Superbonus, Capaccioli (GBC Italia): "Allarme per materiali scadenti e di dubbia provenienza"

Alla Genova Smart Week si è parlato di ambiente costruito: EcoBonus, efficienza energetica, strutture, smart building.

All'evento ha partecipato anche Fabrizio Capaccioli - AD di ASACERT – che ha preso parte ai lavori in veste di Vicepresidente di Green Building Council Italia. 

 

A rischio la qualità degli interventi in edilizia 

«Stiamo vivendo un’invasione di materiali di dubbia provenienza, progettazioni e realizzazioni sempre più rapide. Stiamo correndo troppo, la qualità dell’operato sarà un problema e i risultati non saranno quelli che ci aspettavamo, per quanto plaudiamo al fatto che il Superbonus abbia dato una grande spinta», ha dichiarato Fabrizio Capaccioli. 

L’incontro è stata l’occasione per ribadire l’importanza degli investimenti nella rigenerazione urbana, necessari per migliorare la sostenibilità e la resilienza di città a rischio, con il conseguente recupero del patrimonio abitativo.

«GBC Italia è pronta ad affiancare le Amministrazioni pubbliche, perché non può esserci transizione Sostenibile senza adeguamento del mondo del costruito alle nuove sfide. Mettiamo a disposizione degli operatori pubblici protocolli completi a garanzia di rendicontazione, sistemi di rating certificati e per questo trasparenti. Questo è ciò chiede ci l’Europa: un sistema condiviso di valori per la sostenibilità nel mondo del costruito» ha concluso Capaccioli.

 Fabrizio Capaccioli, vicepresidente di GBC Italia ha espresso i suoi timori per il Superbonus