Superbonus: no alle proroghe, apertura per l'allargamento delle cessioni del credito. Tutte le scadenze

Ultimissime sul Superbonus edilizio: il Governo valuta di estendere la cessione del credito, ma dice no alla proroga. Riepiloghiamo tutte le scadenze per la maxi agevolazione.


Forse si valuterà l'estensione del perimetro per la cessione del credito, ma non ci saranno ulteriori proroghe in materia di Superbonus.

Superbonus: no alle proroghe, apertura per l'allargamento delle cessioni del credito. Tutte le scadenze  Indietro

Superbonus: cessione del credito allargata nel DL Aiuti?

Emergono questi particolari, dall'incontro tenutosi ieri tra la maggioranza e il Governo di cui 'oggi' scrivono tutti i principali quotidiani economico-giuridici: la novità potrebbe essere rappresentata da un allargamento delle opzioni per la cessione del credito da parte delle banche - che al momento possono solo indirizzarlo verso i propri correntisti professionali privati -, con l'approvazione di un emendamento alla conversione in legge del DL Aiuti (50/2022), per il quale sono state presentate proposte che mirano ad estendere la cessione ad altri professionisti e alle imprese.

 

No alle proroghe

Il Governo ha invece risposto picche alle richieste di ulteriori proroghe per le scadenze attuali del Superbonus, ad esempio di quella fissata proprio dal DL Aiuti al 30 settembre 2022 come completamento del 30% dei lavori per beneficiare del 110% sulle abitazioni unifamiliari entro il 31 dicemmbre 2022.

Essendo i fondi limitati, questo Esecutivo pare non intende posticipare gli attuali limiti. Vedremo gli sviluppi delle prossime settimane.

 

Superbonus: il riepilogo delle scadenze attuali

Per gli interventi effettuati su condomini ed edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità immobiliari possedute da persona o più persone fisiche compresi quelli effettuati su edifici oggetto di demolizione e ricostruzione di cui all’articolo 3, comma 1, lettera d), del DPR 380/2001, la detrazione fiscale sarà al:

  • 110% fino al 31 dicembre 2023 (fino al 31 dicembre 2025 solo per le aree terremotate);
  • 70% per il 2024;
  • 65% per il 2025. 

Per gli interventi effettuati dalle persone fisiche su edifici unifamiliari, come visto sopra, la scadenza per beneficiare del 110% è fissata al 31 dicembre 2022 purchè alla data del 30 settembre 2022 sia stato realizzato il 30% dei lavori (ultima proroga effettuata con il DL 50/2022). Nel computo possono essere compresi anche i lavori non agevolati.

Queste le scadenze 'particolari':

  • 31 dicembre 2023 per gli interventi effettuati da IACP e Cooperative a proprietà indivisa, ma alla data del 30 giugno 2023 deve essere stato realizzato almeno il 60% dell’intervento complessivo (in caso contrario, detrazione valida solo fino al 30 giugno 2023);
  • 31 dicembre 2023 per gli interventi effettuati da Onlus, Associazione di promozione sociale, Organizzazioni di volontariato;
  • 30 giugno 2022 per gli interventi effettuati da associazioni e società sportive dilettantistiche su spogliatoi e affini.

NB - Tutti gli interventi trainati seguono l'orizzonte temporale degli interventi trainanti. Per cui anche le persone fisiche che realizzano interventi trainati sulle loro abitazioni potranno arrivare a portare in detrazione le spese sostenute fino al 31 dicembre 2023 (scadenza per i condomini).

 

Fotovoltaico e colonnine elettriche

La scadenza delle detrazioni del superbonus 110 per l'installazione di un sistema solare fotovoltaico è stata allineata a quella degli altri lavori oggetto del Superbonus. 

Per quel che riguarda le colonnine elettriche di ricarica, il Superbonus è al 110% su un tetto di spesa di:

  • 1.500 euro per singola colonnina negli edifici plurifamiliari o nei condomini che installano al massimo 8 colonnine;
  • 1.200 euro se ci sono più di 8 colonnine.

 

Quote di ripartizione: 4 o 5 a seconda dell'anno di riferimento

Le quote di ripartizione annuali (per chi opta per la detrazione secca, non per la cessione del credito o per lo sconto in fattura) sono 5 per le spese sostenute nel 2020 e 2021, 4 per le spese sostenute nel 2022.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su