Efficienza energetica nella catena del freddo: disponibili 6 tool per misurarla ed intervenire ad hoc

Grazie al progetto ICCEE finalmente disponibili strumenti efficaci per valutare costi-benefici degli interventi per migliorare l'efficienza energetica delle aziende del settore alimentare e delle bevande e correggere eventuali errori nella gestione dell'attività.


Un progetto per aiutare le aziende del food & beverage ad essere più efficienti

I partners del progetto ICCEE hanno elaborato e messo a disposizione degli interessati diversi strumenti utili per potenziare l’efficienza energetica e la cultura della sostenibilità delle industrie del settore alimentare e delle bevande e quindi anche di magazzini, celle frigorifere e logistica.

Lo scopo è supportarli nel migliorare il core business e correggere opportunamente le loro azioni.

Un progetto per aiutare le aziende del food & beverage ad essere più efficienti

I 6 tool di ICCEE

I 6 strumenti ICCEE, ad accesso gratuito, consentono agli utenti di inserire i propri dati e le caratteristiche del settore per poi:

  • effettuare benchmark e analisi what-if per ridurre le incertezze ed i rischi;
  • valutare i costi-benefici delle misure di efficienza energetica lungo la catena di fornitura attraverso un approccio olistico;
  • dare priorità alle misure per migliorare le prestazioni economiche ed energetiche dell’intera catena di approvvigionamento;
  • valutare i benefici non energetici che possono essere, ad esempio, una maggiore competitività, una manutenzione ridotta, un ambiente di lavoro migliorato;
  • essere informati sulle opportunità di finanziamento esistenti per l’efficienza energetica le misure.

I 6 tool di ICCEE

 

Sono a disposizione dell’utente anche dei video tutorial per guidarli nell’utilizzo degli strumenti e consentire loro di aggiornare le proprie competenze.


ICCEE è un progetto triennale avviato a settembre 2019 e finanziato dal programma europeo Horizon 2020, che mira a trasformare le opportunità di efficienza energetica delle aziende alimentari e delle bevande in veri e propri investimenti, consentendo loro di trovare opportunità per migliorare la catena del freddo con un approccio olistico.

Un evento per conoscere il progetto

Un importante evento dove si approfondiranno questi strumenti ed il lavoro del progetto ICCEE si terrà il  prossimo 19 ottobre. Durante la giornata si illustreranno i risultati di 7 progetti finanziati dall’UE: DEESME, E2DRIVER, INNOVEAS, SMEmPOWER, SPEEDIER, ICCEE e Triple-A.

L’appuntamento fa parte del programma esteso della Settimana europea dell’energia sostenibile ed è organizzato come evento di medio termine di ICCEE. Saranno rese note linee guida e buone pratiche per implementare soluzioni di efficienza energetica, e si punterà su sfide, opportunità, nuove forme di azioni e normative utili per rafforzare il ruolo delle PMI nella transizione energetica.

Altro evento dedicato sarà la conferenza finale del progetto, organizzata durante le Giornate mondiali dell’energia sostenibile, a Wels, in Austria, all’inizio di marzo 2022.

A fine 2021 saranno poi organizzati 8 workshop interattivi per presentare in dettaglio alcuni degli strumenti sviluppati con lo scopo di supportare ulteriormente l’industria del freddo nel percorso verso la sostenibilità ed una maggiore efficienza energetica. Ogni workshop tratterà in modo approfondito le tre principali misure di efficienza energetica risultanti dall’applicazione dei tools, nonché le opportunità di finanziamento per finanziarle. Consentiranno inoltre di concentrarsi su un sottosettore: bevande, latticini, pesce, surgelati, frutta e verdura, carne e HORECA.

La piattaforma Industry Information Network

Altra azione avviata all’interno di ICCEE è la piattaforma Industry Information Network, creata per aumentare lo scambio di stakeholder, favorendo il collegamento tra i vari attori del mercato e colmando il divario tra domanda e offerta. Essa comprende tre sezioni:

  • una comunità di professionisti per la discussione,
  • una biblioteca
  • un archivio tecnico per colmare il divario tra domanda e offerta di mercato: il catalogo delle innovazioni.

La piattaforma sarà popolata nel tempo con manuali, brochure, quaderni tecnici e altre informazioni disponibili sugli sviluppi legislativi e tecnici per le filiere del freddo nel settore alimentare e delle bevande e invita le parti interessate a contribuire.

A livello formativo, lo scorso anno è stato progettato e realizzato da un team di esperti provenienti sia dal settore pubblico che privato, un programma completo di corsi dedicato al miglioramento delle prestazioni energetiche attraverso la formazione diretta e l’e-learning. I corsi di formazione, ad accesso gratuito, organizzati in tutta Europa dal 2020, hanno permesso di coinvolgere molti stakeholder della catena del freddo. Per condividere le conoscenze sull’efficienza energetica della refrigerazione industriale e aumentare il numero di partecipanti che ricevono questa conoscenza, ICCEE ha lanciato una piattaforma di e-learning, disponibile sul sito web del progetto.

 

Progetto iccee: i partners