A Berlino il grattacielo in legno più alto della Germania: i dettagli del progetto della torre WoHo

Al centro di Berlino al via la realizzazione di un edificio di 29 piani quasi del tutto interamente costruito in legno lamellare e dotato di tutte le caratteristiche in grado di ridurne l’impatto ambientale.

 

calo_grattacielo_legno_01.jpgFigura 1 – Render del grattacielo WoHo. 

 

WoHo: il grattacielo in legno più alto della Germania

Un grattacielo di 98 metri, con i suoi 29 piani, che sarà l’edificio in legno più alto in Germania. Sarà realizzato con una struttura che ha al suo interno una quantità minima di cemento, ferro e calcestruzzo e tutto il resto sarà composto di legno lamellare, un sistema che permette oggi ai costruttori di erigere alte torri con il minor impatto ambientale possibile. Il nuovo grattacielo si chiamerà WoHo e diventerà la struttura abitativa in legno più alta d’Europa: l'edificio è stato progettato dallo studio di architettura Mad Arkitekter, con sede a Oslo e vincitore del relativo concorso.

 

calo_grattacielo_legno_02.jpgFigura 2 – Il nuovo edificio WoHo visto nel suo contesto intorno.

 

Il concept dell’edificio WoHo

WoHo avrà un’estetica riconoscibile che sarà l’interpretazione del tipico quartiere di Kreuzberg, in formato verticale. L'obiettivo non è solo quello di fornire nuovi alloggi ma soprattutto quello di indirizzare Berlino e altre città verso un cambio di paradigma sociale ed ecologico rivolto alle diverse esigenze dei berlinesi.

Circa il 15% del suo spazio per le infrastrutture sociali, il 25% della torre sarà, infatti, costituito da uffici commerciali e spazi, il 60% sarà costituito da abitazioni. Un terzo di queste case saranno abitazioni di tipo popolare a prezzi accessibili, un terzo saranno unità abitate dai proprietari a tariffe di mercato e un terzo saranno appartamenti a canone controllato, annullando la legge che esenta le nuove costruzioni dall'attuale congelamento degli affitti in tutta la città di Berlino.

Diversi tipi di alloggi saranno mescolati all'interno del complesso, creando un quartiere verticale diversificato di grandi nuclei familiari, monolocali per studenti e vita assistita per residenti più anziani e persone con problematiche psicofisiche. 

 

calo_grattacielo_legno_03.jpgFigura 3 – Dettaglio delle facciate di WoHo. 

 

Accessibilità e attenzione al sociale

Il piano terra, alto 4 metri, è stato progettato per attrarre la sua fruizione sociale, ospiterà infatti panetterie e negozi.

Gli altri piani sono stati organizzati per ospitare un asilo nido con doposcuola, con aree esterne sui tetti, mense, parco giochi all’aperto. Sono, inoltre, previste anche strutture per i giovani e aule studio. L’ultimo piano, infine, dovrebbe essere aperto al pubblico e offrire servizi bar e una sauna, per un costo totale di 90 milioni di euro. 

A dimostrazione del fatto che questa torre, e gli edifici più bassi collegati a essa che la circonderanno, aspirano ad ottenere uno sviluppo enfaticamente incentrato sulla comunità e accessibile.

 

calo_grattacielo_legno_04.jpgFigura 4 – Vista degli interni di legno. 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su