Sicurezza delle infrastrutture: al via la collaborazione tra l'ANSFISA e l'Università di Roma La Sapienza

16/03/2021 814

L’Agenzia nazionale per la sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali (ANSFISA) e l’Università di Roma La Sapienza - Facoltà di Ingegneria - avviano un’ampia collaborazione istituzionale in vista del Master di II livello in “Analisi, diagnostica e monitoraggio di strutture e infrastrutture” (ADMSI), diretto dal professor Achille Paolone. 

 

ponte-viadotto-autostrade-10-700.jpg

 

I dettagli dell'accordo tra l'Ansfisa e l'Università La Sapienza

L’accordo, che prevede la cooperazione su temi della diagnostica e della manutenzione di strade, autostrade, ponti, gallerie e grandi opere, porterà a un ampio scambio di collaborazioni e informazioni tecniche tra il Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica e la Direzione generale per la sicurezza delle Infrastrutture stradali e autostradali, guidata da Emanuele Renzi.

«Si tratta di un’occasione preziosa – ha affermato Fabio Croccolo, Direttore di ANSFISA per avviare la collaborazione con il mondo universitario molto arricchente in termini di specializzazione e fondamentale per la formazione di giovani talenti nel campo della sicurezza delle infrastrutture». 

 

fabio_croccolo_ansfisa_2021_700.jpgFabio Croccolo

 

Il prof. Achille Paolone in merito ha affermato:

«L’interfaccia con ANSFISA attraverso l’ing. Renzi è una grande opportunità di crescita per il Master ADMSI. Ciò porterà un sicuro arricchimento sia nell’individuazione delle tematiche connesse alla gestione delle infrastrutture sia nel contributo specialistico alla docenza».

 

emanuele-renzi-700.jpgEmanuele Renzi

 

«È un primo passo operativo – ha affermato Emanuele Renzi, Direttore della Direzione generale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali – fondamentale in questa fase di avvio delle moltissime e complesse nuove attività della Direzione Generale. Lo scambio con le università ci permette di avere uno sguardo sempre presente e attento, sulla ricerca, sulle nuove tecnologie e sulla formazione dei tecnici e professionisti. Tutto ciò sarà essenziale nel perseguimento degli obiettivi dell’Agenzia, costituiti dalla promozione della sicurezza e di una cultura “quantitativa” della prevenzione e gestione dei rischi delle infrastrutture che, richiedendo necessariamente un cambio di passo culturale per il Paese, non può prescindere dalla qualificazione delle competenze».

 

Le attività previste dalla convenzione

La convenzione tra l'Ateneo romano e l'Agenzia nazionale, prevede diverse attività:

  • Alta formazione, studio e ricerca sul comportamento meccanico e il monitoraggio delle infrastrutture;
  • Modellazione e analisi della risposta lineare e non lineare di grandi opere;
  • Criteri di intervento e manutenzione di opere esistenti;
  • Tecniche di identificazione dinamica e model updating;
  • Attività sui sistemi di gestione della manutenzione per le pavimentazioni stradali (PMS);
  • Attività sui sistemi di gestione della sicurezza per la verifica e la manutenzione delle infrastrutture stradali ed autostradali (SGS-ISA). 

In virtù della collaborazione, ANSFISA potrà ospitare alcuni allievi del master per lo svolgimento di attività, quali stage, tirocini curricolari e sviluppo della tesi.

Di contro, il personale tecnico dell’Agenzia potrà collaborare alle attività didattiche e partecipare alle lezioni come “auditore”.

Nell’ambito del master, saranno poi organizzati seminari tecnici su specifiche tematiche, anche con la collaborazione del Consiglio nazionale degli ingegneri. Infine, la collaborazione prevede l’avvio di uno scambio di rapporti, collaborazioni e informazioni tecnico-scientifiche fra le parti, sinergicamente utili al raggiungimento delle rispettive finalità istituzionali.


Leggi anche:

Linee Guida Ponti: come si svolgerà la fase sperimentale?

Le Linee Guida sui Ponti prevedono una fase sperimentale che durerà al massimo 24 mesi e sarà seguita dal Consorzio ReLUIS. Come si sta organizzando il Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e Strutturale in vista della più grande sperimentazione mai ideata per la sicurezza dei ponti e viadotti italiani? 

>>> L'intervista


 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su