Protezione passiva al fuoco degli edifici con Ytong: il sistema costruttivo incombustibile e traspirante

La protezione passiva al fuoco degli edifici è fondamentale per offrire sicurezza in caso di incendio e facilitare le operazioni di evacuazione: i blocchi Ytong sono incombustibili e resistono ad altissime temperature senza bruciare, né alimentare le fiamme, né sviluppare fumi.

Nell'articolo si approfondiscono le tematiche relative alle proprietà uniche di Ytong anche in materia di protezione passiva in caso di incendio.

Per approfondire i vantaggi del Sistema Ytong in tema di protezione dal fuoco, Xella sarà presente anche a “Safety Village”, evento formativo che si terrà a Salerno il prossimo 6 Aprile.

 

Ytong, il sistema costruttivo incombustibile: elevate performance di protezione

Il sistema da costruzione Ytong è costituito da calcestruzzo aerato autoclavato (CAA), un materiale prodotto con materie prime minerali che si caratterizza anche per una eccellente resistenza al fuoco (Euroclasse A1, incombustibile).

La certificazione in Euroclasse A1 di reazione al fuoco attesta l’incombustibilità del materiale. Questa performance rende i blocchi Ytong ideali per la realizzazione di pareti esterne e di compartimentazione interne in edifici civili e industriali, garantendo elevate prestazioni di resistenza al fuoco fino a EI240

L’eccellente grado di resistenza al fuoco dei sistemi Ytong costituisce un plus fondamentale sia nelle realizzazioni civili sia in quelle industriali e commerciali, per il fondamentale contributo che tale materiale da costruzione può dare nella protezione in caso di incendio.

I sistemi costruttivi Ytong offrono una serie di vantaggi e prestazioni di protezione passiva al fuoco, difficilmente riscontrabili in altri materiali. Una facciata realizzata in blocchi Ytong protegge gli edifici da eventi avversi che possono verificarsi all’esterno, come l’incendio di un’auto o di un cassonetto in prossimità di un edificio, solo per citare due esempi non insoliti.

In questo caso le pareti perimetrali in calcestruzzo cellulare attenuano notevolmente la possibilità di penetrazione dell’incendio dall’esterno e nel complesso evitano, in caso di incendio attivo nella costruzione, che la stabilità dell’intero edificio venga compromessa. Applicato, invece, come muratura interna per pareti divisorie, Ytong è in grado di compartimentare efficacemente gli incendi, impedendo la propagazione del fuoco in altre parti dell’edificio.


L'appuntamento con Safety Village

Per approfondire i vantaggi del Sistema Ytong in tema di protezione del fuoco, Xella vi aspetta alla tappa del tour formativo "Safety Village" che si terrà a Salerno il prossimo 6 aprile, appuntamento dedicato ai professionisti della prevenzione e sicurezza antincendio.

>>> CLICCA QUI PER ISCRIVERTI


 Pareti resistenti al fuoco REI realizzate in blocchi di calcestruzzo aerato autoclavato Ytong
Pareti resistenti al fuoco REI realizzate in blocchi di calcestruzzo aerato autoclavato

 

Il calcestruzzo aerato autoclavato: un alleato efficace nella protezione in caso di incendio

In caso d’incendio infatti, il calcestruzzo aerato autoclavato non brucia, non gocciola, non produce fumi e non sprigiona gas tossici. Queste prestazioni offrono numerosi benefici: evitano la propagazione del fuoco, semplificano la ricerca di vie di fuga e l’attuazione degli interventi di soccorso.

Numerosi test dimostrano che anche nel caso di incendi attivi da molte ore (ben oltre sei ore), grazie all'elevata capacità isolante del materiale, la penetrazione del calore è così bassa che la temperatura sul lato non esposto alle fiamme supera di poco i 60°C, salvaguardando quindi l’incolumità di persone e cose, mentre eventuali materiali esplosivi vengono protetti dall’esposizione a temperature troppo elevate e dunque pericolose. 

 

Protezione passiva al fuoco: ambiente protetto da parete in blocchi Ytong sp 150 mmPenetrazione del calore in caso di incendio in un ambiente protetto da parete in blocchi Ytong sp 150 mm (dopo circa sei ore)

 

Anche in presenza di temperature elevate, negli elementi costruttivi Ytong non si formano crepe, preservando l’integrità e l’ermeticità di tetti e pareti contro la diffusione di fumo e gas. Non è un caso che la maggior parte dei laboratori per l’esecuzione di prove di resistenza al fuoco siano realizzati con pareti in CAA

 

Stratigrafia blocchi Ytong per protezione al fuoco degli edifici

 

Le elevatissime prestazioni di resistenza al fuoco di Ytong ne fanno il materiale da costruzione privilegiato per la realizzazione di pareti divisorie di garage e spazi tecnici e in ambito industriale è molto utilizzato per realizzare pareti tagliafuoco, anche di grandi dimensioni. Grazie a un sistema di irrigidimenti verticali e orizzontali realizzato con blocchi forati e blocchi a U di spessore minimo 20 cm, possono essere realizzate grandi specchiature con resistenza al fuoco certificata EI 240. La leggerezza delle pareti porta a minori carichi sismici, minore armatura e minori costi. Inoltre è possibile realizzare le pareti direttamente sul pavimento industriale senza fondazioni o irrigidimenti, a differenza di pareti in blocchi di calcestruzzo normale o alleggerito.

 

 Ytong, il sistema costruttivo incombustibile ideale in ambito industriale

 

Il fascicolo tecnico antincendio Xella: supporto alla progettazione

Il fascicolo tecnico antincendio Xella redatto ai sensi del DM 16.2.2007, è basato su numerosi Rapporti di prova e Rapporti di applicazione estesa ed è certificato dal laboratorio CSI. Tale fascicolo illustra tutte le possibili estensioni dei risultati ottenuti per via sperimentale su murature in blocchi YTONG di altezza fino a 8 m, senza intonaci/rasature, e prestazioni EI 240 dallo spessore 15 cm. Ricorrendo al metodo tabellare e al calcolo analitico è possibile certificare pareti tagliafuoco di altezza superiore con grado EI/REI fino a 240 minuti, sia portanti che non portanti.

 


Consulta le certificazioni tecniche sulla resistenza al fuoco dei sistemi:

Ytong e Multipor

 


xella_nuovo_logo_22.jpg

Chi è Xella Group 

Xella Group, presente in oltre 30 Paesi con 7.000 dipendenti e quasi 100 stabilimenti produttivi, è uno dei principali fornitori di soluzioni a livello internazionale per l'industria dei materiali edili e isolanti. 

In Italia Xella è presente con i Marchi Ytong, Multipor e Siporex. La società Xella Italia Srl, operativa dal 2005, ha sede commerciale e amministrativa a Grassobbio (BG) e siti produttivi ad Atella (Potenza) e a Pontenure (Piacenza), dove sono presenti due stabilimenti, uno per blocchi in calcestruzzo aerato autoclavato e uno dedicato alla produzione di malte, intonaci e rasanti.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su