Luigi Griggio: col Forum 4.0 per una ingegneria basata sull’automazione e integrazione dei processi

In preparazione del prossimo FORUM Ingegneria 4.0 abbiamo intervistato uno degli ideatori: l’ing. Luigi Griggio, da sempre animato da una grande passione per l’ingegneria civile e la sua evoluzione.


Griggio: Bisogna sfruttare la tecnologia per migliorare il nostro modo di lavorare e progettare

Caro Luigi,
nasce da voi l’idea della seconda edizione del FORUM Ingegneria 4.0.Questo vostro impegno in un evento così importante mi porta a cogliere l’occasione di poter parlare con te di evoluzione di ingegneria e digitalizzazione. E visto che parliamo di digitalizzazione a tuo parere da quali modelli dovrebbe prendere come esempio l’ingegneria civile?

Luigi Griggio:

Come ideatori del FORUM Ing. 4.0, personalmente, direi che “siamo ancora giovani” e siamo ancora un piccolo gruppo, per dettare regole o linee guida su modelli operativi concreti da applicare al mondo delle costruzioni di Ingegneria Civile.  Fortunatamente stiamo lavorando con professionisti di grande esperienza, di qualità eccelsa, amministratori di grandi ed importanti società. Credo che il lavoro che stiamo facendo, in collaborazione con gli attuali partner e con ulteriori partner che si aggiungeranno nei prossimi anni, porterà ad individuare le azioni da intraprendere per una più avanzata organizzazione del lavoro che comprende, logicamente, la fase iniziale di progetto (dalla IDEA allo SVILUPPO)  che la più “DIGITALIZZABILE”.

Io immagino una Ingegneria Civile basata sull’AUTOMAZIONE e INTEGRAZIONE dei processi dell’AEC, un collegamento intelligente tra i diversi settori di progettazione e fornitura di servizi, un’ INGEGNERIA COLLABORATIVA, COLLETTIVA, con ruoli di RESPONSABILITÀ che possono cambiare rapidamente.

 

Ci sono altre «ingegnerie» che sono più avanti?

Luigi Griggio:

Pensando al tema dell’INDUSTRIA 4.0, alla “FABBRICA DIGITALE” per esempio, ritengo che tutta l’ingegneria inerente al comparto del manifatturiero, della meccanica, aerospaziale, ecc… siano sicuramente più avanti di noi, anzi ne sono certo.

 

Luigi Griggio: col Forum 4.0 per una Ingegneria basata sull’automazione e integrazione dei processi

 

Questa evoluzione che si basa su algoritmi, intelligenza artificiale, modellazione 3D … a tuo parere riporta un’attenzione anche ai meccanismi su cui si basa l’ingegneria civile, a cominciare dalla Scienza delle Costruzioni?

Luigi Griggio:

Beh! Direi che tutto quello che esiste e che vediamo è realizzato e costruito secondo i principi fondamentali della Scienza delle Costruzioni che deriva dalla Meccanica Razionale, che è Fisica!

Le leggi fisiche, per esempio della Meccanica del Continuo strutturale, o  per esempio,  delle strutture che interagiscono con i fluidi,  sono leggi molto complesse ed è impossibile individuare soluzioni analitiche di semplice utilizzo in forma chiusa (es. equazioni) e quindi necessitano di metodi matematici numerici applicabili solamente in virtù del fatto che esistono elaboratori, anche portatili, di grandi prestazioni e piccoli costi.

Poiché la ricerca e la tecnologia avanzano sempre ritengo che potrà esserci anche una importante evoluzione nei metodi di analisi delle strutture in genere, mirando a concetti di ottimizzazioni strutturali (MAGGIOR RISPARMIO DI MATERIALE, CONFRONTO CON MATERIALI INNOVATIVI, MAGGIORE SOSTENIBILITA’, MINORE PRODUZIONE CO2, ecc..) coinvolgendo anche analisi multifisiche.

 

Alla luce della vostra esperienza come dealer di un importate gruppo internazionale, quanto la nostra ingegneria può contribuire per lo sviluppo di software di «alta gamma»?

Luigi Griggio:

Possiamo essere utili nei settori scientifici per i quali, ai partner, manca esperienza e conoscenza. Per esempio, e qui lo voglio rimarcare, credo che l’esperienza e le conoscenze del mondo scientifico Italiano (e anche dei professionisti che lavorano sul campo) nel settore delle MURATURE, ed in particolare delle MURATURE STORICHE, sia al TOP mondiale.

 

CSP FEA è da sempre legata a soggetti che si occupano di ricerca in ambito sismico: il primo che mi viene in mente è Eucentre. Quanto è importante che si consolidi il rapporto tra ricerca e professione?

Luigi Griggio:

Per CSPFea + FEA Engineering da sempre, occupandosi di SOLUZIONI INNOVATIVE nel settore dell’Ingegneria, la ricerca è fondamentale. Noi facciamo ricerca in collaborazione con Eucentre e molte altre Università. In particolare, tra gli ultimi temi di ricerca, possiamo annoverare il tema dell’INFRABIM (BIM PER I PONTI), dell’INTELLIGENZA ARTIFICALE, dello studio dei MONUMENTI ed OPERE D’ARTE.

 

Durante il FORUM parteciperanno alcune delle principali società di ingegneria italiane. Cosa ti aspetti che possa emergere ad interesse della platea dei partecipanti e della vostra attività nel settore? Infine, l’evoluzione 4.0 dell’ingegneria in ambito civile spingerà verso una nuova organizzazione degli studi professionali?

Luigi Griggio:

Mi immagino una INGEGNERIA COLLABORATIVA, COLLETTIVA, con ruoli di RESPONSABILITÀ che possono cambiare rapidamente, basata sul DIGITALE, sull’AUTOMAZIONE e INTEGRAZIONE dei processi dell’AEC, un collegamento intelligente tra i diversi settori di progettazione e fornitura di servizi. Un’ingegneria improntata su strumenti di progettazione che, oltre che digitali, diventano sempre più INTERCOMUNICANTI.

Avere la visione di sfruttare il potenziale delle nuove tecnologie per migliorare il modo in cui lavoriamo e progettiamo, automatizzando alcuni dei processi standard e ripetitivi possiamo liberare l'ingegnosità e l'intelligenza dei tecnici operatori. Ciò consente di esplorare le tecnologie emergenti e sviluppare nuove idee, nuovi progetti più ottimizzati. Necessita una Revisione e adattamento delle nostre competenze per una Engineering 4.0.

 

Avranno ancora senso i cosiddetti «liberi professionisti»?

Luigi Griggio:

Penso di si perché il sistema delle associazioni di professionisti, in grande o in piccolo, dipende dal sistema sociale ed economico del paese.


Iscriviti a Forum Ingegneria 4.0


 

 

Forum Ingegneria 4.0: come l’innovazione cambierà il mondo delle Costruzioni

 


Scheda dell’evento

  • Data: venerdì 20 maggio 2022
  • Orario: 10.00 – 17.00 
  • Organizzatore: CSPFea
  • Categoria: In presenza, online live streaming
  • Argomenti: digitalizzazione infrastrutture, economia circolare costruzioni, innovazione processi aziendali
  • Attestato di partecipazione registrato su Blockchain rilasciato a seguito dall’organizzatore
  • Replay delle presentazioni nella sezione Academy On Demand di CSPFea
  • Gratuito

 

Guarda il video di presentazione 

 

Chi sono i Top Talkers?

  • Gabriele Scicolone, Amministratore Delegato Artelia Italia Spa;
  • Francesco De Bettin, Fondatore e Presidente DBA Group;
  • Giuseppe Musinu, Direttore Tecnico e Commerciale ENSER;
  • Francesco Gori, CEO ESA Engineering;
  • Federico Foria, Manager Area GGI e Area R&S ETS Ingegneria;
  • Giuseppe Pizzi, Chief Data Officer BIM F&M Ingegneria;
  • Fabrizio Mazzacurati, Direttore Ingegneria Heratech;
  • Alberto Caccia, Director CAP DC Italia e Co-director L22 CIVIL ENGINEERING; 
  • Fabio Croccolo, Presidente della Terza Sezione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici MIMS;
  • Silvia Furlan, CEO Net Engineering;
  • Camilla Levorato, Responsabile Project Management Oneworks;
  • Fabio De Martino, Group Chief Innovation Officer Pini Group;
  • Francesca Federzoni, CEO Politecnica;
  • Francesca Sartor, Senior Project Manager SAVE Engineering;
  • Paolo Mazzalai, Presidente SYSTRA SWS.

 


Iscriviti a Forum Ingegneria 4.0


 

Chi è l’Organizzatore? 

CSPFea è nata come società commerciale di software di calcolo strutturale per il settore AEC di alto livello. La mission aziendale è quella di assistere società di ingegneria, affiancando professionisti ed aziende impegnate nel vasto settore dell’ingegneria civile, dell’architettura e delle costruzioni (AEC), aiutandoli a migliorare processi e metodi, capacità di analisi e di progettazione mediante la simulazione. CSPFea vuole, inoltre, coinvolgere clienti, stakeholder e partner per creare una rete network e parlare di innovazione grazie a Forum Ingegneria 4.0, tramite un approccio di AEC System Integrator, che prevede l’affiancamento in ambito di digitalizzazione delle infrastrutture, sostenibilità delle costruzioni e innovazione nei processi aziendali in società d’ingegneria.