Architettura e patrimonio esistente: dalla riqualificazione green agli smart building I WEBINAR

08/02/2022 5692

Giovedì 10 febbraio 2022, dalle 11.30 alle 12.30, si terrà un nuovo webinar, organizzato da Harpaceas, che vuole far capire come il metodo BIM, combinato a tecnologie digitali, aiuti gli architetti a proiettarsi nel futuro.

Si parlerà di Architettura e Patrimonio Esistente, dalla riqualificazione Green agli Smart building, attraverso la presentazione di due progetti di ricerca: uno è un nuovo modo di concepire le costruzioni con una riqualificazione poco invasiva, l'altro s'inserisce in una logica di digital transformation.


Architetti: BIM e tecnologie digitali per una nuova era

La visione del futuro per gli architetti corre oggi sui binari del rispetto di chiari valori cardine quali la sostenibilità, l’economia circolare e l’innovazione.

La sfida diventa ancora più interessante se parliamo di patrimonio esistente a prescindere che si tratti di edifici senza particolare rilevanza architettonica, oppure con valenze culturali di rilievo, per l’unicità o il valore ambientale che rappresentano.

Il webinar punta attraverso l’analisi di due progetti di ricerca, AdEsa e SAMBA, a rendere evidente come il ricorso al metodo BIM combinato con tecnologie digitali aiuti gli architetti a salire a bordo del treno per la modernità.

 

Webinar Harpaceas su Architettura e patrimonio esistente

 

Il progetto AdESA, sviluppato in partnership con Marlegno, Edilmatic e le Università di Bergamo e Brescia, rappresenta un nuovo modo di concepire le costruzioni riqualificando, in modo celere e poco invasivo per gli abitanti, il patrimonio esistente ed estendo la vita utile di quegli edifici non progettati per durare nel tempo.

Il progetto SAMBA, invece, è uno dei 33 progetti di eccellenza selezionati da bando “Call Hub Ricerca e Innovazione” di Regione Lombardia. SAMBA si inserisce in una logica di digital transformation che vede, grazie alle nuove tecnologie, la rivisitazione dei processi lavorativi garantendo trasparenza nella fruizione dei servizi, condivisione di spazi e risorse (umane, materiali, intellettuali, economiche), nuovi ambiti di inclusione e contribuendo a un miglioramento della qualità della vita lavorativa e quindi della sostenibilità sociale. 

Entrambe le iniziative hanno visto l’utilizzo del software Allplan Architecture che rappresenterà lo strumento utilizzato durante l’incontro.

 


PARTECIPA ANCHE TU! ISCRIVITI A QUESTO LINK