VERGE: quali innovazioni hanno cambiato il 2013 e caratterizzeranno il 2014 ?

VERGE: Energy, Information, Buildings and Transportation
 
Che cosa succede quando le quattro principali tecnologie: energia, informazione, costruzioni e trasporti si scontrano ? 
Un'opportunità senza precedenti per il business e la sostenibilità ? Noi lo chiamiamo VERGE
 
 
 
 
 
I Vincitori del premio VERGE definiscono le innovazione che caratterizzeranno il 2014
In un mondo dove la tecnologia sta sempre più accelerando per individuare soluzioni per la sostenibilità - il movimento VERGE - affronta i temi più importanti e che faranno da guida per lo sviluppo dei prossimi anni come gli "open data", "smart technologies" e le "distributed solutions". Queste ed altre tendenze, come la trasparenza, l'innovazione civica e i modelli di collaborazione, continuano ad emergere, e nell’insieme delineeranno probabilmente la nostra vita per gli anni a venire.

Per questo è interessante l’articolo di greenbiz.com in cui si intervistano i 25 vincitori di VERGE degli ultimi due anni e gli si chiede le loro previsioni sulle più significative  tecnologie e le tendenze di quest'anno, il prossimo anno e anche per gli anni a seguire.

1 . Qual è stata la più eccitante tecnologia o tendenza del 2013 ?
Alex Laskey , Presidente e Fondatore , Opower: "Nel 2013, si è cominciato a diffondere l’opinione che il cambiamento di comportamento si la vera leva la tecnologia per un uso sostenibile dell’energia. Infatti McKinsey ha pubblicato uno studio che rivela che solo attraverso la modifica dei comportamenti sarà possibile ottenere una efficienza energetica con il potenziale di ridurre il consumo energetico degli Stati Uniti del 20 per cento. 
Chris Luebkeman , Director di Global Foresight , Arup: “Il 2013 è stato davvero l'anno dei cosiddetti ‘ ata', in tutte le possibile scale: i dati sul DNA, i dati sulle persone, i dati sulle cose, i dati urbani e persino i flussi di dati. L'accoppiata tra l'informatica e la memoria permette ora di indagare, manipolare e visualizzare questa nuova risorsa in modi che stiamo appena cominciando ad esplorare e che ci stiamo accorgendo hanno un potenziale essenzialmente infinito. Per esempio, nelle costruzioni, l’analisi dei dati consentirà per comprendere i modelli di vita delle persone e quindi cose nuove su come spazi e sistemi possano essere ottimizzati".
Jason McLennan , CEO , International Living Future Institute:  "Penso che la spinta verso la trasparenza nella catena di fornitura dei materiali da costruzione - anche grazie alla mentalità BIM - sia emozionante. Stiamo finalmente ottenendo le dichiarazioni di prodotto"
Melanie Nutter, Direttore del Dipartimento di Ambiente, città e contea di San Francisco: “L’OPEN DATA è veramente decollato quest'anno . Ad oggi, San Francisco ha rilasciato oltre 500 set di dati, mentre a New York e Seattle ne sono stati rilasciati oltre 1.000. Recentemente la nostra città ha fatto il passo successivo: il consiglio delle autorità di vigilanza del Comune ha approvato una legge per uniformare la nostra legislazione sugli open data ... il Comune ha sfruttato gli Open Data per promuovere la sostenibilità a San Francisco, rilasciando i dati sulle costruzioni, in particolare sul consumo di energia negli edifici della città. Amsterdam e Barcellona si sono uniti in una partnership con Cityzenith"
Dan Probst , Presidente di Energia e Servizi sostenibilità , Jones Lang LaSalle: "Le tecnologie Smart nel settore dell'edilizia commerciale. Questi nuovi sistemi, basati su sofisticate soluzioni di monitoraggio e analisi stanno rivoluzionando il modo in cui gli edifici operano. Attraverso questi si sistemi sarà possibile ottimizzare le prestazioni degli edifici attraverso la revisione e il controllo continuo delle apparecchiature e sistemi. In aggiunta va considerato che questi sistemi richiedono poco o nessun investimento di capitale, perchè possono sfruttare il “cloud"  e i sofisticati algoritmi per fornire una supervisione continua e di controllo remoto che rendono gli edifici efficienti in tempo reale"
Gavin Starks , CEO di Open Data Institute: "La più grande innovazione che avrà peso sul futuro sono gli Open Data. Negli ultimi 12 mesi abbiamo visto il G8 firmare un Open Data Charter, Obama firmare un ordine esecutivo che dava mandato perché i dati federali siano Open … In base a tali impegni nel futuro vedremo anche le informazioni più critiche che saranno pubblicate come Open Data, e qeusto consentirà interventi sulla sostenibilità”

Le successive domande poste sono:
2 . Qual è la tecnologia più incisiva o di tendenza che si prevede di vedere nel 2014 ?
Rispondono:
  • Elizabeth Fretheim , Director , Business Strategy & Sustainability , Wal- Mart
  • Laskey , Opower
  • McLennan , International Living Future Institute
  • Nutter , Città e Contea di San Francisco
  • Probst , Jones Lang LaSalle
  • Shapiro , internet Packaging Group
3 . Immaginate che sia il 2020 e abbiamo ottenuto tutto bene . Quale tecnologia , tendenza o lo sviluppo fatto la differenza più grande ?
Rispondono:
  • Adel Ebeid , Chief Innovation Officer, Città di Filadelfia
  • Rick Fedrizzi , CEO , US Green Building Council
  • Laskey , Opower
  • Luebkeman , Arup
  • McLennan , International Living Future Institute
  • Mark " Puck " Mykleby , Senior Fellow , New America Foundation ( Colonnello in pensione , US Marine Corps )
  • Nutter , Città e Contea di San Francisco
  • Probst , Jones Lang LaSalle
  • Shapiro , internet Packaging Group

Per leggere le risposte vai all’articolo: http://www.greenbiz.com/microsite/verge