Come si certifica un posatore di piastrellature ceramiche? La norma, la certificazione e cosa fare per ottenerla

Sei un posatore di piastrelle in ceramica? Potresti ottenere molti vantaggi ottenendo la certificazione. Scopri come fare!

 

La certificazione per posatore di piastrellature ceramiche: la norma

Questo tipo di certificazione è a carattere volontario, non essendo previsto un obbligo legislativo in tal senso, ma, con la pubblicazione della norma Uni 11493-2, che definisce le conoscenze, abilità e competenze dei posatori di piastrellature, si avrà in ogni caso la possibilità di ottenere una certificazione riconosciuta come titolo professionale ai sensi della Legge 4/2013.

 

Lo schema di certificazione

ICMQ arricchisce ulteriormente l’offerta di certificazione delle competenze nel settore edilizio con una nuova figura che si occupa della posa di piastrellature ceramiche.  

ICMQ ha sviluppato lo schema di certificazione delle competenze del Posatore di piastrellature ceramiche in collaborazione con Schlüter-Systems Italia S.r.l., organismo di valutazione di ICMQ dei posatori di piastrellature ceramiche. L’obiettivo è estendere l’accreditamento ad Accredia anche per la certificazione delle competenze di questa figura professionale.

 

La figura professionale del posatore: compiti e attività

Il posatore si occupa della corretta esecuzione dei lavori di installazione della piastrellatura in conformità al progetto, della verifica della qualità dei materiali, dello stato del supporto, oltre che dello stoccaggio, dei materiali. 

I compiti e le attività specifiche del posatore sono:

  • pianificare il lavoro e predisporre il sottofondo e/o il supporto murario;
  • mettere in opera i riferimenti geometrici essenziali per la posa;
  • preparare le malte e/o gli adesivi;
  • realizzare i rivestimenti mediante tecniche di posa a malta e con adesivi;
  • realizzare e curare i particolari di finitura e posa;
  • effettuare la pulizia finale per la consegna del lavoro.

Il posatore deve essere in grado di posare in opera il materiale in conformità ai requisiti tecnici e di aspetto previsti alla parte 1 della norma Uni 11493. La parte 1 della norma Uni 11493 definisce le istruzioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione delle piastrellature ceramiche, mentre la parte 2 della stessa norma Uni 11493 definisce le conoscenze, abilità e competenze dei posatori di piastrellature ceramiche a pavimento e a parete. 

 

L’iter e le modalità per ottenere la certificazione

In conformità alla norma Uni 11493-2 del 2016, ICMQ ha definito un percorso di certificazione delle competenze in cui l’esame è costituito da una prova scritta: test con domande a risposta multipla, una prova pratica in situazioni operative con la realizzazione di un sistema di piastrellatura in ceramica presso un laboratorio di posa, che si esplica attraverso la realizzazione di un manufatto ceramico complesso sulla base di un disegno tecnico assegnato. Infine prevede anche una prova orale, durante la quale viene discusso l’esito delle prove precedenti, verificata l’attività professionale del posatore.

Per l’ammissione all’esame il candidato dovrà dimostrare di aver svolto un periodo di pratica professionale nel settore di almeno 4 anni.

 

I vantaggi del posatore certificato

Scegliere il percorso di certificazione presenta importanti vantaggi:

  • fornisce al mercato l'evidenza di operare secondo le migliori pratiche riconosciute a livello europeo;
  • in caso di contenzioso semplifica la prova di aver operato con la massima diligenza e professionalità;
  • distingue sul mercato chi ha scelto di affidare la verifica delle proprie capacità personali e professionali a un organismo di certificazione imparziale e indipendente.

Box per lo svolgimento della prova d’esame per la certificazione del Posatore di piastrellature ceramiche
Box per lo svolgimento della prova pratica d’esame


SCOPRI DI PIÙ SULLE ATTIVITÀ DI ICMQ