Infrastrutture sostenibili, Linee guida PFTE: recepite le proposte di AIS

Dai AIS un apprezzamento per i nuovi provvedimenti del MIMS in materia di infrastrutture.


 

Il PNRR e i progetti di infrastrutturazione del Paese

“Va dato atto al Ministro Giovannini e alla sua squadra di aver svolto un lavoro prezioso e innovativo in tempi insolitamente rapidi per favorire un’accelerazione dei processi di infrastrutturazione del Paese, in linea con gli obiettivi indicati dall’Europa e del PNRR.”

Il presidente dell’Associazione italiana per le Infrastrutture Sostenibili (AIS), Lorenzo Orsenigo esprime parere positivo sulle Linee guida per la redazione del Progetto di Fattibilità Tecnica Economica (PFTE) per le opere del PNRR, recentemente varate.

Il provvedimento recepisce alcune delle proposte contenute nel Position Paper redatto da AIS e oggetto del coinvolgimento dell’Associazione all’interno della Consulta promossa dal Ministro, alla quale ha attivamente partecipato, trovando ampi consensi sia nell’approccio che nei contenuti delle proposte sottoposte in quella sede.

 

Centrale il ruolo della sostenibilità

Per il presidente Orsenigo “l’accelerazione in direzione di una centralità della sostenibilità trova nelle Linee guida una innovativa concretezza fin dal metodo, così come nella scelta di puntare con coraggio su innovazione e sostenibilità sia ambientale che sociale. Cardine ne è la Relazione di sostenibilità dell’opera: non un documento generico, ma uno strumento essenziale per impostare correttamente un percorso di sostenibilità creando le condizioni per misurare e valutare i risultati, sia rispetto alla progettazione che successivamente nella fase di realizzazione.”

Lo scenario si arricchisce, altresì, anche del nuovo Decreto Ministeriale in materia di modellazione digitale nella gestione degli appalti di opere pubbliche, che di fatto aggiorna e rafforza quanto contenuto nel DM 560 del 2017, coordinandolo con il Decreto Semplificazione per quanto riguarda l’introduzione di criteri premiali nella fase di aggiudicazione dell’offerta.

Il nuovo Decreto – sottolinea Orsenigo – rafforza la volontà del Ministero di favorire e promuovere una sempre maggiore diffusione di modelli digitali nella fase di progettazione e realizzazione delle opere pubbliche e delle infrastrutture in particolare, mettendo in condizioni le stazioni appaltanti di disporre di indicazioni puntuali e quanto mai utili a redigere eventuali capitolati di gara.


Chi è AIS? Scopri di più sull'Associazione Infrastrutture Sostenibili

ais--associazione-infrastrutture-sostenibili.jpg