Prove su edifici esistenti: INDAGINI STRUTTURALI srl tra i primi Laboratori Autorizzati

Un 2022 iniziato con grandi soddisfazioni per Indagini Strutturali Srl, che vede confermato quello che ormai da anni è il proprio impegno e la professionalità dei suoi addetti: un’Autorizzazione Ministeriale inviata ai primi di Gennaio le ha ufficialmente conferito il ruolo di Laboratorio riconosciuto per effettuare prove e controlli sui materiali da costruzione di strutture e costruzioni esistenti. 


Prove su edifici esistenti: il Ministero autorizza un primo gruppo d Laboratori

Il Servizio Tecnico Centrale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha infatti inviato ai primi di Gennaio 2022 un Decreto di Autorizzazione Ministeriale a Indagini Strutturali srl conferendole ufficialmente il ruolo di Laboratorio riconosciuto per effettuare prove e controlli sui materiali da costruzione di strutture e costruzioni esistenti di cui all’art. 59, comma 2, lettera c-bis), del D.P.R. n. 380/2001.

Nello specifico, Indagini Strutturali continuerà a effettuare e certificare le prove e i controlli sui materiali da costruzione di strutture e costruzioni esistenti del Settore A della Circolare 633/STC del 03.12.2019 con ulteriori garanzie certificate e concesse dal Consiglio Superiore del Ministero dei Lavori Pubblici.

 

Vincenzo Giannetto

Tale Certificazione ricevuta è il frutto di un complesso e importante lavoro in team – afferma l’Ing. Vincenzo Giannetto socio fondatore di Indagini Strutturali – lavoro iniziato nel 2018 e consegnato nel 2019, anno in cui era possibile effettuare la richiesta di ammissione a questi Laboratori riconosciuti dal Ministero.

Per questa domanda, infatti, l’intero gruppo di Indagini Strutturali ha dovuto presentare e documentare una serie di interventi di provata importanza, dimostrare la capacità di ogni singolo professionista del team, qualificato e aggiornato mediante corsi di formazione ed esami conclusivi finali riconosciuti e mostrando, infine, tutta la strumentazione idonea e conforme a questo tipo di analisi in loro possesso”.

 

Indagini Strutturali Srl: un team preparato e formato

Guidati dall’Ing. Vincenzo Giannetto, Direttore del nuovo Laboratorio, l’intero team di professionisti competenti e preparati, tutti interni a Indagini Strutturali, continueranno a svolgere gli interventi acquisiti con anche quest’ulteriore importante riconoscimento, forti del loro ruolo specifico come quello dell’Ing. Marko Caretti Belletti, Sperimentatore e del Sig. Gabriel Albu, anch’egli Sperimentatore. Inquadrati nell’organico tecnico, inoltre, anche figure tecniche con la qualifica di Aiuto sperimentatore come l’Arch. Danilo Pofi, l’Ing. Marika Volpe e l’Ing. Serghei Ribac.

 

I requisiti da mantenere

Ai fini del mantenimento della qualità di questi servizi è utile sottolineare i contenuti riportati negli articoli 2 e 3 di questo decreto, che recitano quanto segue: 

Art.2 Il predetto Laboratorio è soggetto al controllo di questo Ministero cui spetta verificare il mantenimento delle condizioni di idoneità accertate. 

Art. 3 - È confermato l’obbligo della verifica annuale e relativa certificazione delle tarature delle apparecchiature di misura di forza, pressione, spostamenti, velocità ed accelerazioni, da parte di uno dei laboratori ufficiali di cui all’ art. 59, co. 1, del D.P.R. n. 380/2001 o da organismi terzi di taratura appositamente accreditati secondo i regolamenti vigenti nel settore. È prescritta la stretta osservanza di tutte le disposizioni contenute nella normativa vigente; in particolare è indicato l’assoluto divieto di emettere certificati di prove che non siano state effettuate, con il personale, con le attrezzature e con le procedure del Laboratorio.”

Aggiunge l’Ing. Vincenzo Giannetto che “Siamo soliti, per la certificazione della gran parte delle Strumentazioni e per la verifica annuale delle tarature avvalerci dei Laboratori Ufficiali delle Università di Napoli e di Potenza, mentre per alcune verifiche e tarature particolari ci rivolgiamo a società specialistiche, autorizzate in tali campi”.

 

Prove su edifici esistenti: INDAGINI STRUTTURALI srl tra i primi Laboratori Autorizzati

 

Decisioni importanti a tutela del nostro patrimonio

Al momento sono state autorizzate 25 società – afferma l’Ing. Vincenzo Giannetto - e l’intenzione del Ministero è quella d’identificarne più o meno altrettante nel giro di breve tempo, per un totale di circa una cinquantina d’aziende esperte in questo settore.”

Ovviamente – prosegue l’Ing. Vincenzo Giannetto - ogni società ha un ambito entro il quale muoversi. Noi come Indagini Strutturali abbiamo presentato la domanda per le categorie basiche di diagnostica che riguardano principalmente le prove di carico, le indagini sulle murature con martinetti piatti, prove sui calcestruzzi (sonreb, pull-out), prelievi delle barre di armatura e dei provini di calcestruzzo, etc.

Con questo decreto si è quindi compresa l’importanza di dare valore a società competenti, ufficializzando dei sistemi di qualità elevati, per poter tenere meglio sotto controllo l’enorme patrimonio presente in Italia sia in termini di opere d’arte o beni culturali sia di infrastrutture ed edifici industriali.

Un aspetto rilevante questo che fa comprendere come in Italia sembra che qualcosa si stia muovendo per evitare che certi personaggi improvvisati, che si qualificano “esperti” in ruoli delicati come la diagnostica delle strutture per verificarne la sicurezza e la durabilità nel tempo, producano danni irreversibili."

“Grazie a quest’autorizzazione ministeriale - aggiunge l’Ing. Volpe - è nata, quindi, una figura tecnica, il diagnosta, che prima non esisteva e che lasciava spazio a chi si dichiarava esperto in indagini strutturali. La nuova figura tecnica è un team di esperti, che va in campo, supportato da laboratori mobili attrezzati di strumentazioni di altissima precisione e ad elevata tecnologia, effettuando le dovute indagini e analizzando materiali e campioni su manufatti di ogni tipo come (edifici, infrastrutture, costruzioni industriali, etc).

Inoltre, ogni Professionista - conclude l’Ing. Volpe - ha una sua specializzazione specifica che deve costantemente tenere aggiornata mediante corsi di formazione qualificati e certificati comprensivi di esami finali”.

 

indagini-strutturali-monitoraggilivellazione01.jpg

 

Certificazioni di qualità

Una buona parte di queste società fin ad ora selezionate, infine, appartengono in qualità di Socio Fondatore, all’Associazione di Categoria Codis, l’Associazione per il Controllo, la Diagnostica e la Sicurezza di Strutture, Infrastrutture e Beni Culturali. Si tratta di una realtà che tutela e valorizza la figura di società e di tecnici esperti in diagnostica di strutture, infrastrutture e beni monumentali, promuovendo e divulgando la cultura della diagnostica, la ricerca per il miglioramento di tecnologie e metodologie di diagnosi, la divulgazione tecnico-scientifica, i monitoraggi strutturali, attraverso l’informazione continua e gli aggiornamenti periodici.

Ricordiamo inoltre che, Indagini Strutturali, oltre a fare parte di quest’Associazione di Categoria, è una società Certificata con Sistema di Gestione Integrata Qualità-Sicurezza, conforme alle Norme UNI EN ISO 9001:2015 (certificato N. 18441/08/S) e UNI ISO 45001:2018 (certificato N.N. OHS-3741), rispettivamente, in riferimento ai sistemi di gestione per la qualità, per la salute e per la sicurezza sul Lavoro.

Inoltre, in questo team di professionisti sono presenti tecnici specializzati in controlli non distruttivi di secondo e di terzo livello, ispettori di ponti, viadotti e passerelle di terzo e di secondo livello, tutti certificati con Società di Certificazione regolarmente autorizzate e riconosciute a Livello Nazionale.

È da aggiungere poi la Certificazione Certing che lo stesso Ing. Giannetto ha conseguito con il CNI.


Breve cronistoria di questo decreto

indagini-strutturali-monitoraggi-periodici-05.jpg


indagini-strutturali_logo.jpg

Chi è Indagini Strutturali