Real Estate 4.0: Milano City Village prende forma grazie ai modelli digitali

18/06/2021 4708

Progettazione integrata e tecnologia per ridurre sprechi ambientali, tagliare costi e tempi, puntando sulla sostenibilità.


 

AbitareIn Spa sceglie la smart construction technology

AbitareIn Spa ha scelto DVision Architecture (Dva) per applicare in cantiere un approccio digitale che limita gli sprechi, riduce tempi e costi e punta sulla sostenibilità. Un metodo di lavoro che sposa architettura e digitalizzazione e che dà concretezza al concetto di cantiere 4.0, in cui si industrializza il processo di costruzione, migliorando la qualità del prodotto finale.

 

Real Estate 4.0: Milano City Village prende forma grazie ai modelli digitali

 

AbitareIn Spa, ha adottato per i suoi sviluppi immobiliari il linguaggio del futuro, affidandosi a quello digitale di DVision Architecture (Dva) per l’operazione Milano City Village, che consiste nella valorizzazione dell’area dismessa ex Telecom in via Tacito, dove sono previsti due interventi residenziali, denominati rispettivamente City Plaza e City Garden, sviluppati appunto con l’ausilio di modelli tridimensionali.

 


"L’importante implementazione tecnologica su cui abbiamo investito in questi anni si rende sempre più concreta, grazie anche alla sinergia con il partner DVA, al quale è stato assegnato l’incarico di direzione lavori generale di Milano City Village. Con questo sviluppo immobiliare si ottimizzano quei flussi informativi e si velocizzano quelle procedure di controllo e analisi che permettono un dialogo frequente e costante tra direzione lavori, reparti preposti di AbitareIn (project manager, architetti per le personalizzazioni clienti, direzione artistica) ed impresa, con la possibilità di prevenire con ampio margine gli scenari futuri e valutare in anticipo le differenti soluzioni da implementare. La collaborazione strategica con DVA, che di fatto parla la nostra stessa lingua di informatizzazione dei processi, offre l’opportunità allo sviluppo di Milano City Village di mettere in campo nuove metodologie di scambio informazioni, validazione e controllo tecnico, con l’obiettivo di garantire ai clienti AbitareIn un miglior livello qualitativo per la propria abitazione. La smart construction technology nell’immobiliare residenziale non è mai stata così evoluta."

Marco Scalvini, direttore generale di AbitareIn


 

Progettazione integrata, efficienza energetica e sostenibilità

L’attività di progettazione, che interessa 13.500 metri quadrati di superficie, per 165 appartamenti in classe energetica superiore ad A1, e un parco-giardino di oltre 6mila metri quadrati, sta prendendo forma con il Building Information Modeling (BIM), in modo tale che tutte le informazioni del progetto e del cantiere vengano raccolte, classificate in modo strutturato e ordinato, così che tutti gli attori possano consultarle in modo sintetico e chiaro, nelle diverse fasi. Stato avanzamento lavori, controllo qualità, gestione delle non conformità, tutto viene coordinato e gestito in modo unitario per rendere intellegibile la complessità dell’opera, per efficientare il processo e ottimizzare il prodotto immobiliare.

Per Milano City Village, Dva è stata incaricata per seguire la direzione lavori generale e specialistica di tutte le discipline interessate, e per le attività ad esse propedeutiche, a partire dalla verifica del progetto esecutivo da parte dell’ufficio direzione lavori. Tra i professionisti in campo un design coordinator, con un team di una decina di professionisti tra cui il direttore lavori, i direttori operativi, il site manager, il design coordinator, un BIM manager e un BIM coordinator.

 


"I modelli e il relativo bagaglio informativo validato costituiscono l’asset digitale attraverso cui svolgere la quotidiana attività di direzione lavori e mantenere informati in modo chiaro e puntuale gli stakeholder interessati in merito ai risultati dall’attività stessa. Abbiamo ottimizzato i flussi di lavoro, occupandoci anche della progettazione delle varianti da proporre ai clienti in fase dell’esecuzione delle opere dovute a diversa distribuzione interna degli alloggi o all’accorpamento, del frazionamento di unità immobiliari, in collaborazione con l’architeam di AbitareIn".

Pietro Bianchi, architetto e co-founder di DVA


 

Un prototipo digitale rafforzerà la progettazione

In questo cantiere sarà la rivoluzione digitale a rafforzare il progetto: attraverso un prototipo digitale si avrà, infatti, la possibilità di verificare in anticipo gli scenari dell’architettura, considerando i comportamenti e l’uso nel tempo. Come se si fosse all’interno di una macchina del tempo del progetto. Si potranno associare i dati alle geometrie, si anticiperà e gestirà il ciclo di vita dell’opera, si simuleranno le diverse opzioni per arrivare alla realizzazione del manufatto. Con un grande vantaggio: il risparmio. E una grande rivoluzione: la simulazione.

Facendo leva su questa proficua collaborazione avviata già dal 2020 con Milano City Village, Dva è stato incaricato recentemente da AbitareIn anche nell’ambito di una seconda operazione nella stessa area milanese, non lontano da Porta Romana, volta alla rigenerazione dell’area ex Plasmon, con un incarico che include in questo caso anche la progettazione definitiva ed esecutiva.