Architetti: ecco il programma dei Meetings on Architecture alla Biennale di Venezia

08/06/2021 2400

Un calendario ricco di incontri e attività organizzati attorno ai principali temi presenti alla Biennale, trasversali alle "cinque scale" della Mostra.


 

Gli obiettivi del Programma della 17. Mostra Internazionale di Architettura

L’Expanded Programme della Biennale Architettura 2021 amplia il campo d’azione della Mostra verso altre dimensioni con l'obiettivo di sviluppare importanti programmi di divulgazione e promuovere un dialogo aperto tra le arti e con l’Archivio della Biennale di Venezia.

  • Connettere l’architettura con le altre arti.
  • Collegare il ricco Archivio della Biennale di Venezia al presente.
  • Sviluppare la dimensione pedagogica della Mostra.
  • Proiettare la Biennale Architettura 2021 nel mondo.

Per tutta la durata della Biennale Architettura 2021 saranno organizzati a Venezia, e trasmessi in streaming, numerosi incontri e attività, realizzati anche in collaborazione con altri Enti e Istituzioni.

 

Biennale Architettura Venezia: il programma dei Meetings on Architetcture

 

I Meetings on Architecture alla Biennale di Venezia

Il Programma è organizzato attorno ai principali temi presenti alla Biennale Architettura, trasversali alle cinque scale della Mostra. 

Ai Meetings on Architecture partecipano architetti e studiosi di tutto il mondo. I protagonisti cercheranno di rispondere alla domanda How will we live together? in una serie di dialoghi sulle nuove sfide che il cambiamento climatico pone all'architettura, sul ruolo dello spazio pubblico nelle recenti rivolte urbane, sulle nuove tecniche di ricostruzione e le forme mutevoli dell’edilizia collettiva; sull'architettura dell'educazione e l'educazione dell'architetto, sul rapporto tra curatela e architettura.

Ogni mese le attività programmate arricchiranno il calendario degli altri Settori della Biennale e i workshop di architettura della Biennale Sessions con l’obiettivo di valorizzare il confronto tra la Biennale Architettura 2021 e i programmi delle università che si sono dati appuntamento a Venezia.

 

Il calendario degli appuntamenti

dal 13 al 17 LUGLIO

  • Venice Symposium

RELAY
RELAY è una conversazione-staffetta globale della durata di 24 ore, ideata e condotta da Adam Kaasa, Thandi Loewenson e David Burns del collettivo di ricerca Fiction Feeling Frame della School of Architecture, Royal College of Art di Londra.

Come possiamo parlare gli uni con gli altri? Come possiamo parlare tutti insieme?”: queste le domande mosse da RELAY, in un esperimento nato per attivare conversazioni e connessioni, per creare vicinanza e intimità. Il progetto vede coinvolte oltre 50 persone tra architetti, artisti, curatori e designer, in un dibattito online unico nel suo genere, in diretta dai fusi orari di tutto il mondo. Si comincerà da Venezia alle ore 12 (12:00 CET; UTC+2), passando via via il “testimone della conversazione” verso ovest, facendo il giro del globo.

Ispirato a performance simili come Artangel’s Long Player Assembly (2020) e Occupy Wall Street’s ‘people’s microphone’ (2011), RELAY è realizzato con il supporto di School of Architecture at the Royal College of Art e di WePresent.

 

dal 23 LUGLIO al 1 AGOSTO

  • Biennale College Danzatori-Coreografi
    Among Diverse Beings Solos
    Collaborazione tra la Biennale Danza e la Biennale Architettura.

26 AGOSTO

(How) Will We Live (Together)?
Presentazione del film e dibattito.

Il progetto, presentato da SENSORY ETHNOGRAPHY LABORATORY (S.E.L) - Verena Paravel and Lucien Castaing-Taylor - alla 17. Mostra Internazionale di Architettura, consiste in un’installazione architettonica audiovisiva che affronta il tema della Biennale di quest’anno How will we live together? attraverso le voci di intellettuali, attivisti e artisti. La crisi ecologica, climatica e politica che affligge il mondo contemporaneo è il punto di partenza per immaginare come potremmo vivere e morire insieme, sia in maniera pacifica che violenta, sia tra di noi che con altre specie.

Alla proiezione del progetto video è seguita una discussione tra il curatore Hashim Sarkis e il filosofo Emanuele Coccia.

27 AGOSTO

Sports Platform
Un simposio sul ruolo rivestito dallo sport nella definizione degli spazi per l’aggregazione delle nazioni, così come esemplificato nelle architetture per la Coppa del Mondo e per le Olimpiadi.

Il Simposio dal titolo How Will We Play Together? vuole indagare il ruolo dello sport nella configurazione degli spazi fisici in cui le nazioni si incontrano, come esemplificato nei progetti urbani e nelle architetture che hanno ospitato i Giochi Olimpici 2020 a Tokyo e che ospiteranno la Coppa del Mondo FIFA Qatar a Doha nel 2022.

Il Simposio How Will We Play Together? si svolge nel contesto di Sport Platform, l’installazione al Padiglione Centrale ai Giardini che considera le architetture e i progetti dei due mega eventi sportivi del 2021 e 2022 e della sezione della mostra dedicata a How will we play together? esposta a Forte Marghera.

 

dal 23 al 25 SETTEMBRE

  • The Space of Listening 
    (Lo spazio dell’ascolto)
    Un simposio sull’architettura e la creazione di opportunità e spazi per l’ascolto generoso e l’interazione.

  • Vuslat Foundation
    Evento Speciale

dal 7 al 9 OTTOBRE

  • The Education of the Architect, the Architecture of Education 
    (La formazione dell’architetto, l’architettura della formazione)
    Un programma di workshop e un simposio dedicati al futuro della formazione in campo architettonico e realizzati in collaborazione con università di tutto il mondo.

  • Refugees and Reconstructions (Rifugiati e ricostruzioni)
    Un simposio per esaminare il ruolo che l’architettura può assumere per affrontare le sfide dello sfollamento e della ricostruzione.

dal 12 al 21 NOVEMBRE

  • Sustainability (Sostenibilità)
    Un’indagine sulle varie dimensioni della sostenibilità in architettura, dalle tecnologie, all’estetica, all’urbanistica.

  • Holcim Foundation for Sustainable Construction
    Cerimonia di premiazione.

Un calendario più dettagliato e aggiornato, comprensivo dei programmi delle Partecipazioni Nazionali e di altre collaborazioni, sarà disponibile a breve sul sito della Biennale.


>>> Per maggiori info visita il sito della Biennale <<<