Il primo complesso residenziale stampato in 3D in Africa

Un grande complesso abitativo stampato in 3D in Kenya, il primo in tutta l'Africa, sarà costruito a Kifili grazie alla joint venture 14Trees. 

Protagonisti dell'ambizioso progetto: Holcim, CDC Group e lo studio di architettura Mass Design Group.



52 alloggi a prezzi accessibili stampati in 3D

Il primo complesso residenziale di 52 alloggi a basso costo stampati in 3D nel continente africano sorgerà in Kenya, nella città di Kilifi, a soli soli 45 km dalla moderna città di Mombasa e a 55 km della città culturale di Malindi.

Il complesso residenziale Mvule Gardens è stato sviluppato dalla joint venture 14Trees che vede la collaborazione di Holcim, leader mondiale nelle soluzioni per l'edilizia sostenibile, con CDC Group, l'istituto finanziario per lo sviluppo del Regno Unito.

Il primo quartiere stampato in 3d in Africa

Il masterplan e il design degli alloggi è stato sviluppato da Mass Design Group, studio di architettura internazionale che opera in America e in Africa. La tecnologia di stampa additiva che 14Trees utilizzerà per realizzare il complesso residenziale è la stessa che Holcim ha utilizzato per realizzare la prima scuola stampata in 3D in Malawi.

Il complesso residenziale costituirà con i suoi alloggi un quartiere tranquillo che si svilupperà su una superficie complessiva di 11.550 mq. Tutti gli edifici avranno caratteristiche e finiture eco-compatibili con uno stile di vita familiare.

L'offerta residenziale comprende alloggi di diversa tipologia e metratura, da 1 fino 3 camere da letto con superfici comprese dai 42 ai 76 mq. Il design di ciascun unità abitativa è stato studiato e progettato per una vita sana e confortevole.

Il layout a pianta aperta delle abitazioni è stato studiato per favorire un maggior apporto di luce naturale agli ambienti. Ogni abitazione sarà dotata di un portico anteriore e di un cortile privato sul retro per favorire le attività familiari all'aperto.

Obiettivo del progetto è quello di ampliare l'offerta di alloggi a prezzi accessibili in Kenya per contribuire a colmare il divario infrastrutturale presente nel paese. Gli alloggi potranno essere acquistati ad un prezzo compreso tra i 19mila e i 35mila euro circa.

Il progetto di Mvule Gardens a Kilifi fa parte di un più ampio e ambizioso progetto, il Green Heart of Kenya che ambisce a realizzare un modello per città inclusive e resilienti al clima.

Il progetto ha ricevuto la certificazione Edge Advanced Design dall'IFC per le caratteristiche eco-compatibili delle case.


Edifici stampati in 3D grazie alla malta TectorPrint di Holcim

Holcim ha affermato che il progetto è stato reso possibile dal suo speciale "inchiostro" per la stampa 3D ad alta velocità. Si tratta un prodotto appartenente alla gamma TectorPrint di Holcim, un particolare tipo di malta secca a base di cemento e calce idraulica naturale capace di resistere a sollecitazioni comprese tra i 2 MPa e i 90 MPa, conferendo così alle pareti anche funzione strutturale.


“Siamo entusiasti di costruire uno dei più grandi progetti abitativi a prezzi accessibili stampati in 3D in Kenya. Con la rapida urbanizzazione di oggi, si prevede che oltre 3 miliardi di persone avranno bisogno di alloggi a prezzi accessibili entro il 2030. Questo problema è più acuto in Africa, con paesi come il Kenya che stanno già affrontando una carenza stimata di due milioni di case. Distribuendo la stampa 3D, possiamo colmare questa lacuna infrastrutturale su larga scala per aumentare gli standard di vita per tutti” ha dichiarato Jan Jenisch, CEO Holcim.

I 3 principali vantaggi della stampa 3d secondo Holcim

  • Costruzioni più veloci
    Le pareti degli edifici possono essere stampate in 12-18 ore, consentendo l'esecuzione rapida di progetti di costruzione.

  • Riduzione dell'impronta ambientale
    Le emissioni di CO2 possono essere ridotte fino al 70% rispetto ai metodi di costruzione convenzionali grazie all'uso efficiente dei materiali, anche di provenienza locale.

  • Convenienza
    La stampa 3D per l'edilizia può offrire fino al 20% di risparmio sui costi di costruzione.


About Holcim 14Trees

La joint venture di Holcim 14Trees ha come obiettivo quello di affrontare la carenza di alloggi a prezzi accessibili in Africa sfruttando le potenzialità della stampa 3D e il design intelligente, creando al contempo posti di lavoro locali qualificati.

Holcim ha affermato che la tecnica di stampa 3D può ridurre l'impronta ambientale di una casa di oltre il 50% rispetto ai metodi convenzionali, mentre le pareti possono essere costruite a velocità record in sole 12 ore rispetto ai quasi quattro giorni con le tecniche di costruzione convenzionali.