Portale del Reclutamento: gli Ingegneri possono caricare il curriculum su WorkING! Ecco come fare

01/10/2021 3591

WorkING, il portale della Fondazione del Consiglio Nazionale dedicato al lavoro e alla professione dell’ingegnere, ha ottenuto da ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro) l’autorizzazione a svolgere attività di intermediazione.


Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha reso noto, quindi, che è possibile - per gli Iscritti - caricare il proprio curriculum vitae sul portale.

Si tratta di una novità molto importante dal momento che la piattaforma WorkING è stata individuata dalla Rete delle Professioni Tecniche quale punto di contatto tra i professionisti e le Amministrazioni pubbliche che cercano profili professionali da inserire nei propri organici o ai quali affidare incarichi di consulenza.

Grazie infatti al protocollo d’intesa siglato lo scorso 16 luglio dalla Rete delle Professioni Tecniche e il Ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, il nuovo Portale del reclutamento del Dipartimento della Funzione pubblica inaugurato il 10 agosto, sarà collegato direttamente a WorkING e consentirà alle Pubbliche amministrazioni di poter consultare i curricula dei professionisti che avranno prestato consenso.

Il curriculum caricato su WorkING sarà inoltre visibile alle aziende private registrate sulla piattaforma e agli iscritti all’Albo in cerca di colleghi per la creazione di RTI/ATI.

Portale del Reclutamento: gli Ingegneri possono caricare il curriculum su WorkING! Ecco come fare

Caricamento curriculum: come fare

Per caricare il proprio CV su WorkING sarà sufficiente per l'Iscritto accedere alla propria area riservata su www.working.cni.it (con le identiche credenziali utilizzate per l'accesso a MyING) e compilare il modello presente nella sezione “PROFILO”.

E’ opportuno sottolineare che, anche alla luce del collegamento con il Portale del Dipartimento della Funzione Pubblica, è necessario che tutti i dati pubblicati nell'Albo relativi agli Iscritti siano completi e rispondenti a quanto richiesto dalla normativa.

L'accesso a WorkING (e a breve anche quello alle altre piattaforme della Fondazione CNI) sarà consentito solo agli Iscritti il cui profilo sull’Albo Unico contenga i dati minimi obbligatori richiesti.