Assicurazione sui danni da terremoto: ecco come stimare il premio attraverso la raccolta di dati sperimentali

L’Italia è uno dei pochi paesi al mondo in cui lo Stato si prende tipicamente cura della ricostruzione degli edifici, anche privati, dopo un terremoto.

In molti altri paesi la ricostruzione delle strutture private, dopo i terremoti, resta a carico dei privati oppure questi sono tenuti ad una assicurazione obbligatoria.

Cosa accadrebbe se anche l'Italia si dotasse di un assicurazione obbligatoria per i danni da sisma? Qualcuno dovrebbe stimare il premio assicurativo. In che modo?


 

Come misurare il comportamento dinamico di una struttura? Ecco un semplice strumento!

Ipotizziamo per un attimo che anche in Italia sia introdotta una assicurazione obbligatoria per i danni da sisma e che un incaricato debba stimare il premio assicurativo relativo a strutture apparentemente identiche come quelle di Figura 1, costruite nello stesso periodo ed appartenenti allo stesso complesso residenziale. Un’ispezione visiva, senza dati sperimentali acquisiti, porterebbe a suggerire che il comportamento dinamico delle due opere sia identico.

Una rapida misura di vibrazione condotta con Tromino® in condizioni di eccitazione ambientale rivela invece che le due strutture hanno frequenze di vibrazione diverse del 20% (che in termini di rigidezza significa molto di più), valore che appare molto grande e che ha anche determinato un comportamento diverso durante un recente evento sismico. Tale differenza è legata principalmente ad una diversa distribuzione degli elementi strutturali interni.

Frequenze dei modi di vibrare degli edifici misurate con Tromino

 

Figura 1. Frequenze dei modi di vibrare (enfatizzate dai tratteggi verticali in blu per il primo modo ed in rosso per il secondo) in direzione trasversale delle strutture A e B, misurate con Tromino®. Le strutture, apparentemente identiche, mostrano invece una notevole differenza nelle frequenze modali, legata alla diversa distribuzione degli elementi strutturali.

 

Una delle due strutture vibrava oltretutto alla stessa frequenza di risonanza del terreno (sempre determinata attraverso Tromino®) cosa che può aver amplificato gli effetti del terremoto sulla struttura stessa.

In altri casi strutture identiche in apparenza, come quelle di Figura 2, mostrano invece anche lo stesso comportamento dinamico.

Appare quindi imprescindibile la caratterizzazione sperimentale del comportamento dinamico delle opere esistenti, sia ai fini della definizione di eventuali premi assicurativi sia ai fini della definizione dei parametri necessari in interventi come quelli previsti dai recenti Sismabonus.

 

Frequenze dei modi di vibrare degli edifici misurate con Tromino

 

Figura 2. Frequenze dei modi di vibrare nelle due direzioni orizzontali principali, misurate con Tromino® nei tre edifici illustrati in alto. Le strutture, apparentemente identiche, mostrano anche un comportamento dinamico del tutto simile tra loro.


Strumenti come Tromino® permettono di misurare in pochi minuti sia i modi di vibrare delle strutture (CLICK QUI per un esempio e QUI per un altro esempio) sia quelli dei terreni (CLICK QUI per un esempio).

 


Venite a conoscere gli strumenti di MoHo, on-line e nella nostra sede di Venezia

oppure

dal 15 al 18 settembre 2021 anche alla Fiera Geofluid di Piacenza!


moho_700.jpg 

Chi è MOHO

MoHo srl progetta e produce TROMINO®.

TROMINO®, nato nel 2002 da un brevetto internazionale, ha fatto diventare popolare la tecnica sismica passiva a stazione singola e l’H/V in Italia e oltre. Negli anni, il progetto iniziale di TROMINO® è evoluto per permettere l’analisi modale delle strutture, il monitoraggio di vibrazioni, la prospezione sismica attiva a onde di superficie e molto altro.

SOILSPY, il secondo nato nella linea dei prodotti per la Geofisica (2007), ha segnato una svolta nella sismica multicanale, rendendola davvero portatile e abbattendo tempi e fatica nelle fasi di acquisizione e pre-processing dei dati.

Con ELECTRA (2008), anche la prospezione elettrica ha percorso strade nuove e si applica ora a scale e problemi diversi con ELECTRA MATRIX.

Accanto alle linee di produzione per la prospezione geofisica, è attiva una linea di produzione per i monitoraggi permanenti delle strutture, ad uso dell’Ingegneria Civile, dei servizi di protezione civile e simili: il suo nome è SURICAT (2016).

MoHo srl inventa, progetta e realizza in modo autonomo sia l’hardware che il software delle proprie apparecchiature. Ricerca, sviluppo e produzione vengono effettuate interamente nella sede di Venezia (Italia).

>>> Visita il sito di MOHO