Sismabonus 110% in centro storico: progetto unitario necessario anche con edificio strutturalmente indipendente

Agenzia delle Entrate: nei centri storici si possono realizzare lavori antisismici agevolati con il Sismabonus 110%, ma con delle condizioni da rispettare, prima fra tutte quella di redigere un progetto unitario.


SuperSismabonus in centro storico

Stavolta siamo di fronte a un interpello regionale 909-1222/2021 della DRE Emilia-Romagna, inerente il SuperSismabonus 110% per lavori di ristrutturazione edilizia, con contestuale presentazione di pratica sismica per miglioramento (ai sensi delle NTC 2018).

La particolarità è che l'intervento 'antisismico', che prevede il consolidamento statico del fabbricato (fondazioni, solai, maschi murari, copertura, ecc.), con opere di riduzione del rischio sismico e passaggio a due classi inferiori rispetto a 'prima', e per il quale è in corso di presentazione una SCIA con allegata asseverazione di riduzione del rischio, avverrà in centro storico a Ravenna, di fatto in aderenza con altri fabbricati.

L'Istante, inoltre:

  • evidenzia che da rilievi eseguiti, si è accertato che il fabbricato è unità strutturale indipendente, visto che i fabbricati confinanti sono stati costruiti in epoche e con modalità costruttive diverse, non essendoci nessun tipo di connessione tra le strutture portanti dei fabbricati;
  • sottolinea che la SCIA per ristrutturazione edilizia riguarda una singola unità immobiliare (edificio cielo-terra), e che per quanto già sottolineato sopra non serve alcun progetto unitario per poter eseguire ed ottenere una riduzione del rischio sismico.

Ciò premesso, chiede la possibilità di fruire del SuperSismabonus 110% e, in caso positivo se, essendo due le unità immobiliari di partenza (abitazione, categoria A2 e garage, pertinenza categoria C6), la detrazione massima ammissibile sia calcolabile sul tetto di 96 mila euro cadauno.

Sismabonus 110% in centro storico: progetto unitario anche con edificio strutturalmente indipendente

Sismabonus 110%: serve il progetto unitario indipendentemente dall'unità strutturale a sé stante

Dopo il solito, lungo excursus, l'Agenzia delle Entrate arriva al nocciolo della questione, ricordando che, fermo restando le condizioni 'strutturali' sopra-descritte, bisogna considerare anche l'art.16-bis comma 1 lett i) del TUIR, dove si evidenzia che gli interventi di miglioramento sismico e di messa in sicurezza statica "devono essere realizzati sulle parti strutturali degli edifici o complessi di edifici collegati strutturalmente e comprendere interi edifici e, ove riguardino i centri storici, devono essere eseguiti sulla base di progetti unitari e non su singole unità immobiliari".

Essendo il fabbricato in questione inserito dentro una città storica, la sua collocazione gli impedisce la fruizione del SuperSismabonus in caso di interventi di riduzione delvrischio sismico eseguiti autonomamente, senza progetto unitario, prescindendo dalla circostanza chre l'edificio interessato da detti lavori costituisca unità strutturale a sé stante.