Mercato del parquet: i dati 2021 secondo il FEP

23/02/2022 4860

FEP, la Federazione europea dell’industria del parquet, ha reso note alcune stime preliminari circa l'andamento di mercato 2021.

Sulla base delle informazioni ottenute dalle aziende associate e dalle associazioni nazionali, FEP stima che i consumi di parquet in Europa per l’anno 2021 hanno avuto un incremento del 5,8% rispetto all'anno 2020.

Resta l'incognita sulla fornitura delle materie prime.


FEP: nel 2021 un +5,8% nel consumo di parquet

Federazione europea dell’industria del parquet (FEP) stima che i consumi di parquet in Europa nel 2021 sono aumentati del 5,8% rispetto l'anno 2020.  Questo è il risultato preliminare delle migliori stime discusse con i rappresentanti dei paesi membri durante una riunione del Consiglio FEP. La Federazione informa che i dati completi saranno diramati il ​​prossimo giugno nel corso della 66a Assemblea Generale e il 46° Congresso del Parquet, in programma ad Amburgo il prossimo 9 e 10 giugno.

 

Marcato del parquet 2021

 

Motore della crescita dei consumi di parquet è la ristrutturazione

"Dopo un 2020 stabile, il consumo europeo di parquet è cresciuto del 5,8%, nonostante la pandemia. I consumi sono cresciuti su tutti i mercati europei, soprattutto nel primo semestre 2021. Durante il resto dell’anno la domanda è continuata a crescere, ma a ritmo più lento" si legge nella nota diffusa dalla Federazione.

"La ristrutturazione e l’adeguamento delle case alla vita “post-covid-19”, rimane comunque il motore della crescita dei consumi di parquet in Europa. Come di consueto, i risultati mostrano variazioni da paese a paese, riflettendo anche l’evoluzione della pandemia e le relative misure governative nei diversi Stati membri nel 2021 e nel 2020.

Paesi come Francia e Italia – che non sono stati in grado di compensare la perdita subita durante il lockdown della primavera 2020 e hanno registrato un calo del consumo di parquet per l’intero anno 2020 – stanno registrando i maggiori incrementi del consumo di parquet nel 2021 rispetto al 2020. Per contro, i paesi che hanno compensato in tutto o in parte, nel secondo semestre del 2020, la cattiva performance osservata nel marzo-aprile dello stesso anno, registrano generalmente tassi di crescita inferiori, ma comunque sostenuti. È il caso di Austria, Germania, Scandinavia e Spagna; il mercato svizzero del parquet mostra un tasso di progressione significativamente più elevato."

 

Parquet: mercato in crescita seppur con qualche ostacolo

Tutti gli Stati membri sono ora tornati o addirittura oltre i livelli di consumo del 2019 e la domanda continua a crescer, fanno sapere dalla Federazione.

"Tuttavia, a volte è difficile evadere gli ordini in tempo poiché la questione della fornitura di materie prime - disponibilità e convenienza - rimane acuta. Anche la fornitura di colle, lacche... e ora gli sbalorditivi costi energetici stanno ostacolando l'evoluzione positiva dei mercati europei del parquet.

È giunto il momento che le autorità europee considerino la questione delle materie prime e adottino le misure pertinenti. Questo è fondamentale se quelle autorità vogliono che i prodotti in legno svolgano efficacemente il loro ruolo positivo e affrontino il cambiamento climatico risparmiando CO2!" dichiara FEP.

 

Fonte: FEP - Federazione europea dell’industria del parquet

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su