Consolidamento edifici: un focus di approfondimento del Gruppo Laterlite

Come le soluzioni Leca, Lecablocco, Ruregold e Gras Calce possono portare valore aggiunto in ristrutturazioni e in nuove costruzioni. Nell'ultimo numero di Metrocubo 121 è presente un focus sul consolidamento degli edifici con il sistema Leca-Centrostorico, sull’importanza di coniugare leggerezza e resistenza e sui vantaggi di poter contare su una soluzione certificata e sicura come Perimetro Forte, in grado di rendere il consolidamento efficace in ogni tipologia di solaio.


Consolidamento edifici: le tante soluzioni possibili grazie ai prodotti del gruppo Laterlite

È uscito Metrocubo 121, un nuovo numero della rivista di approfondimento dedicata alle possibilità applicative e alle caratteristiche tecniche dei prodotti a base di argilla espansa Leca e delle altre soluzioni dei brand del gruppo Laterlite negli interventi di recupero e di nuova costruzione.

Il tema principale di questo numero è il consolidamento, statico o antisismico, e i vantaggi che una soluzione certificata come Perimetro Forte può portare, anche in funzione dell’ottenimento delle agevolazioni fiscali legate al Sismabonus

Sono le referenze a raccontare le numerose possibilità applicative delle soluzioni Leca, Lecablocco, Ruregold e Gras Calce, sia in progetti di riqualificazione del patrimonio esistente, sia in nuove costruzioni.

Per il restauro della facciata e della copertura della Basilica di Santa Maria Maggiore a Nicosia, in provincia di Enna, è stata fondamentale la malta naturale per muratura e intonaco a base di calce idraulica naturale NHL Malta Antica, soluzione messa a punto da Gras Calce per interventi compatibili con le preesistenze e in presenza di edifici storici.

 

Consolidamento edifici: un focus di approfondimento del Gruppo Laterlite

 

Proprio il consolidamento antisismico leggero dei solai è stato protagonista nella referenza di Palazzo Gambirasi a Roma, edificio storico per il quale è stato previsto un intervento di miglioramento sismico reso possibile dal sistema Leca-CentroStorico Perimetro Forte, con l’utilizzo di circa 1.200 Connettori CentroStorico e una soletta in calcestruzzo leggero strutturale Leca.

L’argilla espansa LecaPiù è invece stata determinante per riqualificare il parcheggio interrato di Verrès (AO): rispondeva alla necessità di un materiale leggero che evitasse di gravare sulla struttura esistente, ma che avesse allo stesso tempo caratteristiche di elevata resistenza alla compressione e ai carichi superficiali, poiché il piazzale sovrastante il parcheggio era destinato a essere area di stazionamento e di passaggio degli autobus. 

I materiali compositi FRCM di Ruregold hanno contribuito al rinforzo strutturale di un sistema binato di viadotti a Roma, garantendo il ripristino dell’infrastruttura e la durabilità necessaria in funzione dei carichi di esercizio.

Le proprietà di isolamento termico di Lecablocco Bioclima Zero sono state determinante per realizzare il nuovo complesso residenziale di edilizia popolare di Portici: due palazzine costruttivamente all’avanguardia che rispettano gli standard più avanzati in materia di progettazione edilizia.

 

Nuovo complesso residenziale a Portici-Gruppo Laterlite

 

Gli stessi Lecablocco Bioclima Zero hanno contribuito a realizzare le tamponature esterne e perimetrali a elevato isolamento termico del nuovo centro polifunzionale di Portici, sorto al posto di un immobile preesistente nell’ambito di un progetto di rigenerazione urbana di un’area periferica della città.

Non potevano mancare le soluzioni per il verde a base di argilla espansa Leca, che hanno consentito di realizzare un tetto verde di tipo estensivo nel complesso commerciale di Vallecrosia (IM), in un progetto rispettoso dei caratteri ambientali dell’area costiera ligure. Alla valenza estetica e paesaggistica si sono affiancati vantaggi tecnici importanti, come l’incremento dell’isolamento termico e acustico dell’edificio.

Infine, una referenza legata al Sismabonus: le soluzioni per il rinforzo strutturale Ruregold a base di materiali compositi FRCM hanno permesso di ripristinare l’integrità strutturale di un edificio residenziale in Campania in muratura di tufo, assicurando piena compatibilità con i materiali originali e una adeguata durabilità. L’intervento ha consentito di migliorare il comportamento scatolare dell’edificio realizzando cerchiature esterne resistenti e affidabili.

Nell’approfondimento tecnico Elementi, infine, vengono descritte le caratteristiche che contraddistinguono il sistema di consolidamento statico e antisismico dei solai Leca-Centrostorico, e i risultati che questo garantisce in termini di sicurezza statica, portata e leggerezza, sicurezza antisismica.

Viene presentata la nuova gamma di Connettori CentroStorico per solai in legno, acciaio e calcestruzzo, cuore del sistema di interconnessione tra il solaio esistente e la nuova soletta in calcestruzzo armato. I Connettori CentroStorico sono certificati dall’Università di Trieste e Bergamo per interconnessione meccanica e dal Politecnico di Milano per l’interconnessione chimica, in relazione alla tipologia del solaio e alla praticità di messa in opera. 

La gamma nel 2022 si è ampliata, sono stati introdotti nuovi elementi con sistemi ancora più performanti e le nuove soluzioni per solai in acciaio incollato e saldato che vanno a completare le soluzioni per i solai in legno, in acciaio e calcestruzzo esistenti. A queste si affianca la connessione chimica, soluzione tecnica “non invasiva” con il Connettore CentroStorico Chimico.


Logo Laterlite