La soluzione RÖFIX per realizzare fughe di lastricati con posa a secco

RÖFIX presenta Creteo®Gala CC 644, la nuova malta per fughe di lastricati con posa a secco. Grazie all’uso di una semplice scopa è possibile stuccare le fughe di pavimentazioni esterne realizzate con pietre naturali e di calcestruzzo, lastre e mattoni di clinker.

 
Creteo®Gala CC 644, la nuova malta per fughe di lastricati con posa a secco

 

Creteo®Gala CC 644 di RÖFIX, quali usi?

Basterà una scopa per stuccare pavimentazioni di pietre naturali e di calcestruzzo, ma anche lastre e mattoni di clinker in aree esterne per superfici leggermente soggette al carico, di cui fanno parte zone pedonali e piste ciclabili, giardini, terrazze e balconi con occasionale transito di autoveicoli, aree mercato soggette a passaggio occasionale di automezzi di servizio.

Può essere utilizzato anche per la ristrutturazione di fughe lavate o danneggiate. La caratteristica principale di questa malta per fughe, monocomponente, è sicuramente la facilità di impiego, con il semplice utilizzo di una scopa si possono effettuare spargimento, bagnatura e pulizia.

 


Caratteristiche del prodotto
  • Barriera fisica contro crescita di erbacce e infestazione di insetti
  • Monocomponente
  • Indurisce dopo l’essiccamento, non è drenante
  • Facilità di impiego: spargimento con la scopa, bagnatura, pulizia
  • Calpestabile dopo ca. 12 ore (a > 20 °C)
  • Le riparazioni eventualmente necessarie possono essere effettuate con lo stesso materiale
  • Resistente alla pioggia già dopo ca. 4 ore (a temperature > 20 °C)
  • Resistente ai sali scongelanti (per < 56 cicli)
  • La resistenza a compressione dipende dalla quantità d’acqua

 

Creteo®Gala CC 644 di RÖFIX, come si applica?

Sulle superfici ruvide, porose, assorbenti, facilmente sporcabili e trattate superficialmente delle pietre o delle lastre, dopo la stuccatura delle fughe, eventuali particelle sottili disciolte di stucco possono rimanere attaccate nei pori o nelle fessure (avvallamenti) o formare un leggero deposito che può alterare l’intensità del colore della superficie del lastricato. Si consiglia perciò di effettuare un test preliminare su una superficie di prova.

La superficie lastricata va realizzata con una pendenza trasversale e/o longitudinale del 2-3 % in modo da permettere all’acqua superficiale di defluire naturalmente. 

In linea di principio è necessario prevedere una robusta cordonatura perimetrale delle pietre e delle lastre onde evitare il cedimento e lo spostamento degli elementi di lastricato. 

Prima della stuccatura delle fughe, queste devono essere interamente ripulite e le zone attorno alle fughe devono essere completamente asciutte, dato che il materiale su superfici umide può reagire anticipatamente cosicché possono rimanere dei residui di prodotto. 

La malta Creteo®Gala CC 644 per fughe di lastricati posa a secco con scopa va sparso a secco da un’altezza quanto più ridotta possibile e distribuito omogeneamente sulla superficie della pavimentazione con una scopa a setole corte, morbide e sottili (lunghezza ottimale delle setole 2,5 cm) con movimenti incrociati e trasversali in modo da riempire le fughe possibilmente per la loro intera altezza. 

Quindi spazzare accuratamente la superficie del selciato e ripulirla dai residui del prodotto. 

Infine bagnare completamente la superficie con una leggera innaffiatura di acqua nebulizzata fino a quando l’acqua non viene più assorbita.

Bisogna fare in modo che la profondità delle fughe sia minima (al massimo 5 mm) rispetto al filo della pietra, ossia la superficie finita delle fughe deve essere appena al di sotto di quella del selciato. 

Qualora dovessero rimanere dei residui di prodotto negli avvallamenti del selciato, questi potranno essere raschiati, mentre sono ancora bagnati, con una spazzola e quindi rimossi con cautela con un forte getto d’acqua spruzzato parallelamente alla superficie, in modo da non dilavare le fughe. 

Dopo la stuccatura delle fughe la superficie va mantenuta protetta dalla pioggia per almeno 4 ore (a temperatura > 20 °C). 

In caso di risanamento di fughe esistenti con il sigillante a secco occorre rimuovere preventivamente le impurità dalle fughe in modo da garantire una profondità minima delle stesse. Dopodiché si procede come nel caso di nuova fugatura.

 


>>> CLICCA QUI e scarica la documentazione tecnica relativa a Creteo®Gala CC 644 <<<


 

Chi è RÖFIX

RÖFIX Italia è stata fondata nel 1980 e conta sei filiali produttive in Italia. Tra i leader nel settore, punta sulla coesione e sulla forza del know how di tutti i marchi che fanno parte di FIXIT GRUPPE. 

RÖFIX fornisce un assortimento completo in continuo aggiornamento, garantendo massima qualità dalle fondamenta al tetto: malte, calcestruzzi, intonaci, rivestimenti, materiali per il risanamento, il restauro e la bioedilizia, sistemi di isolamento termico, pitture, massetti e sistemi per pavimentazione, sistemi di posa per piastrelle e pietre naturali, macchinari. Tutti i prodotti soddisfano i più severi requisiti tecnici, ecologici ed economici. 

La filosofia dell’azienda punta al rafforzamento di valori quali l’edilizia ecologica, la qualità, la partnership con i clienti e l’utilizzo responsabile delle risorse. 

RÖFIX Italia, inoltre, s’impegna a offrire al mercato un servizio di consulenza e assistenza competente e puntuale per progettisti, rivenditori, applicatori e committenti. 

Roefix Italia