Bonus Facciate in condominio, Agenzia delle Entrate: ok anche se gli interventi non sono ancora finiti!

DRE Liguria: il condominio può prendere il Bonus Facciate, per i costi sostenuti nel corso dell’anno, per gli interventi avviati ancorché non ancora terminati, in ossequio al criterio di cassa applicabile a detti soggetti.


Nel rispetto di tutti i requisiti e gli adempimenti richiesti, per i costi sostenuti nel 2021, con riferimento a quelli relativi al recupero delle facciate, avviati e non terminati, è possibile beneficiare del Bonus Facciate del 90% se, nel rispetto del principio di cassa, il pagamento eseguito a cura del condominio alle imprese esecutrici, per la parte residua del 10%, avviene entro la fine del 2021, a prescindere dallo stato di completamento dei lavori previsti.

Il chiarimento è contenuto dentro la risposta della DRE Liguria (n. 903-521/2021), arrivato in risposta ad una società amministratice di un condominio la quale chiedeva se il Bonus Facciate fosse legato allo stato di avanzamento dei lavori (SAL) in caso di scelta dell'opzione "sconto in fattura".

Bonus Facciate in condominio, Agenzia delle Entrate: ok anche se gli interventi non sono ancora finiti!

Le Entrate evidenziano che, sul punto, il comma 1-bis dell'art. 121 del DL Rilancio sembra prevedere una semplice facoltà posta a favore del contribuente con la conseguenza che è piena facoltà del beneficiario trasferire il Bonus in qualsiasi momento, stante l'assenza di una disposizione che imponga l'accesso sulla base dello stato di avanzamento dei lavori o del completamento di una parte di essi.

In definitiva: l'accesso al Bonus Facciate va riconosciuto esclusivamente sulla base dell'emissione della fattura e del pagamento della somma eccedente (10%) entro il 31/12/2021, indipendentemente dallo stato di completamento o di avanzamento dei lavori che devono comunque essere iniziati.

L'INTERPELLO E' SCARICABILE IN FORMATO PDF PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE