Caso studio: Sismabonus edificio storico

Attraverso un caso studio di un immobile sito a Bologna, vi mostreremo come poter utilizzare il Sismabonus per i lavori di consolidamento e restauro di un edificio storico: un villino con decori in facciata e torre angolare sottoposto a ristrutturazione con detrazioni fiscali.


L'analisi dello stato di fatto è la base per ottenere risultati di rilievo

Gli interventi di risanamento e consolidamento di edifici storici o sottoposti a vincoli rappresentano un’opportunità, non senza molteplici criticità da superare. Per ottenere risultati soddisfacenti è fondamentale conoscere bene lo stato di fatto dell’edificio e capire il contesto in cui ci si trova. 

In questo articolo proponiamo un caso studio di un villino su due piani fuori terra caratterizzato dalla presenza di una torretta angolare e di numerosi decori in facciata. Si tratta di un edificio storico a Bologna, in un quartiere che ha conosciuto una forte espansione nel XIX secolo. Per l’intervento è stato utilizzato il software per il Sismabonus TRAVILOG.

 

Sismabonus: l’analisi dello stato di fatto ed elementi dell’immobile

L’analisi di fatto è la prima fase del progetto. Il sopralluogo e la raccolta di dati sono la base di partenza per poter poi procedere a un’accurata analisi di fattibilità. Quest’ultima è un elemento essenziale per individuare e accedere alle detrazioni fiscali.

L’immobile si presenta come un piccolo edificio fortificato con un tetto a larghe falde ed una torre angolare merlata. Nello specifico osserviamo dei parametri murati con mattoni a vista e delle aperture che presentano forme e dimensioni differenti tra piano ammezzato, primo piano e torre. In quest’ultima, ad esempio hanno tipica forma a bifore e trifore. 

La torre ha un basamento con una lavorazione che imita la pietra selenite. Inoltre, troviamo numerose decorazioni di evidente richiamo medievale. Citiamo ad esempio la fascia con stemmi e cartigli sotto la linea di gronda e le decorazioni sulle quattro pareti ricche di blasoni, ghirlande e motti in greco e latino.

 

Caso studio: Sismabonus edificio storico

 

Le scelte progettuali e il Sismabonus

Dopo aver eseguito l’analisi dello stato di fatto e aver svolto un’indagine delle strutture esistenti si è optato per un intervento strutturale, necessario per consolidare l’edificio.

A guidare la scelta progettuale sono stati i vantaggi fiscali applicabili. Tali vantaggi sono identificati nel Sismabonus che viene utilizzato per il consolidamento dell’edificio storico e il Bonus Facciate fondamentale per il risanamento conservativo.

Le indagini sull’edificio hanno dato la possibilità di conoscere meglio elementi strutturali e materiali esistenti, un risultato fondamentale per capire come mettere in sicurezza l’edificio. Inoltre, da questi risultati è stato possibile impostare l’analisi della struttura esistente e di conseguenza la valutazione della vulnerabilità sismica.

Le criticità emerse sono sui solai esistenti, caratterizzati da un getto pieno in calcestruzzo armato scarsamente armato. A questo si aggiunge l’incapacità delle murature interne, costituite da mattoni pieni ad una testa.

Veniamo ora all’analisi strutturale dell’edificio storico e alle soluzioni di intervento scelte.

 


SCOPRI LE SOLUZIONI DI RISTRUTTURAZIONE SCELTE


Logo Logical

Chi è Logical Soft

Logical Soft sviluppa software specialistici dedicati ai professionisti del settore edile per progettare, verificare e certificare edifici civili e industriali. Formazione, assistenza tecnica di alto profilo e rapido aggiornamento del software alle novità normative e tecnologiche sono i servizi che distinguono il software Logical Soft.

Nell’ultimo anno Logical Soft ha preso parte al ciclo di eventi gratuiti OBIETTIVO SUPERBONUS 110% organizzato da ISNOVA in collaborazione con ENEA, eventi a cui hanno partecipato decine di migliaia di professionisti dell’edilizia. Inoltre, organizza ogni anno 300 corsi on line gratuiti sui temi dell’Ecobonus, Sismabonus, compensi professionali e sicurezza in cantiere.

Logical Soft è stata selezionata da Regione Lombardia per lo sviluppo del motore di calcolo del software CENED+2.0; inoltre è stata scelta da ENEA per lo sviluppo delle app Safe School 4.0 e Condomini+ 4.0, le applicazioni che misurano i consumi energetici e la vulnerabilità sismica degli edifici scolastici e dei condomini.