MEWA Best Performer dell’economia circolare

Nel concorso organizzato da Confindustria, MEWA è risultata in testa alla graduatoria tra le Grandi Imprese di Servizi.


Economia circolare nel sistema produttivo: l'idea pionieristica di MEWA

Oggi si parla molto di economia circolare: la crescente domanda di materie prime che non sono disponibili all’infinito e l’impatto della produzione sul consumo di energia e sulle emissioni climalteranti ci costringono a cercare soluzioni alternative rispetto allo schema tipico dell’economia lineare basato sul concetto di “estrarre, produrre, utilizzare e gettare via”. L’economia circolare introduce invece nel sistema produttivo e di consumo i concetti di condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo. Con l’obiettivo di estendere il ciclo di vita dei prodotti e contribuire a ridurre il consumo delle risorse e dei rifiuti.   

Per MEWA, azienda operante a livello europeo, tutto questo non rappresenta una novità, perché adotta il modello circolare fin dal 1908, da quando il suo fondatore, Herrmann Gebauer, ebbe un’idea geniale: sostituire i tradizionali panni usa e getta per la pulizia industriale con un panno lavabile e riutilizzabile. Un’idea pionieristica, che col tempo è stata estesa anche all’abbigliamento da lavoro e ad altri prodotti tessili professionali, man mano che andava crescendo anche la presenza dell’azienda in Europa.

Oggi, dalle sue 45 sedi, MEWA offre un sistema circolare di servizi, che comprende la fornitura, il ritiro, il lavaggio con procedimenti ecologici e la riconsegna dei prodotti tessili al cliente.

 

MEWA Best Performer dell’economia circolare

Costantino Chessa, Responsabile Procurement Eni, consegna il premio del concorso „Best Performer dell’economia circolare” a Giulio Vanoli, assistente dell’amministratore delegato di MEWA Italia.
A fianco: Vannia Gava, Sottosegretario di Stato al Ministero della transizione ecologica e Maria Cristina Piovesana, Vice-Presidente di Confindustria ambiente, sostenibilità e cultura (da sinistra a destra).

 

MEWA prima tra le grandi imprese di servizi 

Se tutto questo nel 1908 poteva sembrare fantascienza, oggi il Textilsharing MEWA si trova perfettamente in linea con lo spirito del tempo e con i modelli di economia circolare. Tanto da ottenere un prestigioso riconoscimento: MEWA è infatti stata premiata come “Best performer dell’economia circolare” nella categoria Grandi Imprese di Servizi, nell’ambito del concorso, ideato da Confindustria con il supporto di 4Manager ed in collaborazione con Enel X ed Eni, per raccogliere e diffondere attività e progetti di Economia Circolare.

 

MEWA è stata selezionata tra 90 altre aziende candidate, che investono in tecnologie e competenze utili per far evolvere il business in una logica di sostenibilità e per offrire un contributo alla transizione ecologica del sistema produttivo nazionale. In particolare, MEWA è stata premiata “per la sua capacità di perseguire nel tempo un’intuizione originaria di economia circolare che si è dimostrata vincente anche nella società dell’usa e getta”.

Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento – ha commentato Velko Winters, amministratore delegato di MEWA Italia - le competenze in tema di ambiente e sostenibilità hanno seguito l’evoluzione della MEWA durante tutti questi anni. L’economia circolare da sempre è stata parte del nostro DNA e questo modello di business ci accompagnerà sempre, anche in futuro, esteso a nuovi prodotti e nuovi ambiti. La recente introduzione della linea di abbigliamento da lavoro MEWA PEAK, realizzata per il 75 % con filati di poliestere ottenuti da plastica riciclata piuttosto che l’utilizzo del primo camion a idrogeno del settore, attualmente in circolazione in Svizzera per il trasporto dei nostri prodotti tessili, ne sono un’ulteriore conferma”.

CLICCA QUI - Scopri di più sul servizio MEWA


 

mewa-logo-300.jpg

Chi è MEWA Textil-Management

MEWA fornisce un servizio completo di gestione dei tessili aziendali dal 1908 ed è quindi considerata pioniera del Textilsharing.

Oggi, MEWA fornisce alle aziende di tutta Europa da 45 sedi: abbigliamento da lavoro e protettivo, panni per la pulizia, tappeti assorbiolio e zerbini e ne cura la gestione, la manutenzione, lo stoccaggio e la logistica.

Inoltre, si possono ordinare articoli per la sicurezza sul lavoro.

Circa 5.700 dipendenti lavorano per fornire quasi 190.000 clienti dei settori industria, commercio, gastronomia e atigiani.

Nel 2020 MEWA ha ottenuto un fatturato di 745 milioni di euro, diventando così leader nel segmento della gestione tessile. L'azienda ha ricevuto numerosi premi per il suo impegno verso la sostenibilità, per il suo agire responsabile e per la gestione del marchio.