Parquet: i giunti di dilatazione per posa flottante

Con l’acquisto di un pavimento flottante, sia esso un parquet o un laminato, è necessario durante la posa in opera tener presente la formazione di giunti di dilatazione.

Quando ci si approccia a pavimenti di questo tipo, che possono avere una posa flottante o galleggiante, essendo il legno un materiale soggetto a dilatazioni dovute all'umidità e alla temperatura ambientale, è importante, in fase di progettazione, prevedere dei giunti di dilatazione.


La posa di un parquet flottante

Il parquet flottante è un’unica superficie di legno appoggiata al suolo e quindi libera di assestarsi.

La posa in opera avviene adagiando gli elementi lignei direttamente sul piano di posa livellato, su una barriera al vapore e sullo strato di isolante acustico.

Gli elementi vengono fissati tra di loro o con un sottile strato di colla vinilica D3, applicato nella parte inferiore della femmina, o a mezzo di particolari incastri a secco, o a mezzo di qualsiasi altro meccanismo che assicuri l’accostamento degli elementi stessi secondo le specifiche fornite dai produttori.

Ovviamente non tutti i legni si comportano allo stesso modo, alcuni sono più adatti a essere adoperati per realizzare pavimentazioni di grandi superfici, altri meno, ma tendenzialmente quando si opta per un parquet prefinito in legno è sempre opportuno tenere in considerazione le condizioni igrometriche ambientali.

Durante la posa in opera degli elementi lignei va rispettata una distanza dalle pareti, proporzionale alle dimensioni della pavimentazione.

 

I giunti di dilatazione per la posa flottante del parquet

 

Giunti di dilatazione nel parquet flottante: le prescrizioni secondo normativa

La normativa UNI 11368 prescrive l’impiego di giunti di dilatazione quando si posa un parquet flottante con lunghezze superiori ai 12 m e larghezze superiori a 8 m, in quanto il legno è un materiale fortemente soggetto a ritiro o a dilatazione a seconda delle condizioni termo igrometriche dell’ambiente in cui è inserito.

Il giunto, di almeno 30/40 mm sarà successivamente coperto da un profilo coprigiunto.

In corrispondenza di soglie e raccordi con altre pavimentazioni vanno previsti opportuni giunti di dilatazione da coprire successivamente con profili coprigiunto. Intorno a pilastri o altre parti in elevazione uscenti dal massetto, si consiglia una fuga di circa 1 cm da coprire con apposite rosette.

Tale spazio deve essere considerato non soltanto nei confronti delle pareti, ma anche di porte, portefinestre, piastre di camini, tubazioni e altre pavimentazioni adiacenti.

È altresì necessario usare un battiscopa di idoneo spessore per coprire il bordo perimetrale del pavimento finito.

La funzione del giunto di dilatazione è proprio quella di assorbire le dilatazioni volumetriche legate al comportamento igroscopico del legno.

 

Istruzioni per la corretta posa dei giunti di dilatazione

Giunti di dilatazione perimetrali: per quanto riguarda i giunti perimetrali del parquet occorre prevedere 1,5 mm per metro lineare di pavimento su entrambi i lati in senso longitudinale alla fibratura del legno i movimenti sono inferiori ad un terzo, quindi lo spazio di espansione diventa di 0,5 mm per metro lineare di pavimento su entrambi i lati.

Giunti di dilatazione intermedi: in ambienti di gradi dimensioni è consigliabile prevedere un giunto di dilatazione intermedio almeno ogni 12 m in senso parallelo alla fibratura del legno e ogni 30 m in senso longitudinale.

Suddivisione degli ambienti: la posa degli elementi dovrebbe avvenire, se possibile, nel senso della lunghezza del locale in modo da ridurre al minimo le giunture di testa. A tal fine è consigliabile rendere indipendenti i pavimenti nei diversi locali, con il vantaggio ulteriore di garantire loro una buona possibilità di movimento in tutte le direzioni. In tal caso è necessario l’impiego dei profili coprigiunto in corrispondenza delle soglie.

La mancata osservanza di queste istruzioni potrebbe causare anomali rigonfiamenti del parquet anche non in prossimità del punto di contatto.

 


Avvertenza

Oltre all'aspetto tecnico, non bisogna trascurare quello estetico e funzionale: infatti, il giunto di dilatazione per i pavimenti in legno, oltre a essere bello da vedere, non deve essere un elemento di pericolo che possa portare le persone a inciampare.


 

Per evitare la formazione di giunti di dilatazione in una pavimentazione lignea l’unico sistema e di adottare una posa con colla. La dilatazione del parquet posato a colla potrà subire, per effetto delle variazioni di temperatura e umidità nell’ambiente delle lievi variazioni dimensionali ma risulteranno essere minime ed impercettibili, anche su grandi superfici come saloni, palestre, ecc.

 


SPECIALE

Tutto quello che c'è da sapere sul parquet

Parquet e pavimenti in legno: tutto quello che è importante sapere

Una raccolta di appunti tecnici dedicata alle caratteristiche principali, alla posa in opera e alla manutenzione dei pavimenti in legno.

Con l'obiettivo di dare un supporto immediato ai nostri lettori interessati a capire di più sul tema, abbiamo realizzato questa pagina di collegamento a diversi articoli pubblicati sul nostro portale grazie al contributo di tecnici esperti ed in particolare di Paolo Rettondini.

LINK allo Speciale a cura di Paolo Rettondini


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su