Geomatica: un report ragionato sulla conferenza ASITA 2022

La geomatica torna alla ribalta con la 25° Conferenza Nazionale ASITA, e come somma delle evoluzioni convergenti tra ricerca, tecnologie e professione. Una ricca community di pensatori ed operatori, che con le loro attività e la voglia di sperimentare sempre nuove applicazioni, ci permettono di realizzare il sogno della digitalizzazione globale per l’ambiente, la geografia intelligente e la gestione di mille attività di supporto alla progettazione e implementazione dell’ingegneria del costruito.


La GEOMATICA per la Transizione Verde e Digitale

La conferenza ASITA compie 25 anni e, come sempre, fa il punto sullo stato dell'arte della geomatica, ponendo l'attenzione sui temi caldi adeguati al momento.

Alla sessione di apertura sono intervenute le istituzioni ospitanti l'evento, a pieno regime nel tema di questa 25° Conferenza ASITA.

ASITA torna a Genova dopo 22 anni, in una location nel pieno centro della città da dove è facile raggiungere i caruggi della “vita vissuta” genovese. Ricca città di umanità diversa, di mare e intelligenza geografica. 

Forse pochi sanno che Genova e la Regione Liguria hanno sempre rappresentato un punto di riferimento per la GEOMATICA, grazie alla presenza del Mareografo più importante d’Italia, ma anche e soprattutto per il primato, in termini di tempo e qualità, dell’Informazione Geografica Digitale che ha aperto l’era della Geografia Intelligente o della più nota GI.

A Genova è poi nato molti anni fa, sotto la direzione dell’illustre Luciano Surace, luminare delle scienze geodetiche, già direttore geodetico dell’IGM, l’unico master in Geomatica Marina che esista in Italia, e che da poco ha passato il guado del nuovo ordinamento universitario.

Il tema di ASITA 2022 riprende in toto il contesto generale e ambientale in cui l’Italia si trova: climate change ed evoluzione della società dal punto di vista del modello digitale di riferimento.

GEOMATICA Per la Transizione Verde e Digitale è l’indicazione di ASITA 2022 per uscire da un modello globale che sta pagando il conto dei suoi parametri fuori scala.

Il popolo di ASITA è ricco e variegato non solo di idee, ma soprattutto di strumenti e soluzioni per comprendere e gestire le informazioni geospaziali. Alcuni numeri: 33 sessioni, di cui 3 plenarie e 22 parallele, 3 workshop e un’intera mattinata dedicata alle tecnologie in campo dove un nutrito gruppo di operatori ha potuto toccare con mano le tecnologie geomatiche trend topics del momento.

Le oltre 120 relazioni e le 34 comunicazioni della sessione poster, oltre a decine di altre comunicazioni istituzionali e non, hanno riempito in maniera intelligente e istruttiva le 4 giornate di conferenza sulla GEOMATICA a 360°. Un momento unico in cui la comunità tutta della geomatica italiana ha modo di incontrarsi, confrontarsi e condividere esperienze, know how e saperi del mondo scientifico ed accademico con gli “operativi della geomatica”. Professionisti ed aziende che vivono tutti i giorni tra tecnologie e applicazioni al servizio dell’ambiente, del territorio e del costruito, e quindi della gestione della nostra società geospaziale, materiale e immateriale.

 

Le aziende, le tecnologie, i momenti di incontro

Sono oltre una cinquantina le istituzioni, gli sponsor e i media partner che hanno sostenuto questa prima conferenza post-pandemica in presenza. Tra queste, le aziende che, sia nell’area espositiva sia come sponsor di sessione, hanno portato con sé le innovazioni tecnologiche e le soluzioni grazie alle quali la geomatica operativa ha modo di esistere e rimanere un comparto tangibile della nostra società dell’informazione geospaziale.

Conferenza di apertura con gli organi cartografici nazionali e diversi rappresentanti delle professioni tecniche del ramo geospaziale, assemblee delle associazioni di riferimento come SIFET, AM&FM, AIT e AIC, ed altri momenti sulle applicazioni e segmenti applicativi come la conferenza sull’Open Source targata da Gfoss

Ad ASITA si è fatto il punto sull’avanzamento del Telerilevamento, il cui tema trasversale quest’anno comprendeva l’uso dei dati Copernicus e quelli del satellite tutto italiano PRISMA. Si è parlato inevitabilmente anche di EO4GEO con il contributo del gruppo GISIG nato alcuni anni prima della conferenza.

 

asita-2022-1.jpg

 

Al centro della scena anche i Beni Culturali e le tecniche della loro fruizione e documentazione.

L’informazione geografica intelligente nel riferimento internazionale, con gli attori di primo piano come Tom Tom, Studio SIT SA, EGON, GEOJUXION ed altri, non poteva che far parte dei momenti di incontro attesi nel contesto ASITA.

asita-2022

Due Giorni di Geomatica è invece il contributo di AUTeC. Il mondo dell’insegnamento universitario in Topografia e Cartografia o anche ICAR/06 per gli addetti ai lavori. Tra i momenti di forte interesse per la democratizzazione della geomatica, grazie all’incessante lavoro della presidente di ASITA Monica Sebillo, la conferenza di presentazione del Capitolo Italiano di “Women in GI”, di cui abbiamo già parlato sulle pagine di InGENIO.

Insomma, un’ASITA in presenza più efficiente, per merito di molti. Una menzione speciale alla segreteria che ha svolto un lavoro encomiabile, sotto la direzione dell’infaticabile Luigi Lupo, che di ASITA conosce ogni dettaglio dalla fondazione nel 1997 ad oggi. Anno che può essere  definito come Anno Astrale della Geomatica, perché vedono la luce 2 riviste del settore e un’altra conferenza annuale di utenti del GIS.

asita-2022


Un sentito AUGURIO quindi alla Conferenza Italiana della Geomatica, che ha compiuto il suo quarto di secolo, con meritato successo.

PER APPROFONDIRE 

Geomatica: le novità tecnologiche ad ASITA 2022

La componente espositiva della Conferenza Italiana sulla GEOMATICA è una parte della storia che non si può mai ignorare, non fosse altro perchè le tecnologie fanno parte di un vissuto non solo tecnico, ma fatto di persone e in genere di startup che vengono direttamente dal mondo pensante sulle tecnologie di punta targate ITALIA. All'interno una breve rassegna sulle soluzioni e sui prodotti visti ad ASITA 2022.

Applicazioni "geomatiche": le prove InCAMPO ad ASITA 2022

La Conferenza Nazionale ASITA é anche il momento di incontro tra domanda e offerta delle tecnologie geomatiche emergenti, e grazie alla SIFET, aziende e utenti hanno potuto testare sul campo le soluzioni di ultima generazione come Laser Scanner di ogni tipo, Stazioni Totali, sistemi GNSS, Droni Idrografici ed altro ancora. All'interno una panoramica sulle attività e sulle tecnologie.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su