ANIE Rinnovabili, Alberto Pinori riconfermato alla presidenza

04/07/2022 1897

«Transizione energetica, Italia miniera di sole e vento»

 Milano, 4 luglio 2022 – ANIE Rinnovabili, riconfermato presidente per il biennio 2022-2024 Alberto Pinori.

Nato a Genova nel 1969 e bresciano d’adozione, Pinori dal giugno 2009 è Direttore generale in Fronius Italia a Bussolengo nel Veronese, dove l’azienda multinazionale austriaca leader nella produzione di Inverter, saldatrici e caricabatterie ha la sua sede italiana. Dal 2014 al 2016 è Vice Presidente e dal 2016 Presidente di ANIE Rinnovabili. Dal 2012 al 2014 è consigliere del GIFI (Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane) all’interno di ANIE Energia.

ANIE Rinnovabili, Alberto Pinori riconfermato alla presidenza

Dopo un primo mandato dedicato all’elaborazione di una strategia per l'indipendenza energetica del Paese, compatibile con l'ambiente e basata sulle fonti rinnovabili elettriche e sull'efficienza delle risorse rinnovabili disponibili, per ridurre sia le emissioni di CO2 sia gli approvvigionamenti energetici dall'estero, Pinori guiderà il settore delle Rinnovabili in ANIE in un contesto che rende quel progetto una priorità per il sistema Paese. 

«Se guardiamo gli effetti degli eventi degli ultimi mesi – commenta Alberto Pinori –, l’incremento dei prezzi del gas che importiamo e le difficoltà di approvvigionamento di gas alternativo a quello russo, il nostro progetto è tuttora valido. Anzi, è quanto mai centrato sulle esigenze dell’Italia, che è a tutti gli effetti una miniera di sole e vento. Ora che la transizione energetica è entrata in una fase cruciale, perché nei prossimi anni il mix energetico passerà dal 38% al 70% da fonti rinnovabili, fondamentali saranno le tecnologie di accumulo, eolico e fotovoltaico. Per questo motivo sono stati nominati tre Vice Presidenti a cui sono state assegnate le deleghe su ciascuna tecnologia».

Franco  Citron (Manni Energy) Vice Presidente con delega al fotovoltaico: «La fiducia dimostratami è un ulteriore spinta per proseguire nella valorizzazione delle fonti rinnovabili, in particolare il fotovoltaico, che la nostra associazione persegue dalla nascita. Sarà importante delineare una strategia di sviluppo degli impianti fotovoltaici nella loro segmentazione (residenziale, commerciale, industriale ed utility scale) e promuovere le nuove configurazioni delle comunità energetiche e dell’agro fotovoltaico».

Filippo  Solci (EWT Italia) Vice Presidente con delega all'eolico: «Mai come ora le energie rinnovabili sono indispensabili allo sviluppo sostenibile delle comunità e del paese. E in quest’ottica la tecnologia eolica onshore ed offshore, potrà assumere un ruolo importante nel mix energetico e nell’offerta dei servizi di dispacciamento».

Vincenzo Ferreri (Sonnen) Vice Presidente con delega ai sistemi di accumulo: «Ringrazio il Presidente insieme a tutti gli associati, per la delega che mi è stata proposta. I sistemi di accumulo sono una tecnologia che si sta sempre più affermando nel mercato, ma sarà sempre più fondamentale per gestire l’intermittenza delle fonti rinnovabili e garantire anche quei servizi di rete necessari al funzionamento del sistema elettrico nazionale».

Completano la squadra di ANIE Rinnovabili: Emilio Cremona (Infralab) e Massimo Lo Rizzo (Tozzi Green) Rappresentanti in Consiglio Generale di Federazione ANIE ed i componenti del Comitato Direttivo Andrea Cristini (Greenergy), Andrea Massimo Bartolini (Neoen Renewables Italia), Fabio Zanellini (Energy Team), Flavio Andreoli Bonazzi (Hydrowatt), Gianni Commessatti (Solar Energy Group / EON C.DNE), Ivan Niosi (Solar Konzept Italia), Ivano Benedet (Sonepar Italia), Marco Garbero (Axpo Energy Solutions Italia), Marco Rastelli (Siemens), Massimo Meda (Falck Renewables), Stefano Domenicali (Ingeteam) e Vito Zongoli (Senec Italia).

Federazione ANIE, con oltre 1.400 aziende associate e circa 500.000 occupati, rappresenta il settore più strategico e avanzato tra i comparti industriali italiani, con un fatturato aggregato di 76 miliardi di euro (di cui 22 miliardi di esportazioni) nel 2021. Le aziende aderenti ad ANIE Federazione investono in Ricerca e Sviluppo il 5% del fatturato, rappresentando più del 30% dell’intero investimento in R&S effettuato dal settore privato in Italia.

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su