La stazione ferroviaria di Vilnius diventa contemporanea con un progetto di Zaha Hadid Architects

La commissione di valutazione del concorso internazionale di architettura per selezionare i migliori concept per la riqualificazione del complesso della stazione ferroviaria di Vilnius e dell'area circostante ha assegnato il punteggio più alto alla proposta di Zaha Hadid Architects.


Un hub di trasporto a prova di futuro: sostenibilità e partecipazione al centro del progetto

La proposta "Green Connect" di Zaha Hadid Architects crea un hub di trasporto integrato per il 21° secolo con nuovi spazi civici avvolti dalla natura.

"È un onore ricevere il punteggio più alto in questa competizione per un sito così strategicamente importante per Vilnius. 'Green Connect' sarà un hub di trasporto a prova di futuro progettato con l'esperienza dei passeggeri. Fornendo una ricchezza di nuovo spazio pubblico, le nostre proposte trasformano il sito in una destinazione non solo per coloro che utilizzano lo snodo dei trasporti, ma anche per la città di Vilnius e la comunità locale" ha dichiarato Gianluca Racana, direttore di Zaha Hadid Architects.

Green Connect, la riqualificazione della stazione di Vilnus firmata Zaha Hadid Architects

 Rendering © Negativ

 

Oltre il concetto di ferrovia come barriera fisica

Integrale all'agenda di sostenibilità in corso della città che dà la priorità a pedoni e ciclisti, la proposta di Zaha Hadid Architects per aggiornare la stazione ferroviaria di Vilnius incorpora un nuovo ponte pubblico sui binari ferroviari che collega il quartiere Naujininkai a sud con il centro città e la città vecchia di Vilnius; trasformare l'infrastruttura ferroviaria esistente da barriera che divide la città in un connettore che unisce Vilnius e funge da hub di trasporto per i servizi ferroviari nazionali e locali oltre alla nuova linea Rail Baltic che si collega alla rete europea ad alta velocità.


In una città moderna, la stazione non è più solo un edificio dove è possibile acquistare un biglietto o sedersi prima del viaggio. La stazione e i suoi dintorni devono diventare una destinazione che offra spazi pubblici con aree di svago e di servizio, collegamenti comodi per pedoni, ciclisti e tutti coloro che scelgono di viaggiare in treno in modo comodo e sostenibile. Di conseguenza, siamo determinati ad aprire e convertire gli spazi industriali precedentemente inaccessibili della stazione per l'utilizzo da parte di tutti i residenti” ha dichiarato Mantas Bartuška, capo della Lietuvos Geležinkeliai (LTG), la società che gestisce la rete ferroviaria del paese.


Green Connect, la riqualificazione della stazione di Vilnus firmata Zaha Hadid Architects

Rendering © Frontop

 

Green Connect: ecco il progetto di Zaha Hadid Architects per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Vilnius

La ristrutturazione e il riutilizzo della stazione originale crea un nuovo ponte d'atrio di 9.500 mq che è una reinterpretazione contemporanea informata dall'edificio storico esistente.

La composizione del nuovo ponte della stazione si trasforma gradualmente lungo la sua lunghezza; dal tetto spiovente definito dal frontone triangolare della stazione neoclassica esistente a geometrie e volumi più morbidi che si riducono in scala per atterrare a Pelosos Street nel distretto di Naujininkai. Un lucernario lineare lungo la lunghezza del ponte e le facciate vetrate sui binari forniscono luce naturale e una navigazione intuitiva attraverso l'atrio.

Green Connect, la riqualificazione della stazione di Vilnus firmata Zaha Hadid Architects

Rendering © Negativ

Rimuovendo i chioschi e gli uffici temporanei installati negli ultimi decenni, viene ripristinata la chiarezza della stazione esistente di 9.000 mq e collegata a un nuovo terminal di trasporto pubblico per le reti di autobus della città. Progettato come un paesaggio abitato all'interno del rinnovato parco Stoties Square di fronte alla stazione, l'anfiteatro all'aperto del terminal e la rampa conducono a una terrazza pubblica sul tetto.

Green Connect, la riqualificazione della stazione di Vilnus firmata Zaha Hadid ArchitectsRendering © Frontop

Il nuovo ponte dell'atrio è largo 46 metri e si estende per 150 metri attraverso le piattaforme ferroviarie. Sostenuto a 10 metri sopra i binari, le forme fluide della struttura del tetto del ponte e il paesaggio terrazzato del terminal degli autobus sono costruiti in legno lamellare di provenienza locale, leggero, resistente al fuoco e a basso contenuto di carbonio incorporato.

Green Connect, la riqualificazione della stazione di Vilnus firmata Zaha Hadid Architects

Rendering © Frontop

 

Uno spazio aperto alla città

Ricollocando il parcheggio esistente in Stoties Square in una nuova struttura sotterranea, la piazza e il suo parco adiacente diventeranno un vivace spazio civico per la città con oltre 300 nuovi alberi e 4.000 mq di verde, compresa la creazione di viali alberati lungo i suoi assi principali e giardini d'acqua per la raccolta naturale, la filtrazione e la purificazione dell'acqua piovana.


"Il concept presenta un design unico, riconoscibile e contestualmente appropriato per il nuovo terminal della stazione che crea una rete di spazi pubblici di altissima qualità e stabilisce importanti collegamenti tra i quartieri Naujininkai, Naujamiestis e Senamiestis della città. Inoltre, combina con successo soluzioni funzionali ed estetiche e crea opportunità di riconversione dell'ex scalo di manutenzione ferroviaria e delle aree circostanti. Ovviamente questa è solo un'idea iniziale che può essere esplorata e sviluppata nei dettagli” ha dichiarato Mindaugas Pakalnis, architetto capo di Vilnius.

Soluzioni basate sulla natura sono parte integrante del design

Tetti verdi, paesaggistica e piante abbasseranno le temperature in estate e forniranno isolamento termico in inverno. Creando una serie interconnessa di habitat naturali all'interno della città, questi spazi verdi urbani sono facilmente accessibili e possono essere goduti dalle comunità durante tutto l'anno per migliorare il benessere e l'interazione.

Il progetto di Zaha Hadid Architects per rinnovare la stazione ferroviaria di Vilnius e le aree circostanti incorpora anche tecnologie di produzione di energia e strategie di disinquinamento per migliorare la qualità dell'aria nei quartieri adiacenti. L'analisi annuale della radiazione solare ha definito le facciate per massimizzare la luce solare all'interno dei suoi interni in inverno e ridurre l'abbagliamento in estate. Questa analisi ha anche determinato il posizionamento dei pannelli fotovoltaici per un'efficienza ottimale.


Project Team

Architect: Zaha Hadid Architects (ZHA)

Design: Patrik Schumacher

ZHA Director: Gianluca Racana

ZHA Project Directors: Ludovico Lombardi, Michele Salvi

ZHA Project Associate: Davide del Giudice

ZHA Project Team: Alexandra Fisher, Jose Navarrete Deza, Maria Lagging, Richard Maekallas, May Harper

ZHA Sustainability Team: Carlos Bausa Martinez, Megan Smylie, Taras Kashko, Vera Kichanova

Consultants

Local Executive Architect: CLOUD architektai

Engineers: Sweco Lietuva UAB

Landscape Architect: LAND srl