La copertura reticolare spaziale “Vela” sotto la Torre Unipol a Bologna

La copertura reticolare spaziale doppio strato chiamata “Vela” è parte del più ampio progetto della torre UNIPOL e degli altri edifici ad essa connessi (albergo e edifici per vari servizi) costruiti nella zona nord est di Bologna vicino alla tangenziale.

La struttura della copertura è stata realizzata con profili tubolari circolari collegati mediante nodi sferici all’intradosso e profili tubolari a sezione rettangolare collegati da nodi rigidi flessionalmente all’estradosso. La maglia di estradosso della reticolare è di circa 4x4 m e la copertura è realizzata con cuscini di membrana ETFE in pressione collegati direttamente ai profili di estradosso della copertura. La superficie della copertura è di 3600 m2 con una luce libera fra gli appoggi laterali di circa 50 m. La progettazione architettonica è stata sviluppata da Open Project Office e la progettazione strutturale dal prof. Massimo Majowiecki e dal suo Studio Tecnico. Un team interdisciplinare presso la Delft University of Technology ha compiuto vari studi sulla copertura incentrati sull’utilizzo delle energie rinnovabili e sull’ottimizzazione del sistema di rivestimento in modo da garantire un adeguato comfort termico per chi si trova sotto la copertura (figura 1).

Fig. 1 - Alcune immagini della copertura detta “Vela” ai piedi della torre Unipol a Bologna

Sommario tratto da Costruzioni metalliche n. 4 - 2013
Scarica l’articolo completo da www.ingenio–web.it