Cessione dei crediti Superbonus e altri bonus: nuove indicazioni di Bankitalia per la prevenzione di truffe

UIF (Banca d'Italia) fornisce nuove indicazioni aggiornate sui rischi connessi alle cessioni di crediti fiscali, che i destinatari degli obblighi antiriciclaggio dovranno tenere in considerazione.


In un nuovo documento, l'UIF (Unità di informazione finanziaria di Bankitalia) ha aggiornato la comunicazione di anomalia riciclaggio sui rischi connessi alle cessioni di crediti fiscali, anche relative ai bonus edilizi, indicando una dettagliata e esplicativa casistica di situazioni in cui gli intermediari finanziariari e i professionisti dovrebbero bloccare le cessioni dei crediti.

Il documento è quindi indirizzato a chi deve vigilare sulle cessioni del credito, ma certamente può interessare (a livello informativo)tutti i fruitori del Superbonus e i professionisti tecnici alle prese con dei lavori, passibili di agevolazione, e per i quali sia stata scelta un'opzione di cessione del credito.

Cessione dei crediti Superbonus e altri bonus: nuove indicazioni di Bankitalia per la prevenzione di truffe

I rischi soggettivi

Dal punto di vista soggettivo - segnala l'UIF - rileva l’incoerenza tra il profilo del titolare dei crediti d’imposta (in particolare se si tratta di impresa incaricata delle forniture o dei lavori connessi al beneficio fiscale) e l’entità e la tipologia dei crediti stessi.

Meritano senz’altro attenzione gli elementi conoscitivi acquisiti sul cliente, specie se nuovo, e la presenza di soggetti privi di strutture organizzative funzionali allo svolgimento di un’attività economica effettiva, con caratteristiche non adeguate rispetto ai lavori o alle forniture che sarebbero stati incaricati di eseguire, ovvero di soggetti neocostituiti o che sono da poco attivi nei settori che prevedono l’attribuzione di benefici fiscali (ad es. per effetto di variazione o ampliamento dell’oggetto sociale), anche dopo periodi di inattività.

Sono quindi da considerare i casi di imprese che hanno attivato la propria partita IVA dopo l’esecuzione dei lavori o delle forniture o di imprese con la stessa sede legale, oggetti sociali ricorrenti o rispetto alle quali gli adempimenti connessi alla iscrizione nel registro delle imprese sono stati curati dal medesimo soggetto (anche professionista).

 

I rischi oggettivi

Possono emergere ipotesi di assenza o incoerenza del corredo informativo che legittimerebbe l’ammissione al beneficio fiscale (ad es. fatture o altra documentazione giustificativa non riconciliabile con i relativi pagamenti) ovvero l’assenza di movimentazione finanziaria correlabile all’esecuzione di lavori o forniture.

In caso di cessioni di crediti che - in particolare prima delle recenti modifiche normative - sono state realizzate in sequenza, si richiama l’attenzione sul contenuto del contratto in base al quale è stato ottenuto il credito oggetto di cessione, laddove generico sui termini, sul corrispettivo e sulle modalità di pagamento del medesimo.

 

Segnalazioni

Ai fini delle segnalazioni di operazioni sospette, con riguardo ai casi in cui il soggetto obbligato non è parte contrattuale nelle cessioni di crediti fiscali ma queste vengano all’attenzione in occasione della valutazione dell’operatività dei clienti, vanno considerate con attenzione le cessioni realizzate tra soggetti non tenuti all’adempimento degli obblighi antiriciclaggio.

Può trattarsi di primari operatori economici attivi in settori affini a quelli degli interventi oggetto di agevolazione ovvero di società costituite per rendersi cessionarie dei medesimi crediti.

Il ricorso a tali operatori, non tenuti all’adozione di specifici presidi di prevenzione, comporta il rischio di concentrazione presso i medesimi di cessioni aventi a oggetto crediti di natura fittizia, nonché la possibilità che proventi illeciti siano impiegati nel mercato delle cessioni dei crediti di imposta con finalità di riciclaggio.


IL DOCUMENTO E' SCARICABILE IN ALLEGATO PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su