SuperEcobonus 110%: gli investimenti ammessi a detrazione superano i 5 miliardi e mezzo di euro

02/09/2021 3785

ENEA rende noti i dati aggiornati al 31 agosto del Superecobonus 100%: in Italia presentate più di 37mila asseverazioni. 5.6 miliardi la cifra complessiva degli investimenti ammessi a detrazione, di cui 3.9 per interventi già realizzati. 

La Lombardia comanda la classifica delle Regioni, sia per il numero di interventi richiesti che per la somma degli investimenti. Valle D’Aosta fanalino di coda. 


 

Già realizzati il 68.8% dei lavori previsti 

Sono stati resi noti dall’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) i dati di utilizzo del Superecobonus 110%, aggiornati alla fine del mese di agosto. In totale in tutta Italia sono state depositate poco più di 37mila asseverazioni (37.128 per la precisione, in aumento di circa cinquemila unità rispetto all’ultimo aggiornamento relativo al 3 agosto) per una cifra complessiva di investimenti ammessi a detrazione di 5,6 miliardi di euro, di cui al momento ne sono stati realizzati il 68.8% (il cui importo è di 3,9 miliardi).

 

Report ENEA SuperEcobonus 110% agosto

 

La maggior parte delle pratiche riguardano edifici unifamiliari 

Andando più nello specifico dei dati forniti da ENEA si può notare come in tutto il territorio nazionale siano state caricate sul sito dedicato 19.072 asseverazioni riguardanti edifici unifamiliari, 13.212 per le unità immobiliari funzionalmente indipendenti e 4.844 per i condomini. 

Sono però proprio gli edifici condominiali a comandare la classifica dell’investimento medio per ogni pratica, che per questo genere di abitazioni è di poco inferiore ai 550mila euro. 

Nettamente più basse invece le cifre che interessano le altre tipologie di edifici: per quelli unifamiliari si parla di 98.264 euro, mentre per le unità immobiliari indipendenti siamo a 87.833 euro.

 

Classifica regione per regione: al primo posto c’è la Lombardia

Analizzando i dati forniti regione per regione, è la Lombardia il territorio con il numero di asseverazioni effettuate, con 5.116 (il 13,7% su tutto il Paese), di cui 724 per i condomini, 2.270 per gli edifici unifamiliari e 2.122 per le U.I. funzionalmente indipendenti. Il totale degli investimenti ammessi regionale supera gli 850 milioni di euro, di cui 616 milioni spesi per lavori già realizzati.

 

Valle D'Aosta fanalino di coda

In fondo alla classifica troviamo invece la Valle d’Aosta, con sole 67 asseverazioni depositate e 11.9 milioni di euro di investimenti ammessi a detrazione. Confrontando anche la casella dell’importo medio, c’è una importante differenza tra le due Regioni: in Lombardia l’investimento medio per i condomini è di 581 mila euro, oltre il doppio di quello della Valle d’Aosta, che si ferma invece a 270 mila. 

Meno evidenti le differenze nelle altre due categorie, dove per gli edifici unifamiliari l’investimento medio passa dai 104 mila della Lombardia ai 98 mila della regione italiana territorialmente meno estesa. Per le unità immobiliari indipendenti invece c’è una differenza media di 15 mila euro (94 contro 79). 

 

Scarica il report completo di ENEA in allegato