Impianti Hoval per produrre ACS per i servizi e per riscaldare gli ambienti con aerotermi

Le soluzioni Hoval sono state scelte per l’ampliamento della sede Eley, azienda specializzata nella cosmesi naturale il cui ciclo produttivo richiede specifiche esigenze impiantistiche.


 

Riqualificazione degli impianti per due edifici industriali dedicati alla cosmesi naturale

A Granarolo dell’Emilia, in provincia di Bologna, sorge una realtà industriale specializzata nella produzione di cosmetici innovativi naturali, formulati e prodotti internamente con estratti biologici certificati, grazie a anche a un laboratorio di ricerca e sviluppo interno.  L’azienda mostra una spiccata propensione per la sostenibilità, che si respira non solo nei processi produttivi e nelle scelte di packaging, ma abbraccia e coinvolge attivamente l’intera routine aziendale, manifestandosi nella vita di tutti i giorni con piccole ma importanti green habits.

La Eley è fortemente orientata all’export: per soddisfare la domanda in costante crescita, negli ultimi dieci anni la produzione è stata ampliata fino a raggiungere una superficie di 8.000 m² con macchinari tecnologicamente avanzati, che lavorano nel rispetto delle normative ambientali, rivolti all’automazione delle operazioni di miscelazione e di confezionamento. Di recente l’azienda ha avvertito la necessità di ampliarsi acquistando un fabbricato industriale vicino alla sua sede storica dove poter trasferire parte della produzione, il magazzino e gli uffici. Si è quindi reso necessario un intervento di riqualificazione sia sulla parte strutturale, sia su quella impiantistica dei due edifici industriali produttivi, su una superficie coperta di ca. 6.000 m2.


Soluzioni Hoval per la riqualificazione impiantistica dell'azienda Eley

 

Esigenze specifiche soddisfatte con soluzioni Hoval ad hoc

L’esigenza del cliente dipendeva dalle peculiarità delle sue lavorazioni: disporre di un sistema impiantistico che consentisse di produrre acqua calda sanitaria per i servizi e di riscaldare gli ambienti con aerotermi.

Per servire i serbatoi mescolatori del prodotto cosmetico prodotto in base alla sostanza chimica utilizzata, il cliente aveva inoltre la necessità di disporre normalmente di acqua ad una temperatura di 70°C e in alcune fasce orarie di 80°C.

 


L'esigenza del ciclo produttivo, prima servito da caldaie a vapore – spiega il progettista Ing. Stefano Schiavinaera di avere fluidi primari alternativamente, a temperature elevate per il riscaldamento e successivamente per il raffreddamento dei mescolatori destinati alla miscelazione delle materie prime e alla produzione dei prodotti cosmetici.  L'esigenza primaria di processo era quindi avere grossa disponibilità di potenza per riscaldare velocemente fino a 85 °C  le miscele e poi poterle raffreddare altrettanto velocemente. Nasce da qui la scelta di utilizzare vapore per il processo. L'intervento di riqualificazione energetica si proponeva l’obiettivo di ottenere consistenti risparmi, grazie all'utilizzo diretto di acqua come fluido vettore  a temperature dell'ordine dei 90-95°C.  Temperature che sono garantite, in termini di affidabilità di regolazione e di costanza nel tempo,  dalle soluzioni Hoval con la relativa precisa regolazione di cascata. L'affidabilità  e la stabilità delle condizioni limite è stata testata positivamente nei primi sei mesi di produzione e si sta consolidando il quadro di risparmio energetico rispetto alla produzione con vapore, nell'ordine del 40% dei consumi”.

Continuità della produzione e minori consumi con le soluzioni Hoval

Questi risultati sono stati garantiti da una soluzione studiata ad hoc per soddisfare le necessità del cliente. Sono state installate 2 caldaie a gas a condensazione Hoval UltraGas® 450 in grado di soddisfare le esigenze dell’intera struttura. 

Grazie allo scambiatore ad alta stratificazione dotato di superfici di scambio composite AluFer® che moltiplicano per cinque la superficie di scambio termico assicurando un efficiente recupero di calore e di ritorni separati per l'alta e la bassa temperatura, all'elevato contenuto di acqua e al sistema di combustione Ultraclean®, la caldaia a gas a condensazione UltraGas® consente il massimo sfruttamento della condensazione e la riduzione delle emissioni.

Alla UltraGas® è stato abbinato un accumulatore inerziale Hoval EnerVal 2500, in grado di compensare le mutevoli richieste di energia delle utenze.

 

Soluzioni Hoval per la riqualificazione impiantistica dell'azienda Eley

 

Gli accumulatori inerziali permettono un'elevata stratificazione, garantendo così la massima efficienza di accumulo di calore e possono pertanto compensare gli sfasamenti temporali tra la produzione e l'utilizzo dell'energia.

Per la produzione di acqua calda sanitaria è invece stato installato il bollitore Hoval ESSR 500.

 

Soluzioni Hoval per la riqualificazione impiantistica dell'azienda Eley

 

La digitalizzazione a servizio dell'impianto

La massima efficienza del sistema è garantita dalla presenza del sistema di regolazione Hoval Digital che gestisce i generatori e tutti i circuiti a servizio della struttura. Il sistema è infatti in grado di regolare la produzione di calore a seconda delle previsioni del tempo e delle effettive necessità. 

La digitalizzazione dell’impianto è stata ulteriormente integrata con il sistema di supervisione da remoto Hoval Digital Top Tronic® Supervisor che tramite Cloud e una rete VPN permette in controllo remoto dell'intero sistema, consentendo di ottimizzare i consumi grazie a una dettagliata reportistica degli stati di funzionamento del sistema impianto e alla predittività atmosferica.

In questo modo, oltre a fornire dati analitici sul funzionamento e sull'efficienza dell'impianto, sui consumi e sulle eventuali anomalie che potrebbero comportare inutili sprechi, il sistema consente di consumare meno e di risultare quindi più sostenibile, con una ridotta emissione di CO2.

 


Scopri le soluzioni più innovative Hoval
>>> CLICCA QUI <<<

HOVAL_logo.jpg