La marcatura CE dei componenti strutturali in acciaio e/o alluminio UNI EN 1090-1:2012

Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio parte 1: requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali

La seguente relazione riassuntiva della norma affronta gli aspetti tecnici della marcatura CE delle opere di carpenteria strutturale.

La UNI EN 1090-1 è una norma destinata a mutare l’assetto di certificazione per tutti i fabbricanti di componenti in acciaio ed alluminio.
Oggi è già possibile immettere sul mercato prodotti marcati CE solo dopo averli caratterizzati attraverso l’effettuazione delle prove iniziali di tipo (ITT) e dopo aver implementato il controllo del la produzione in fabbrica (FPC). Attività per le quali è necessaria la verifica di un Ente Notificato secondo la nuova notifica CPR, come Istituto Giordano.

Introduzione
La norma EN 1090-1:2012 è una norma armonizzata secondo la Direttiva Prodotti da Costruzione (89/106/CE), oggi abrogata dal Regolamento 305/2011/UE e riguarda la valutazione della conformità di strutture di acciaio e di alluminio.
Questa norma specifica i requisiti per la valutazione di conformità delle caratteristiche di componenti strutturali in acciaio e in alluminio, di prodotti in kits immessi sul mercato come prodotti da costruzione nonché per la valutazione delle caratteristiche di componenti in acciaio utilizzati in strutture composte da acciaio e calcestruzzo.
Dal 1° gennaio 2012 la norma 1090-1 è entrata nel periodo transitorio che si concluderà il 1° luglio 2014.

Campo di applicazione della norma
come indicato nel D.M. 2008
I materiali ed i prodotti per uso strutturale utilizzati nelle opere, devono rispondere ai requisiti indicati nel seguito.
I materiali e prodotti per uso strutturale devono essere:
- identificati univocamente a cura del produttore, secondo le procedure applicabili;
- qualificati sotto la responsabilità del produttore, secondo le procedure applicabili;
- accettati dal Direttore dei lavori mediante acquisizione e verifica della documentazione di qualificazione, nonché mediante eventuali prove sperimentali di accettazione.
In particolare, per quanto attiene l’identificazione e la qualificazione, possono configurarsi i seguenti casi:
A) materiali e prodotti per uso strutturale per i quali sia disponibile una norma europea armonizzata il cui riferimento sia pubblicato su GUUE. Al termine del periodo di coesistenza il loro impiego nelle opere è possibile soltanto se in possesso della Marcatura CE, prevista dalla Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione” (CPD), recepita in Italia dal DPR 21/04/1993, n.246, così come modificato dal DPR 10/12/1997, n. 499;
B) materiali e prodotti per uso strutturale per i quali non sia disponibile una norma armonizzata ovvero la stessa ricada nel periodo di coesistenza, per i quali sia invece prevista la qualificazione con le modalità e le procedure indicate nelle presenti norme. E’ fatto salvo il caso in cui, nel periodo di coesistenza della specifica norma armonizzata, il produttore abbia volontariamente optato per la Marcatura CE;
C) materiali e prodotti per uso strutturale innovativi o comunque non citati nel presente capitolo e non ricadenti in una delle tipologie A) o B). In tali casi il produttore potrà pervenire alla Marcatura CE in conformità a Benestare Tecnici Europei (ETA), ovvero, in alternativa, dovrà essere in possesso di un Certificato di Idoneità Tecnica all’Impiego rilasciato dal Servizio Tecnico Centrale sulla base di Linee Guida approvate dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Cosa si intende per componente strutturale e cosa si intende per struttura (da eurocodice 0)
Struttura: Combinazione organizzata di parti connesse progettate in modo sopportare carichi e fornire adeguata rigidezza.
Componente strutturale: parte fisicamente distinguibile di una struttura (per esempio una colonna, una trave, lastra, palo di fondazione).

Entrata in vigore della norma e connessioni con NTC
Continua il periodo transitorio iniziato il 1° gennaio 2011 della UNI EN 1090-1 che diventerà cogente il 1° luglio del 2014.
Tale norma è destinata a mutare l’assetto di certificazione per tutti i fabbricanti di manufatti in acciaio ed alluminio.
Per le Officine di carpenterie metalliche che lavorano/trasformano l'acciaio ad uso strutturale, la marcatura CE secondo la UNI EN 1090-1 sostituisce l'iter di attestazione di "Centro di Trasformazione" presso il Servizio Tecnico Centrale, limitatamente per i prodotti che rientrano nello scopo della EN 1090-1.