Durabilità del calcestruzzo ed LCA: il Bolletino fib 34

fib Bullettin 34 – Model Code for Service Life Design

La durabilità, intesa come conservazione delle caratteristiche fisiche e meccaniche dei materiali e delle strutture, è ormai riconosciuta dalle normative tecniche vigenti (NTC 2018) tra i principi fondamentali della progettazione ed esecuzione delle strutture in calcestruzzo armato.

Le NTC, sebbene indichino esplicitamente che la durabilità debba essere garantita attraverso una opportuna scelta dei materiali e un opportuno dimensionamento delle strutture, non propongono procedure di calcolo e possibili scelte progettuali finalizzate alla garanzia di questo requisito, non fornendo quindi di fatto al progettista, chiamato a garantire questo principio, strumenti adeguati allo scopo.

È vero che, da anni, sono disponibili degli approcci prescrittivi per il progetto della durabilità, come quelli presenti nelle normative tecniche vigenti (Eurocodice 2 e EN 206-2016), basati sul rispetto di valori minimi o massimi di determinati parametri progettuali.

Questi approcci, tuttavia, hanno dei limiti applicativi, in quanto i valori suggeriti si riferiscono solo a specifici ambienti e a determinati valori della vita nominale e non modellano in maniera realistica le azioni dell’ambiente che agiscono sulla struttura. Per fare questo è necessario definire un opportuno modello matematico che valuti l’andamento nel tempo degli effetti dell’ambiente sui materiali e le loro conseguenze sulle prestazioni degli elementi strutturali.

Il codice modello del bollettino fib34 ha l’obiettivo di fornire le procedure di calcolo per il progetto della vita di servizio di strutture in calcestruzzo armato al fine di prevenire il degrado causato dalle azioni ambientali durante la loro vita di servizio.

 

Un Corso CTE sul bollettino fib34

Nel mese di novembre del 2021 il CTE ha programmato l'organizzazione di un corso per approfondire le tematiche trattate dal Bollettino fib34.

Ingenio è MEDIA PARTNER dell'iniziativa 

Per coloro che sono interessati a diventare Soci CTE, si prega di contattare la segreteria all’indirizzo email info@cte it.org o di consultare il sito internet dell’associazione 

 

Quattro Bollettini FIB, quattro corsi CTE nel 2021

Il CTE distribuirà, come nel 2020, quattro bollettini FIB ai propri soci. Per ogni bollettino distribuito verrà organizzato con l'Ordine degli Ingegneri di Milano un seminario di approfondimento. 

La fib, Fédération internationale du béton, è un'associazione senza fini di lucro formata da 42 gruppi di membri nazionali e circa 1000 membri aziendali e individuali. I bollettini fib sono una serie di pubblicazioni che includono diversi tipi di documenti tecnici: codici modello, manuali applicativi, guide o raccomandazioni di progettazione, rapporti tecnici, che formano un registro dettagliato dei risultati ottenuti dalle commissioni e dai gruppi di lavoro nel campo della sintesi della ricerca e dell'applicazione operativa alle strutture in cemento armato. Il contenuto dei bollettini è validato mediante l'approvazione di un gruppo di attività (relazioni tecniche) o di una commissione (relazioni all'avanguardia) o, se necessario, presentato, discusso e valutato dal consiglio tecnico (manuali , guide e raccomandazioni) o dall'assemblea generale.

Il CTE è uno dei membri del Gruppo Nazionale Italiano della fib che insieme ad aicap, Reluis e CNR sostengono economicamente la fib versando la con quota annua nazionale. Il CTE Collegio dei Tecnici della Industrializzazione Edilizia fondato nel 1975 è un'importante associazione italiana nel campo delle costruzioni prefabbricate in cemento armato e precompresso per usi civili e industriali. L’associazione non ha fini di lucro, persegue scopi esclusivamente culturali nel campo dell'industrializzazione edilizia ed in particolare nel settore della prefabbricazione. 

 

corsi-cte-2021-programma-generale-01-700.jpg