Una soluzione semplice per immagazzinare l'energia

10/08/2021 15870

L'idea è molto semplice: sfruttare l'energia prodotta in eccesso da impianti eolici per sollevare dei blocchi a una certa altezza, immagazzinando in questo modo energia potenzia, da recuperare al momento del bisogno ricalando gli stessi a terra.

L'idea è stata sviluppata dall’impresa Energy Vault realizzando una costruzione a torre: l’elettricità in eccesso viene utilizzata per impilare l’uno sull’altro pesanti blocchi e nel momento in cui si necessita di energia elettrica, i pesi vengono calati velocemente verso la base.

Il sistema di Energy Vault prevede che siano tre gru doppie a svolgere questo lavoro: sollevano blocchi da 35 tonnellate e li impilano per costruire una torre che può raggiungere un’altezza massima di 200 metri. Ovviamente più l'altezza a cui vengono impilati i blocchi aumenta e più energia sarà possibile immagazzinare.

«Per far sì che questo metodo di immagazzinamento dell’energia sia produttivo, deve essere possibile impilare almeno 20 piani», spiega Robert Piconi, CEO e cofondatore di Energy Vault.

Simulazione 3D di Energy Vault: ecco come funziona l’immagazzinamento basato sulla forza di gravità. Video: Energy Vault/Youtube

 

Le gru sono gestite esclusivamente da un’intelligenza artificiale e a seconda della costruzione, le torri possono immagazzinare 20, 50 o 80 MWh di energia e sono costruite in maniera modulare. Un impianto può quindi essere facilmente ampliato. 

Dopo che in Ticino nel 2018 è stato costruito il primo impianto di dimostrazione e nel 2020 è stata attivata la prima unità da 5MW, nel 2021 dovrebbero essere edificati i primi grandi impianti. Le innovazioni sono sempre più necessarie: di fronte ai cambiamenti climatici servono soluzioni rapide. «Non possiamo permetterci di aspettare ancora cinque o dieci anni», ha dichiarato Piconi.

Fonte: 

https://www.tio.ch/-noisiamoilfuturo/innovazione-energia/1526029/energia-immagazzinamento-impianto-energy-vault-torre-impresa