Soluzioni Leca per il Terminal 1 dell’hub aeroportuale di Roma Fiumicino

Blocchi per murature tagliafuoco e isolanti e prodotti per il consolidamento e la riqualificazione dei solai: alcune soluzioni del “mondo Leca” sono utilizzate per il grande progetto di ampliamento del Terminal 1 dell’aeroporto della capitale.


 

Leca per l'ampliamento dell'Aeroporto Roma Fiumicino

L’Aeroporto Internazionale “Leonardo da Vinci” di Roma Fiumicino è stato inaugurato nel 1961, con una configurazione iniziale dimensionata per gestire un traffico di 6 milioni di passeggeri/anno. Nel corso degli anni, il traffico aereo della Capitale ha registrato dei valori significativi di crescita, e sono stati necessari numerosi interventi di potenziamento. Tra questi, ultimo in ordine cronologico, è il recente ampliamento del Terminal 1 realizzato con i blocchi da costruzione a base di argilla espansa Leca per murature. 

L’intervento, su progetto dello Studio Valle e dello Studio Muzi di Roma, riguarda l’estensione del Terminal 1 sul fronte est dei piazzali aeromobili.

Ampliando la profondità del Terminal, sono stati inseriti nuovi spazi dedicati ad attività commerciali, aree food & beverage e sale VIP.

L’Avancorpo del T1 è l’elemento di collegamento tra il Terminal e la nuova area di imbarco “molo A”.

Il progetto prevede anche l’estensione sul fronte ovest del Terminal 1 verso le aree oggi occupate dal Terminal 2 e dall’area di imbarco C.

Del primo si prevede la demolizione e della seconda la riconfigurazione in maniera da creare nuove aree da destinare a gate e servizi commerciali, nonché al potenziamento dei sottosistemi oggi presenti nei Terminal, quali check-in, controlli di sicurezza, nastri riconsegna bagagli.

General contractor per i lavori è Pavimental spa.

 

Murature Leca per l'ampliamento del terminal 1 dell'aeroporto di Fiumicino

 

Murature performanti realizzate con i blocchi in calcestruzzo Leca

Diverse tipologie di Lecablocco hanno contribuito alla realizzazione di circa 25.000 m2 di pareti con proprietà sia di resistenza al fuoco che di isolamento termo-acustico.

Nel cantiere romano sono stati utilizzati alcuni elementi della famiglia di blocchi in calcestruzzo Leca.

In particolare, è stato utilizzato Lecablocco Tagliafuoco, l’elemento in calcestruzzo di argilla espansa Leca la cui densità è ottimizzata per garantire prestazioni certificate di resistenza al fuoco nella realizzazione di pareti. Gli elementi modulari Lecablocco Tagliafuoco sono stati forniti nella versione da intonaco (con densità di 1.100 kg/m3).

Nel progetto di ampliamento è stato utilizzato anche Lecablocco Bioclima, blocco in calcestruzzo alleggerito con argilla espansa Leca in cui la densità del calcestruzzo, la percentuale di foratura, la forma e la disposizione delle camere d’aria sono studiate in modo da poter conferire alla muratura buoni valori di isolamento termico e isolamento acustico, elevata inerzia termica, salubrità ambientale ed eccellenti caratteristiche meccaniche. 

Spazio nel progetto anche per Lecablocco Fonoisolante, il blocco in calcestruzzo alleggerito con argilla espansa Leca appositamente realizzato per ottenere elevati valori di isolamento acustico in murature divisorie monostrato.

In particolare, per la realizzazione delle strutture di muratura esterne, il progetto prevede che verranno fissate le pareti ventilate.

 

Soluzioni Laterlite per il consolidamento e la riqualificazione delle strutture orizzontali

Il “mondo Leca” è presente nel progetto infrastrutturale romano non solo con i Lecablocco per murature e pareti, ma anche con alcune delle soluzioni Laterlite per il consolidamento e la riqualificazione dei solai e degli elementi architettonici orizzontali esistenti: un lavoro tutt'ora in essere, che prosegue per lotti, e interessa diverse migliaia di metri cubi di strutture.

In particolare, nella struttura già esistente del'Avancorpo T1 è impiegato LecaCLS 1600, prodotto della gamma di calcestruzzi leggeri strutturali LecaCLS che pesa in opera 1.600 kg/m³, notevole alleggerimento rispetto ai circa 2.400 kg/m³ del calcestruzzo convenzionale. Pur essendo leggero, LecaCLS 1600 ha resistenze paragonabili ai calcestruzzi tradizionali confezionati in cantiere - ha resistenza meccanica caratteristica a compressione Rck di 35 MPa (Classe di resistenza LC 30/33) - ed è inoltre incombustibile.

Nel recupero dei solai è utilizzato anche Massettomix Pronto, premiscelato in sacco di Laterlite per la realizzazione di massetti di finitura a basso spessore (≥ 3 cm). Grazie alla sua specifica formulazione, Massettomix Pronto è ideale per la formazione di massetti a rapida asciugatura in tempi altrettanto rapidi.  

Non è la prima volta che i materiali di Laterlite contribuiscono alla riqualificazione dell'aeroporto di Fiumicino: già alcuni anni fa, in occasione della realizzazione del nuovo Avancorpo del Terminal 3, erano stati utilizzati i blocchi Lecablocco Tagliafuoco. Una prima esperienza dall’esito positivo che ha contribuito alla definitiva affermazione delle soluzioni Leca per i progetti di ampliamento dell’Aeroporto internazionale di Roma.  


Scarica la documentazione tecnica realtiva ai blocchi in calcestruzzo LECA
>>> CLICCA QUI <<<