Navigare in modalità “smart” nel mare magnum della protezione antincendio è possibile?

Visto l'elevato numero di soluzioni antincendio oggi presenti sul mercato, per il professionista antincendio diventa molto difficile poterle consultare tutte ed eventualemnte comparare.

Per l'ing. Rigo la proposta per agevolare tale attività potrebbe trovarsi nella realizzazione di un Comparatore digitale che in un click sarebbe in grado di filtrare l'enorme mole di combinazioni antincendio presenti sul mercato, senza limitazioni.


Protezione passiva al fuoco: come districarsi tra l'enorme mole di soluzioni

Oggi il Professionista Antincendio che necessita di trovare una soluzione per la protezione passiva al fuoco deve navigare su decine di siti di Produttori ed esaminare almeno 1000 tra rapporti di classificazione, valutazione e fascicoli tecnici.

Non tutti i siti dei Produttori sono di facile consultazione per non parlare del fatto che ci sono diverse categorie di sistemi prestazionali: pareti divisorie, setti autoportanti, protezione di pareti esistenti, controsoffitti a membrana, protezione di solai esistenti, condotte di ventilazione, evacuazione fumi, protezione di impianti, protezione di strutture in acciaio, legno e cemento. Ciascuno composto da prodotti diversi: lastre in cartongesso, silicato di calcio, pannelli modulari, intonaci, pitture intumescenti, blocchi.

Come se non bastasse ognuna di queste soluzioni deve essere integrata con delle altre certificazioni che riguardano gli attraversamenti impiantistici. Purtroppo, anche qui le combinazioni sono numerose: tubi combustibili, incombustibili, isolati, non isolati, cavi elettrici, varchi, giunti, attraversamenti multipli, griglie di aerazione, scatole elettriche, botole antincendio. Poi ci sono le porte, portoni e serrande tagliafuoco ognuna con le proprie declinazioni. Abbiamo contato almeno 800 soluzioni messe a disposizione dalle multinazionali e innumerevoli le proposte degli specialisti con meno visibilità ma comunque interessanti.

Di fronte a questo enorme panorama il Tecnico si perde, riuscendo a scrutarne solo una piccola parte, spesso facendo riferimento a soluzioni obsolete.

Anche perché ogni giorno si aggiungono delle novità normative e di prodotto!

 

Protezione passiva al fuoco: come districarsi tra l'enorme mole di soluzioni

 

Infatti, in questi mesi stiamo assistendo agli effetti della circolare del Ministero dell’Interno DCPREV 16073 del 30/11/2020 per le pareti a secco con altezza superiore ai 4 metri. Questo aggiornamento normativo ha fatto scadere i rispettivi fascicoli tecnici ed ha costretto i Produttori ad affrettarsi a realizzare nuove prove di laboratorio, con un ulteriore aggravio degli oneri a carico del Professionista Antincendio che rischia di impiegare un sacco di tempo in ricerche, senza peraltro arrivare ad un risultato affidabile.

 

I Big Data in aiuto del settore dell’antincendio

Però, nell’epoca dei Big Data il settore dell’antincendio si sta organizzando per proporre al Tecnico un Comparatore che lo porti come un filo di Arianna fino al risultato cercato, guidandolo in questo enorme labirinto di soluzioni costruito dai fornitori di prodotti che, per primeggiare, elaborano continuamente nuovi sistemi costruttivi.

Poiché la soluzione tecnica adottata e certificata con metodo sperimentale, secondo la legge, deve rispecchiare fedelmente la situazione di cantiere, si rende assolutamente necessario in pochi click arrivare alla certificazione corrispondente filtrando con criterio tutta l’enorme mole di combinazioni antincendio presenti sul mercato, senza limitazioni.

In questo modo e grazie a questo strumento, il Progettista Antincendio avrà a sua disposizione un ventaglio di proposte ad hoc da cui ricavare il risultato assolutamente corrispondente alle proprie esigenze.

Il valore aggiunto del Comparatore sarà l’elevata qualità della risposta e la comparabilità dei sistemi attraverso un unico filtro di lettura rendendo di immediato accesso non solo i certificati corrispondenti ma anche le rispettive Dichiarazioni di Prestazione, le Schede di Sistema e le Schede Tecniche o di Sicurezza.

Da domani navigare nel mare magnum della protezione passiva al fuoco sarà possibile, anzi “smart”!