione del successo ottenuto dal progetto risiede nella costruttiva collaborazione di tutti i partecipanti.

 

hormann_lippstadt_2.JPG

L‘ampio e luminoso foyer introduce il corpo di fabbrica dei laboratori

 

Vetro, calcestruzzo e mattoni

Il complesso è ampio e articolato: la scuola è composta da cinque corpi di fabbrica interconnessi che delineano un fronte omogeneo rispetto alla strada. Tutte le funzioni, comprese quelle di servizio, sono disposte intorno al luminoso atrio d‘ingresso. I singoli corpi di fabbrica sono poi differenziati dall’uso dei principali materiali da costruzione: vetro, calcestruzzo e mattoni. La particolarità del trattamento materico si estende dall'esterno verso l'interno: i cluster didattici, ad esempio, sono rivestiti in mattoni, mentre i laboratori sono in calcestruzzo facciavista con finitura in doghe a scandola. 

A sinistra rispetto all‘atrio, prende origine l‘ampio corridoio del connettivo principale, che distribuisce i tre cluster per il grado di studi inferiore, medio e superiore, ospitati in altrettanti corpi di fabbrica indipendenti e identici fra loro.

Sul lato opposto al connettivo principale, si trova invece il volume destinato ai laboratori per le materie scientifiche (dove sono state utilizzate soprattutto le porte antincendio e tagliafumo T30 Schörghuber - Gruppo Hörmann, a causa del maggiore rischio di incendio) e artistiche nonchè per i lavori manuali.  

Sul lato destro rispetto all‘atrio, si sviluppa poi il corpo di fabbrica che accoglie i servizi collettivi. Al primo piano si trovano la cucina, l‘area di distribuzione dei pasti e la mensa. Questi spazi sono rivestiti con doghe di faggio perfettamente integrate nelle pareti.

La porta scorrevole in truciolo grezzo Schörghuber - Gruppo Hörmann conduce dalla mensa alla distribuzione pasti: è disposta in modo da impedire che gli odori provenienti dalla cucina si diffondano negli altri spazi, frequentati da circa 1.000 alunni. Al secondo piano, si trova inoltre la mediateca – un vero e proprio gioiello per la sua particolare atmosfera silenziosa – caratterizzata da una parete in vetro insonorizzato che si affaccia sulla mensa. 

 

Atmosfere accoglienti e ben individualizzate

Ciascuno dei cluster funziona come un elemento a sé stante: le aule di ogni anno scolastico sono situate su piani differenti, con le sale degli insegnanti al centro, e gli studenti hanno la possibilità di stare insieme anche al di fuori della lezione. La disposizione degli ambienti e la scelta dei materiali rendono l'atmosfera accogliente e identitaria: ogni cluster è distinto da un colore di riferimento (giallo, verde o blu, sulle pareti e sulle porte nei corridoi, negli armadietti e in altri dettagli nel vano scale e nelle aree sanitarie) che facilita l’orientamento degli alunni più giovani.

 

hormann_lippstadt_4.JPG

Parete, porte e armadietti sono armonizzati dal punto di vista cromatico. La porta Schörghuber - Gruppo Hörmann è resistente all'umidità e all'alta frequenza di utilizzo.

 

Questi spazi molto frequentati sono delimitati da porte Schörghuber - Gruppo Hörmann a prova di umidità, particolarmente robuste nonché concepite per soddisfare i requisiti di protezione dal fuoco, dal fumo e dal rumore.

Le aule ricevono luce anche attraverso gli elementi trasparenti e i sopraluce che incorniciano le porte Schörghuber, la maggior parte delle quali svolge funzioni antincendio, antifumo e di isolamento acustico, garantendo così un apprendimento ottimale e la massima sicurezza.

 

hormann_lippstadt_3.JPG

Le porte Schörghuber - Gruppo Hörmann con elementi laterali completamente vetrati e sopraluce conducono alle aule e garantiscono trasparenza e incidenza della luce. I profili con scanalatura in alluminio creano eleganti passaggi tra la porta e la parete in calcestruzzo a vista.

 

Di base, tutte le porte Schörghuber - Gruppo Hörmann soddisfano il più alto gruppo di carico 4 (“E”).

I corridoi sono scanditi invece da porte Hörmann con una resistente intelaiatura tubolare in acciaio, alte quasi tre metri e dotate di ampie vetrate per assicurare trasparenza e illuminazione. Anche in questo caso le porte soddisfano i requisiti di protezione antincendio e antifumo e possono resistere al fuoco per almeno 30 minuti in caso di incendio. Oltre all’aspetto estetico, la buona visibilità dei corridoi permette di dare l'allarme tempestivamente in caso di incendio.

 

hormann_lippstadt_5.JPG

Utilizzati nei corridoi della scuola, gli elementi per telaio tubolare in acciaio di Hörmann sono particolarmente robusti e duraturi.

 

La compartimentazione antincendio nel seminterrato e la protezione delle vie di fuga sono state affidate alle porte Hörmann antincendio e tagliafumo in acciaio T90 e T30, particolarmente robuste e dotate di un manto completamente incollato che restituisce un'elevata stabilità.

 

Efficienza energetica per la prossima generazione

Gli aspetti legati all’efficienza energetica sono stati affidati alla prestigiosa società di ingegneria Transsolar, che ha sfruttato anche i materiali costruttivi per ottimizzare le prestazioni climatiche.

Le superfici in calcestruzzo nelle aule, ad esempio, sono utilizzate in modo passivo come accumulatori a bassa temperatura, per raffrescare questi spazi in modo naturale durante l’estate, mentre copertura e pareti sono protette da strati termoisolanti di notevole spessore.

Data la presenza di grandi finestre con parapetti bassi, anche lo studio dell’illuminazione mediante simulazioni digitalizzate ha inciso sulla ricerca dell’efficienza energetica: la regolazione dell’intensità dei corpi illuminanti a LED è affidata a rilevatori di movimento e regolazioni in funzione della luce diurna.

I rivestimenti a soffitto sono invece realizzati con pannelli leggeri in lana di legno, che garantiscono una buona acustica nelle aule e risultano più economici del cartongesso.

 


Quali tipologie di porte inserire nel progetto di una scuola?

Rivolgiti al servizio di Consulenza per Progettisti di Hörmann per avere tutte le informazioni

hormann-logo-new-2019.jpg



NEL PDF ALLEGATO ULTERIORI DETTAGLI SUL PROGETTO DELLA SCUOLA DI LIPPSTADT


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su