Progettare con il vetro. L’involucro trasparente è efficiente per il comfort termico e visivo

La sempre maggiore attenzione delle politiche energetiche, comunitarie e nazionali, verso i temi del risparmio e dell’efficienza energetica degli edifici hanno portato a un’evoluzione nel modo di progettare, imponendo a tutti gli operatori del settore di acquisire una conoscenza approfondita sui nuovi materiali da costruzione e sui relativi livelli prestazionali, oltreché sui metodi di calcolo e di valutazione necessari per determinare l’impatto che l’applicazione di tali prodotti ha sull’involucro edilizio.
Il tema è di grande rilievo nell’architettura moderna, caratterizzata da un utilizzo sempre maggiore di superfici vetrate. L’involucro trasparente ha un ruolo fondamentale nel definire la qualità architettonica di un manufatto ma, le caratteristiche intrinseche dei materiali utilizzati, non sempre si traducono nei migliori risultati in termini di efficienza energetica e sostenibilità dell’edificio.
Oggi il mercato delle costruzioni mette a disposizione componenti e sistemi in grado di soddisfare le diverse esigenze di una committenza sempre più attenta ed informata su tali temi. La continua ricerca verso il miglioramento delle prestazioni dei componenti edilizi e dei sistemi trasparenti in particolare, ha infatti notevolmente migliorato le performance dei sistemi convenzionali in termini di: isolamento termico, controllo della radiazione solare, ottimizzazione dello sfruttamento della luce naturale. Nuove soluzioni applicate ai telai dei serramenti, alle schermature solari e, soprattutto, alla tecnologia del vetro piano modificano in modo determinante le caratteristiche ottiche e termiche dei sistemi tradizionali. Il miglioramento delle proprietà termofisiche dei prodotti disponibili per il moderno involucro trasparente consentono di incrementare i livelli di comfort indoor e di ridurre i consumi energetici relativi all’uso degli impianti di climatizzazione, sia durante la stagione invernale che estiva, e di illuminazione artificiale.

In questo scenario così articolato e complesso diventa quindi fondamentale la capacità del professionista di controllare tutte le variabili che concorrono alla definizione di un edificio ad elevate prestazioni prevedendo, con un elevato grado di attendibilità, il comportamento dell’intero involucro edilizio in funzione dei componenti trasparenti scelti; solo in questo modo infatti sarà possibile individuare quali tra essi sia il più idoneo al raggiungimento degli obiettivi progettuali prefissati.

A titolo esemplificativo ma non esaustivo, verrà di seguito presentato uno studio, relativo all’impatto che alcune tipologie di superfici trasparenti hanno sulle prestazioni energetiche degli edifici appartenenti al settore residenziale. I risultati dello studio sono stati ottenuti attraverso l’uso di codici di simulazione dinamica e possono quindi essere ritenuti attendibili; attraverso l’uso di questi strumenti infatti è stato possibile considerare i fenomeni transitori e di tipo capacitivo che sono tipici degli edifici, ma che molti software commerciali non tengono in conto.

Il lettore avrà così la possibilità di confrontare come le diverse caratteristiche termofisiche dei sistemi trasparenti adottati influenzino le prestazioni dell’intero edificio.