Nuovo CCNL Edilizia, siglato il nuovo contratto: ecco cosa cambia

10/03/2022 5434

Rinnovo CCNL Edilizia: nel contratto 2022-2024 sono previsti investimenti in sicurezza e formazione, aumenti salariali minimi di 92 euro e incentivi per i giovani in cantiere.


ANCE, Alleanza delle cooperative (LegaCoop, Confcooperative, Agci) e i rappresentati di Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil hanno siglato, lo scorso 3 marzo 2022, il rinnovo del contratto collettivo nazionale dei lavoratori dell'edilizia.

Il testo del "Rinnovo 2022-2024 del contratto collettivo nazionale per i lavoratori dipendenti delle imprese edili ed affini e delle Cooperative" (scaricabile in allegato) è passato ora al vaglio delle assemblee dei lavoratori per l'approvazione definitiva, prima della pubblicazione e dell'entrata in vigore.

Nuovo CCNL Edilizia, siglato il nuovo contratto: ecco cosa cambia

I punti cardine

L'ANCE, che per prima ha comunicato l'annuncio dell'accordo, ha reso noto che i punti cardine del nuovo contratto sono "qualità, formazione e sicurezza, grazie anche al contributo concreto del sistema bilaterale che è pronto a investire sulla professionalità dei lavoratori e sulla qualificazione delle imprese".

Le Associazioni datoriali e sindacali hanno condiviso inoltre la necessità di portare avanti un impegno comune a sostegno di tutto il settore nella realizzazione delle opere del PNRR e per affrontare in modo unanime urgenze quali l’aumento dei prezzi e le conseguenze su lavoratori e imprese.

 

La parte economica e i giovani

Per la parte economica è stata raggiunta un'ipotesi di accordo con un aumento di 92 euro al primo livello e scadenza al 30 giugno 2024. "Grande attenzione - sottolinea l’ANCE - è rivolta a favorire l'ingresso dei giovani nel settore" per i quali sono previsti premi e incentivi.

 

Formazione e sicurezza

Gli aumenti salariali e il supporto ai giovani saranno affiancati da investimenti sulla formazione e sulla sicurezza e sulla qualificazione delle imprese e delle competenze.

Le aziende che indirizzeranno i lavoratori alla formazione saranno, inoltre, premiate con un ulteriore aumento del 20%.

Nel contratto è previsto in tutta Italia, dal 1° ottobre 2022, un contributo minimo all’1% per gli enti unificati di formazione e sicurezza (ripartito al 50%).

Inoltre:

  • viene istituita l'Anagrafe RLS di tutte le aziende, con riduzione a 3 anni dell'obbligo di ripetere la formazione per tutti i lavoratori;
  • sono previste 16 ulteriori ore obbligatorie per gli impiegati tecnici che entrano per la prima volta in cantiere.

 

Orari di lavoro e squadre

Il nuovo CCNL Edilizia prevede anche la possibilità di lavoro 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, previa contrattazione e accordo con i sindacati, impiegando almeno 4 squadre e stabilendo un massimo di 8 ore di lavoro continuativo al fine di garantire la massima sicurezza.


IL NUOVO CCNL EDILIZIA 2022-2024 FIRMATO E' SCARICABILE IN FORMATO PDF PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su