La stufa a pellet con lo sconto in fattura può prendere anche il Bonus Mobili

Agenzia delle Entrate: nella categoria “manutenzione straordinaria” rientrano anche gli interventi finalizzati all’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, quale l’installazione di una stufa a pellet

 

soldi-euro-11-700.jpg

 

La stufa a pellet prende il Bonus Mobili. Lo conferma l'Agenzia delle Entrate in una recente risposta pubblicata sulla "Posta di FiscoOggi" (a firma Paolo Calderone), riferita ad un quesito specifico.

Si chiede se, avendo comprato nell'anno in corso una stufa a pellet con l’opzione sconto in fattura, si possa anche usufruire del Bonus Mobili ex art.16 TUIR.

Il Fisco da risposta affermativa, in quanto:

  • il bonus mobili è riconosciuto ai contribuenti che usufruiscono della detrazione Irpef prevista dall’art. 16-bis del Tuir, per aver realizzato alcuni degli interventi di recupero del patrimonio edilizio;
  • per beneficiarne è necessario che l’intervento sia riconducibile almeno alla "manutenzione straordinaria" e in questa specifica categoria rientrano anche gli interventi finalizzati all’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, quale l’installazione di una stufa a pellet;
  • con la circolare n. 30/2020 (risposta alla domanda 5.1.7), l'AdE ha precisato che rimane ferma la possibilità di usufruire del bonus mobili ed elettrodomestici anche se il contribuente ha scelto, in alternativa alla detrazione, di cedere il credito o di esercitare l’opzione per lo sconto in fattura.