Scale alla marinara in vetroresina: un passo avanti rispetto all'acciaio

A guardare le scale alla marinara si resta spesso col fiato sospeso perché installate in luoghi impraticabili. Siamo stati abituati a vederle in metallo, ma costruirle in materiale composito PRFV offre numerosi vantaggi, qualitativi ed economici. 

Grazie all’esperienza di M.M. grigliati, approfondiamo qui di seguito cosa sono le scale alla marinara, secondo quale normativa possono essere realizzate e quali sono i benefit se realizzate in vetroresina. 

  

Quali sono le caratteristiche della scala alla marinara?

La scala alla marinara o scala verticale è un tipo di scala a pioli fissa che consente di accedere rapidamente e in sicurezza a macchine e luoghi che per l'altezza sono difficilmente raggiungibili. Viene, infatti, collocata per arrivare a siti molto profondi, come pozzetti d’ispezione, oppure molto alti, come tetti e coperture, garantendo massima sicurezza anche in zone esterne e quindi esposte a qualsiasi agente atmosferico. 

Si tratta di una scala di sicurezza che, in caso di un’altezza di caduta complessiva ≥ di 3 metri, deve essere provvista di un dispositivo di protezione. Inoltre, per altezze superiori ai 10 mt è obbligatoria l'installazione di una piattaforma di riposo.

Oggi si possono produrre scale alla marinara in vetroresina PRFV (plastici rinforzati con fibre di vetro) e non più necessariamente scale alla marinara in ferro. L’esperienza di oltre 40 anni di M.M. Srl nella produzione di grigliati e strutture in vetroresina, ci ha permesso di realizzare scale alla marinara con profili in resina isoftalica e fibra di vetro, che vengono costruite e prefabbricate direttamente in stabilimento. 

 

I vantaggi delle scale alla marinara in vetroresina

 

Il quadro normativo delle scale alla marinara

In M.M. progettiamo e costruiamo scale verticali fisse in vetroresina secondo la UNI EN ISO 14122-4:2016 (in sostituzione della precedente EN ISO 14122-4 del 2010). Questa norma tecnica regola la progettazione di scale fisse di accesso alle macchine, determinando le caratteristiche specifiche dei sistemi di scale, segnalando come procedere alla verifica dei requisiti di sicurezza e fornendo le informazioni per l’uso delle scale fisse.

Una norma che, rispetto alla precedente, introduce diverse novità.

Tra le principali, ad esempio, la scelta della scala deve essere fatta in base allo spazio disponibile e quella del dispositivo di protezione contro le cadute deve seguire una valutazione del rischio in conformità alla ISO 12100, mentre la superficie di calpestio del piolo deve essere piana e di almeno 20 mm escludendo di conseguenza le sezioni circolari per garantire una più sicura posizione di appoggio del piede. Per quanto riguarda, invece, il collaudo, il riferimento normativo è la UNI EN 131-2 che, oltre alle caratteristiche generali di progettazione, stabilisce i requisiti e i metodi di prova per le scale.  

In M.M. forniamo, inoltre, scale alla marinara marcate CE secondo la norma UNI EN 14396, concepite e realizzate per i pozzetti d’ispezione, e con certificazione ACS (Attestation de Conformité Sanitaire), l’attestazione ufficiale rilasciata dalla Direzione generale della sanità francese che certifica la conformità delle scale M.M. all’impiego in acquedotti a contatto diretto con l’acqua potabile.

 

Vetroresina vs acciaio: i 10 vantaggi delle scale verticali in PRFV 

Come già indicato, le scale verticali M.M. sono realizzate con profili in resina isoftalica e fibre di vetro. Ma quali punti di forza presentano rispetto alle scale alla marinara in acciaio zincato o acciaio inox e alle scale alla marinara in alluminio? 

Nel complesso, rispetto alle normali scale fisse metalliche, la vetroresina offre indubbiamente una lunga serie di vantaggi che varia a seconda del materiale di confronto: 

  1. Elevata resistenza agli agenti chimici e atmosferici; 
  2. Alto rapporto resistenza meccanica/peso;
  3. Lunga durata; 
  4. Leggerezza;
  5. Stabilità dimensionale;
  6. Elevato isolamento elettrico;
  7. Assenza di manutenzione; 
  8. Facilità di installazione;
  9. Sostenibilità ambientale;
  10. Convenienza economica.

Non ultimo va considerato l’aspetto economico. Il caro materiali ha come indiscusso protagonista l’acciaio che ha visto salire i prezzi alle stelle, mettendo a rischio numerose forniture. In questa situazione di incertezza, la vetroresina ha acquisito competitività e, nonostante diversi rincari, si mantiene ancora molto vantaggiosa.  

 

Perché scegliere una scala alla marinara in vetroresina?

In questa intervista Francesco Ciani, Responsabile Ufficio Tecnico di MM grigliati, spiega quali sono i vantaggi e gli ambiti applicativi delle scale verticali in PRFV.

 

I settori di impiego delle scale verticali

Installabili in qualsiasi impianto, le scale verticali di sicurezza realizzate da M.M. S.r.l. assicurano la massima stabilità. L’utilizzo principale è certamente negli ambienti corrosivi, e cioè in quegli impianti dove i materiali ferrosi, per loro stessa natura, hanno vita breve oppure hanno alti costi di manutenzione e devono essere continuamente verniciati oppure protetti, senza garantire all'operatore la sicurezza sul posto di lavoro. 

Che si tratti di macchine, zone chiuse generalmente da botole, coperture, strutture verticali di ogni tipo come serbatoi, o luoghi in profondità come vasche o pozzetti sotterranei, il tipo di scala marinara di M.M. può essere utilizzato con successo in numerosi ambiti:

  • impianti industriali;
  • infrastrutture elettriche;
  • infrastrutture ferroviarie;
  • impianti del servizio idrico.

 

Realizzazioni di M.M. in Italia e all'estero

 Le migliori scale alla marinara

 

Tra le numerose realizzazioni di M.M. Srl sono state studiate anche diverse soluzioni con scale alla marinara. È il caso, ad esempio, di una struttura realizzata in Piemonte per l’accesso e l’ispezione di serbatoi nell’industria farmaceutica.

Il progetto ha incluso il fissaggio alla parte curva di serbatoi verticali di scale a gabbia, in modo da permettere i movimenti degli stessi dovuti alle dilatazioni termiche e alle azioni di riempimento e svuotamento. 

Anche nel più ampio progetto di una struttura per l’ispezione in sicurezza di vasche per lo stoccaggio di acqua potabile in Belgio, sono state realizzate da M.M. due scalette alla marinara. Leggere, di facile installazione, non richiedono manutenzione e sono idonee al contatto diretto con l’acqua potabile. La prima, necessaria per l’accesso in quota alla passerella; la seconda, da installare all’interno del serbatoio con formulazione ACS per l’acqua potabile. Quest’ultima scala in particolare è stata predisposta in piccoli moduli in modo da consentire la movimentazione e il sollevamento all’interno dell’intercapedine.

Le scale verticali di M.M. vengono fornite prefabbricate fissando i pioli ai montanti con spine in PRFV. La gabbia di protezione anticaduta è realizzata interamente con profili in PRFV assemblati con viti in acciaio inossidabile. Il fissaggio a parete avviene attraverso staffe in PRFV o acciaio inox.

 


Per maggiori dettagli visita il sito di M.M. Srl.

Se sei un progettista contattaci per ricevere i file dwg e gli oggetti BIM per la progettazione

 

mm-logo.jpg

Chi è M.M.

La M.M. srl, azienda friulana attiva dal 1977, produce grigliati e carpenterie di elevata qualità in PRFV (polimeri rinforzati con fibre di vetro) materiale meglio conosciuto come vetroresina. L’azienda offre ai suoi clienti soluzioni ad hoc per le loro specifiche esigenze, attraverso l’offerta di servizi a valore aggiunto come la progettazione tecnica, il calcolo strutturale per materiali compositi, test di resistenza chimica e meccanica, servizi di taglio a misura e sagomatura nonché di verniciatura. La M.M. supporta il cliente dalla progettazione all’installazione, arrivando ad offrire anche un servizio “chiavi in mano” attraverso la propria rete di installatori qualificati.