Sigillatura dei giunti nei pavimenti industriali con la poliurea a freddo

La poliurea a freddo è un sigillante bicomponente a rapida asciugatura, ideale per pavimenti ad alto traffico e molto sollecitati.

Unisce la giusta elasticità in grado di contrastare i movimenti dei giunti all'ottima resistenza meccanica per sopportare i carichi più pesanti.

Scopri tutti i vatanggi in questo articolo.


I giunti di contrazione: cosa sono e qual è la loro funzione

I giunti di contrazione o di controllo costituiscono la maggior parte di tutti i giunti presenti in una pavimentazione in calcestruzzo e molte volte sono anche la principale causa di problematiche.

I giunti di contrazione vengono realizzati mediante il taglio meccanico della piastra in calcestruzzo, ad una determinata profondità, al fine di indurre una fessurazione controllata, causata dal ritiro igrometrico del calcestruzzo.

In altre parole, quando il calcestruzzo inevitabilmente si ritira e si spezza, lo fa nel punto più debole che risulta essere il taglio effettuato sulla piastra, si crea così una linea ben definita - il giunto - invece che avere crepe casuali sulla lastra.

I giunti di contrazione, evitano che le fessure si manifestino casualmente sulla superficie del pavimento, non eliminano il ritiro della piastra, ma ne consentono il controllo.

 

La sigillatura dei giunti di contrazione nelle pavimentazioni in calcestruzzo

Il riempimento o sigillatura dei giunti è di fondamentale importanza: se ciò non viene fatto le ruote dei veicoli possono produrre sbrecciamenti, slabbramenti e rotture del calcestruzzo su linee parallele al giunto che porterebbero ad un rapido deterioramento della pavimentazione con conseguenti danni come la continua formazione di polvere, pericolosità per i carichi, danni al personale sui carrelli e danni ai carrelli stessi.

In genere, il primo riempimento del giunto viene eseguito con un profilato preformato in gomma infilato a pressione nel giunto. Questo profilato ha lo scopo di proteggere i giunti nella fase iniziale del pavimento, ma con il tempo e i ritiri igrometrici del calcestruzzo sono destinati ad essere asportati.

Per sigillare i giunti dopo la maturazione della pavimentazione si usano prodotti polimerici che devono svolgere le seguenti funzioni:

  • capacità di deformazione elastica per permettere al giunto e alle lastre di muoversi, senza creare contrasti;
  • mantenere il giunto chiuso man mano che si allarga, rimanendo sempre in aderenza alle lastre;
  • avere una durezza sufficientemente elevata per proteggere gli spigoli del giunto dal danno prodotto dalle ruote.

Per soddisfare questi requisiti il materiale dovrebbe possedere caratteristiche in parte contrastanti: elevata elasticità ed appropriata durezza.

La Guida ACI 302 (American Concrete Institute) suggerisce l’impiego di una resina “semirigida”, il ché comporta una Durezza Shore A di circa 70-80 e di conseguenza una capacità di allungamento maggiore del 200%.

 

La poliurea a freddo per la sigillatura dei giunti

La poliurea a freddo utilizzata per la sigillatura dei giunti è un composto polimerico bicomponente con caratteristiche uniche.

La principale proprietà è la rapidità di asciugatura: in pochi secondi inizia la reazione tra i due componenti e in meno di un’ora si potrà aprire al traffico.

Un sigillante a rapida asciugatura garantisce importanti risparmi in termini economici in quanto si accorciano notevolmente i tempi di applicazione e si eliminano eventuali fermi produttivi.

 

I vantaggi della poliurea

Una caratteristica molto importante della poliurea è che si deve considerare come un sigillante semirigido: un’elevata durezza Shore tra 70 e 80 uniti ad una resistenza a trazione tra 5 e 15 MPa ed un allungamento pari al 200% la rendono un materiale perfetto per la sigillatura definitiva dei giunti. Unisce la giusta elasticità in grado di contrastare i movimenti delle piastre ad un’ottima resistenza meccanica adatta anche ai traffici più intensi.

L’elevata durezza Shore e la perfetta adesione alle pareti della lastra in calcestruzzo rendono la Poliurea un perfetto sigillante anche per i pavimenti levigati, si presta infatti ad essere applicata sia prima del processo di levigatura che successivamente.

Ideale anche come sigillante nelle pavimentazioni in resina in quanto ha ottime capacità di adesione per i rivestimenti successivamente applicati.

 

Valpol 70: il sigillante autolivellante a base di poliurea con applicazione a pompa

Valpol 70 è un sigillante per giunti elastomerico a base di poliurea autolivellante, 100% solido, flessibile, bicomponente, a polimerizzazione rapida. Viene utilizzato per riempire fessure o crepe interne, giunti di controllo o giunti di nuova costruzione su superfici orizzontali in calcestruzzo.

Valpol 70 è progettato specificamente per applicazioni su pavimenti industriali soggetti a traffico pesante, come carrelli elevatori o carrelli con ruote in acciaio.

Valpol 70 è flessibile, in grado di contrastare piccoli movimenti della lastra, ma offre un’ottima resistenza per proteggere i bordi verticali del calcestruzzo da eventuali scheggiature o sbrecciamenti.

Può essere utilizzato anche in applicazioni esterne dove si possono verificare piccoli movimenti di giunti o crepe dovuto al ciclo termico.

Valpol 70 è consigliato per la riparazione di crepe, giunti di controllo danneggiati o giunti di nuova costruzione in celle frigorifere, congelatori e impianti di lavorazione degli alimenti dove il tempo e la temperatura possono essere seri problemi.

 


CLICCA QUI - SCARICA LA SCHEDA TECNICA DI VALPOL 70


 

Quale pompa utilizzare per l'applicazione di Valpol 70?

JOINT FILLER MACHINE RS21 è un nuovo sistema di pompe peristaltiche brevettato per resine bi-componente a dosatura volumetrica con rapporto fisso 1:1.

Di facile uso e minima manutenzione, permette di regolare la portata per un ottimale riempimento dei giunti elastici.

Le caratteristiche di JOINT FILLER MACHINE RS21:

  • Pompa peristaltica gemella a doppia testa;
  • Motoriduttore monofase con alimentazione a 220V, inverter e potenziometro per regolazione diretta;
  • Rapporto di miscelazione fisso 1:1;
  • Due serbatoi per materiale A e materiale B da 10 Kg ciascuno;
  • Portata regolabile da 250 g/min a 600 g/min;
  • Riempimento da 2 a 20 metri lineari al minuto;
  • Ingombro del sistema completo 700x400x800 mm (LxLxH).

CLICCA QUI - SCOPRI DI PIU' SULLA SIGILLATURA DELLE PAVIMENTAZIONI


Concrete Solution Italia: la sigillatura delle pavimentazioni in calcestruzzo