Gare d’appalto BIM nella P.A.: come fare? Con Harpaceas il partner giusto per soddisfare gli obblighi di legge

17/01/2022 5486

Con la pubblicazione del Decreto BIM (DM 312/2021), il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) ha introdotto alcune importanti modifiche all’impianto legislativo dedicato all’introduzione del BIM per le Gare di Opere Pubbliche. 

Per mercoledì 26 gennaio 2022, dalle 11 alle 12, Harpaceas ha organizzato un nuovo webinar in cui illustrerà le metodologie e le strategie adottate per affiancare tante realtà pubbliche nel processo di adozione del BIM.

 

Appalti pubblici e BIM: le modifiche introdotte dal DM 312

Con la pubblicazione del Decreto Ministeriale numero 312 del 02/08/2021:

  • sono stati rimodulati i tempi di introduzione dell’obbligatorietà dei metodi e degli strumenti elettronici di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture;
  • sono stati proposti i criteri premiali per chi utilizza il BIM;
  • è stato rimodulato l’obbligo degli adempimenti dell’Art. 3 del DM 560/2017 consentendo alle Pubbliche Amministrazioni di poter avvalersi del BIM avendo almeno programmato un piano di formazione, un piano di acquisizione hardware e software, la redazione di un Atto Organizzativo.

L’intento di spingere sull’adozione di metodologie digitali per gestire le gare d’appalto appare chiaro ed evidente, tanto più che anche le Linee Guida per la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica delle opere del PNRR e degli interventi finanziati con fondi europei varate dal MIMS, sono orientate in questo senso.

 

Gare d’appalto BIM nella P.A.: come fare? Il webinar di Harpaceas

 

Alcuni obblighi sono stati quindi modificati, ma gli adempimenti programmati devono comunque essere soddisfatti, convergendo verso quella che è la trasformazione digitale in atto di tutto il comparto delle costruzioni, ormai irreversibile e tesa ad efficientare i suoi processi al fine di ottenere importanti vantaggi in termini economici e di sostenibilità.

Le Pubbliche Amministrazioni sono dunque chiamate ad adottare in modo consapevole il BIM per la digitalizzazione dei processi delle costruzioni al fine di assicurarsi i vantaggi e i benefici citati e assolvere ad un obbligo di legge.

Harpaceas vanta ormai una pluriennale esperienza supportando numerose stazioni appaltanti pubbliche nel loro percorso di adozione del BIM quali, ad esempio, Comuni, Città Metropolitane, Province, Regioni, Multiutilities, Concessionarie, Provveditorati Interregionali OO.PP., Autorità Portuali, Enti Gestori ERP, ecc).

Partecipando a questo incontro potrai conoscere le metodologie e le strategie che abbiamo adottato per affiancare con successo tante realtà pubbliche che si sono rivolte a noi per essere supportate nella adozione del BIM.

Saranno presentati i percorsi formativi più idonei alla creazione di conoscenza all’interno di una Pubblica Amministrazione e sarà dato spazio anche all’illustrazione delle tecnologie software che possono essere presenti nei piani di acquisizione di cui all’Art 3 del citato DM 560/17. 


PARTECIPA ANCHE TU! ISCRIVITI A QUESTO LINK