Tasse e agevolazioni per l'acquisto della casa: la guida aggiornata dell'Agenzia delle Entrate

Il Fisco fornisce un quadro riassuntivo delle principali regole da seguire quando si compra una casa, in modo da poter “sfruttare” tutti i benefici previsti dalla legge.


L'Agenzia delle Entrate ha aggiornato - al mese di maggio 2022 - la "Guida per l'acquisto della casa: le imposte e le agevolazioni fiscali", una sorta di vademecum sulle principali regole da seguire quando si compra una casa.

Il documento rappresenta, di fatto, una mappa per orientarsi tra i vari benefici previsti dalla legge (imposte ridotte, limitazione del potere di accertamento di valore, eccetera).

Tasse e agevolazioni per l'acquisto della casa: la guida aggiornata dell'Agenzia delle Entrate

A chi è rivolta

La guida è rivolta agli acquirenti persone fisiche (che non agiscono nell’esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali) e si riferisce sia alle compravendite tra “privati” sia a quelle tra imprese e privati.

 

I punti salienti

Nella guida viene descritto il trattamento tributario riservato all’acquisto di un’abitazione in generale, poi quello applicabile in presenza dei benefici “prima casa”.

Particolare attenzione è dedicata al sistema del “prezzo-valore”, in base a cui:

  • la tassazione dell’atto avviene sul valore calcolato in base alla rendita catastale dell’immobile e non sul corrispettivo effettivamente pagato;
  • viene limitato il potere di accertamento di valore dell’Agenzia delle Entrate;
  • spetta per legge una riduzione degli onorari notarili.

Nella prima parte della guida, inoltre, sono fornite indicazioni utili da seguire prima di procedere all’acquisto.

 

Bonus prima casa e novità dell'ultim'ora

Un capitolo della pubblicazione è dedicato alle recenti agevolazioni fiscali introdotte dal decreto legge n. 73/2021 in favore dei giovani acquirenti (con età inferiore a 36 anni) che stipulano un atto di acquisto della “prima casa” tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2022.

Nello specifico vengono aggiornati i termini della sospensione relativa agli adempimenti previsti per non perdere i benefici “prima casa” disposta a causa del Covid-19, compresi i 18 mesi a disposizione per trasferire la residenza nel Comune in cui si trova l’abitazione o i 12 mesi entro cui il contribuente che ha acquistato l’immobile da destinare a propria abitazione principale con le agevolazioni fiscali deve procedere alla vendita della casa posseduta.

Il DL Milleproroghe (articolo 3, comma 5-septies DL 228/2021), da ultimo, ha ulteriormente prorogato la sospensione rinviando la ripresa degli adempimenti al 1° aprile 2022.