Nuova versione MasterSap 2021

Tutte le novità di MasterSap 2021: l’analisi modale con i vettori di Ritz, la verifica di muri, solette e pareti negli edifici esistenti in c.a., il calcolo in parallelo, l’integrazione di MasterSap con BIMplus di Allplan, la muratura armata in nuove vesti, il nuovo help in linea e SismaClass per demolizioni e ricostruzioni.

La versione MasterSap 2021 è in PROMOZIONE fino al 30 SETTEMBRE.

Novità anche per la versione Freeware che implementa tutte le novità della linea in vendita ma da questa versione (il cui limite principale resta quello dei 200 nodi per la modellazione delle strutture) sarà possibile eseguire un’analisi non lineare di tipo pushover, per un massimo di 50 cerniere plastiche.


MasterSap: le novità della versione 2021

Sono molti gli argomenti e le novità introdotti in MasterSap 2021, la nuova versione ormai in distribuzione dal mese di luglio. Riguardano in sintesi l’analisi modale con il metodo dei vettori di carico di RITZ, il calcolo in parallelo per rendere i tempi di analisi sempre più rapidi, la verifica di pareti, solette, platee, pareti estese, piastre (ovvero tutto ciò per cui si ricorre all’utilizzo degli elementi bidimensionali) nelle strutture esistenti in cemento armato, l’integrazione di MasterSap con BIMPLUS (l’ambiente BIM di Allplan, software del gruppo Nemetschek per la progettazione architettonica, strutturale e impiantistica), una progettazione della muratura armata ottimizzata e più efficiente, il nuovo help in linea e l’aggiornamento di SismaClass per semplificare la produzione della modulistica per i Super SismaBonus nei casi di demolizione con ricostruzione. 


Scarica il documento con il dettaglio di tutte le novità di MasterSap 2021



Assieme alla versione 2021 è in distribuzione anche la nuova freeware, che include molte delle funzionalità sopra elencate.

La novità più importante è che da oggi, anche con la versione freeware (il cui limite principale resta quello dei 200 nodi per la modellazione delle strutture) è possibile eseguire un’analisi non lineare di tipo pushover, per un massimo di 50 cerniere plastiche. È disponibile anche un esempio calcolabile, che soddisfa i limiti predefiniti, e due altri modelli illustrativi, di dimensioni maggiori ma già calcolati, che consentono di apprezzare in pieno la nuova potenzialità di MasterSap Freeware.


Versione Freeware: la sintesi della principali novità > scarica il documento


Illustriamo ora sinteticamente le principali novità contenute nella versione principale.

 

Analisi modale con il metodo dei vettori di carico di RITZ 

Nel campo dell’analisi dinamica eseguita previa decomposizione modale, il metodo si occupa di stimare i modi vibrazionali che governano la risposta complessiva della struttura al sisma.

Si tratta quindi di una alternativa agli algoritmi che estraggono rigorosamente tutti i modi propri fino ad una certa frequenza, particolarmente vantaggiosa nel campo dell’ingegneria civile perché, riuscendo a sintetizzare il comportamento sismico strutturale con un numero ridotto di modi, rende più veloce l’esecuzione delle analisi e lo svolgimento di tutte quelle procedure che più a valle necessitano di elaborare nuovamente i modi propri strutturali. 

 

 

Il calcolo in parallelo per analisi sempre più veloci

Come noto, ogni modello strutturale va sottoposto a più azioni sismiche, che derivano dallo stato limite indagato (SLV, SLD, SLO) e, per di più, dalla tipologia strutturale (spettro SLV per opere di fondazione nel caso di strutture a comportamento dissipativo).

Le analisi da eseguire vengono preliminarmente dichiarate dall’utente nella scheda delle cosiddette “Proprietà”. Con questa nuova versione in MasterSap vengono automaticamente eseguite tutte le analisi sismiche dichiarate, utilizzando tecniche di calcolo parallelo. Così, ad esempio, con la nuova versione di MasterSap, anche lanciando l’elaborazione di quattro analisi (SLV, SLD, SLO, SLV Fondazioni), il tempo impiegato equivale a quella della singola analisi, riducendosi di circa quattro volte.

In questo contesto è stato rivisto il pannello di comando delle analisi ed è stata introdotta la finestra che evidenzia l’evoluzione dei singoli processi di calcolo, anche al fine di consultare gli eventuali errori intercorsi. 

Edifici esistenti in c.a.: la verifica degli elementi bidimensionali quali pareti, solette, platee, pareti estese, piastre

La verifica di strutture esistenti in c.a., realizzata con MasterEsist, è stata estesa alle parti di struttura modellate con elementi bidimensionali tipo guscio/piastra, quali pareti snelle o tozze, pareti estese come ad esempio i muri di cantina, solette di piano e platee di fondazione. 

 


Le pareti in c.a. possono essere modellate come elementi monodimensionali, oppure possono essere dichiarate come un insieme (aggregati) di elementi guscio successivamente in MasterEsist, dove un nuovo strumento grafico consente di descrivere l’armatura, longitudinale e trasversale, in tre specifiche sezioni all’interno di ogni gruppo.

A tali pareti vengono assegnate le tabelle della tipologia “Setto” e le verifiche duttili e fragili sono analoghe a quelle ottenute dalla verifica di pareti modellate con elementi monodimensionali. Al solito l’utente ha a disposizione le grafiche delle sollecitazioni ottenute per integrazione degli elementi, nelle sezioni di verifica, le segnalazioni sull’esito delle verifiche nonché i risultati in termini di indice di resistenza, oltre che su stampa.

la verifica degli elementi bidimensionali quali pareti, solette, platee, pareti estese, piastre


Gli elementi guscio piastra vengono inoltre ampiamente utilizzati per modellare solette, platee e muri: le verifiche dei meccanismi duttili e fragili vengono quindi eseguite anche localmente, ovvero sui singoli elementi. L’armatura presente, con cui verrà eseguita la verifica, viene in questo caso dichiarata nella relativa tabella: di tipo “muro” per le pareti (tipicamente estese), di tipo “guscio” per tutte le altre tipologie. Anche qui, in entrambi i casi, l’esito delle verifiche viene riportato sia in relazione di calcolo che mediante rappresentazioni grafiche degli indici di resistenza, utilizzando la colorazione come classico metodo per evidenziarne l’esito positivo o negativo.

 

Integrazione di MasterSap con BIMPLUS, l’ambiente BIM di Allplan

Bimplus è una delle migliori piattaforme di condivisione dati Open BIM attualmente disponibili, concepita da Allplan per coordinare in modo efficiente ed unitario le diverse attività che svolgono un ruolo decisivo nel progetto, nella realizzazione e nella manutenzione di una costruzione, nel suo intero ciclo di vita. Consente di riunire e analizzare più modelli (IFC o nativi) riguardanti le diverse attività progettuali, così da avere una gestione complessiva efficiente e un accesso semplice tramite qualsiasi dispositivo, anche quelli mobili, grazie alla tecnologia basata su cloud.

Alcuni aspetti per garantire la compatibilità fra modelli architettonici e strutturali rimangono di difficile soluzione, quali le connessioni fra gli elementi strutturali, che in un modello FEM prevedono la coincidenza baricentrica degli assi degli stessi e la corrispondenza fra profili o sezioni estruse di un software con quelle disponibili nell’altro software.

L’integrazione di MasterSap con Allplan Bimplus avviene mediante la lettura del modello strutturale analitico generato attraverso lo strumento SCIA AutoConverter (un'applicazione Nemetschek aperta che aiuta l'ingegnere a convertire automaticamente qualsiasi assemblaggio strutturale progettato mediante qualsiasi prodotto software architettonico in un modello di analisi all’interno di un flusso di lavoro OpenBIM) che risolve la maggior parte di queste criticità.

Il modello BIM strutturale viene caricato in Bimplus, viene trasformato nel corrispondente modello analitico mediante SCIA Autoconverter ed infine viene importato in MasterSap, dove può essere gestito e trattato con le ordinarie modalità.

LEGGI ANCHE: MasterSap e BIM alla luce del DM 312/2021

 

Progettazione della muratura armata ottimizzata ed efficiente 

Sono state realizzate nuove funzionalità e modalità operative che riguardano l’interazione fra MasterMuri e Muratura Armata, procedura specifica inserita in Verifiche Rinforzi, migliorando l’efficienza e la rapidità di dimensionamento dei maschi murari in muratura armata. In particolare la nuova versione prevede la gestione del maschio murario in un unico progetto di Verifiche Rinforzi & Muratura Armata, anche se definito su più piani, la possibilità di applicare a tutti i maschi murari desiderati i dettagli costruttivi “standard” definiti nei parametri in MasterMuri e la possibilità di verificare in un'unica istanza tutti i maschi murari armati, così da avere un tabulato globale di verifica. 

 

 

Il nuovo Help in linea

Disponibile al menu “?” della barra strumenti, l’help in linea è un utile strumento di approfondimento dei comandi e delle procedure, che consente di accedere velocemente alle informazioni di interesse. In MasterSap 2021 l’Help in linea è stato rinnovato nella forma e nei contenuti, per una più immediata comprensione dei comandi e delle procedure del software. 

 

L’aggiornamento di SismaClass per i casi di demolizione e ricostruzione

A seguito degli aggiornamenti in materia e dei chiarimenti intervenuti nelle procedure riconducibili al Superbonus, sono state aggiornate le schede “SismaClass”; in particolare l’aggiornamento riguarda il caso “demolizione e ricostruzione”. È stato anche aggiornato l’elenco delle zone sismiche del Veneto, il cui territorio risulta ora suddiviso in tre sole zone sismiche.

 

Qualche anticipazione sui prossimi aggiornamenti

MASTERARMGerarchia delle resistenze Trave Pilastro e Limitazione al caso non dissipativo

Nella progettazione di strutture a comportamento dissipativo potrà essere utilizzato il calcolo della domanda di resistenza per comportamenti non dissipativi anche per il calcolo della gerarchia trave-pilastro, con lo scopo di non determinare, nell’applicazione della gerarchia delle resistenze, risultati più gravosi di quelli ottenuti con il calcolo dissipativo.

MASTERMURI & VERIFICHE RINFORZINuovo ambiente di progettazione degli interventi di rinforzo, più efficiente ed ottimizzato.

Verranno ampliati e potenziati funzionalità e modalità di interazione e collegamento di Verifiche Rinforzi e Muratura Armata entro MasterMuri, realizzando un Ambiente dedicato per dichiarare modalità standard di rinforzo e funzionalità di interazione con Verifiche Rinforzi, introducendo anche nuove funzioni grafiche utili per esercitare un più immediato controllo dei risultati.


Tutte le informazioni sulle novità 2021 di MasterSap