Dl Infrastrutture approvato: maggiori sanzioni per chi guida usando il telefono, più fondi per ansfisa,

04/11/2021 4025

Con 190 favorevoli e 34 contrari, il Senato ha votato oggi la fiducia posta dal Governo sul decreto Infrastrutture.


Dopo la votazione favorevole della Camera, il Decreto Legge Infrastrutture e Trasporti è stato approvato anche al Senato. 

Il Decreto 121 del 2021, conosciuto come DL Infrastrutture e Trasporti, dopo l'approvazione della Camera lo scorso 29 ottobre 2021, è stato discusso questa mattina in Senato ricevendo il consenso dei presenti. 

Durante la discussione alla Camera sono state apportate alcune modifiche al testo originale, con diversi emendamenti che ne hanno rafforzato le misure di sicurezza delle infrastrutture e dello sviluppo del settore nell'ottica della sostenibilità. 

Sono state confermate anche misure già previste nel decreto, tra cui:

  • l’introduzione nel codice della strada degli ‘stalli rosa’ per il parcheggio per le donne in gravidanza e i genitori con i figli fino a due anni di età
  • il rafforzamento delle sanzioni per chi occupa i parcheggi riservati senza essere autorizzato
  • la possibilità per le Regioni di utilizzare una quota delle risorse erogate per il servizi aggiuntivi del trasporto pubblico locale anche per potenziare i controlli.

Inoltre, sono state introdotte semplificazioni in materia di trasporti eccezioni e particolari per i veicoli in dotazione alla Protezione Civile e agli enti del terzo settore. 

Il decreto inoltre rafforza il ruolo dell’ANSFISA - Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali per migliorare efficacia ed efficienza del sistema dei controlli. Confermata anche la disposizione volta ad agevolare gli investimenti per ridurre i divari infrastrutturali sul territorio per complessivi 4,6 miliardi di euro.

Confermata anche l’istituzione del Centro per l’innovazione e la sostenibilità in materia di infrastrutture e mobilità (Cismi) presso il Mims, nel quale opereranno 24 ricercatori e tecnologi.

Infine, una misura per far fronte agli effetti negativi della pandemia da Covid-19 che prevede l'esonero del versamento del contributo per l'esercizio finanziario 2022 da parte degli operatori economici operanti nel settore del trasporto. 

 

Strade e autostrade

Sono sospesi gli aumenti dei pedaggi sulle autostrade dei Parchi A24 Roma-Teramo e A25 Torano-Pescara fino al 31 dicembre 2021 e il blocco degli aumenti tariffari delle concessionarie autostradali fino alla definizione dei piani economici finanziari. 

Inoltre, per favorire l'intermodalità e la connessione delle ferrovie con le autostrade, il MIMS avvierà una valutazione del sistema stradale per individuare i migliori siti in cui sorgeranno nuovi caselli autostradali destinati a favorire l'accesso alle stazioni ferroviarie dell'alta velocità/capacità di prossima realizzazione. 

 

Rete ferroviaria

Per il miglioramento della rete ferroviaria sono state confermate le norme per accelerare l’attuazione del piano nazionale di implementazione del sistema europeo di gestione del traffico ‘European Rail Traffic Management Sytsem (Ertms), a cui il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza assegna importanti investimenti.

 

Codice della Strada

Con l'obiettivo di raggiungere un maggior grado di sicurezza per tutti gli utenti della strada, l'Esecutivo ha introdotto un aumento e inasprimento delle misure e delle sanzioni amministrative che riguardano la violazione del codice della strada.

In particolare, le sanzioni previste per l'uso del telefono alla guida viene esteso anche a chi impiega computer portatili, notebook, tablet o altri dispositivi che comportino l'allontanamento delle mani dal volante. 

Inoltre, il divieto di fermata e di sosta, comprese le sanzioni previste, è esteso alle aree dedicate alla ricarica dei veicoli elettrici e ai veicoli elettrici che occupano il posto senza effettuare la ricarica. 

Infine, vengono introdotti nuovi obblighi di comportamento in corrispondenza delle strisce pedonali, dove i veicoli devono fermarsi per dare la precedenza sia ai pedoni in fase di attraversamento, sia a coloro che si accingono ad attraversare. 

 


Dl Infrastrutture: soddisfazione del Ministro Giovannini per l’approvazione in Parlamento

Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, esprime la propria soddisfazione per l’approvazione definitiva in Parlamento del decreto Infrastrutture e Trasporti.

Desidero ringraziare i parlamentari per l’attento esame delle norme che ha arricchito il provvedimento di disposizioni importanti e molto attese”, dichiara il Ministro.

E’ un passo cruciale per accelerare le riforme previste dal Pnrr e per favorire lo sviluppo di tutte le modalità di trasporto, con una forte impronta verso la sostenibilità sociale e ambientale, e verso la riduzione delle disuguaglianze che ancora persistono in tutto il Paese”.

Dl Infrastrutture: soddisfazione del Ministro Giovannini per l’approvazione in Parlamento