Giornata della Geomeccanica Harpaceas: analisi avanzate, studio dei cedimenti e confronti

Giovedì 30 giugno si è svolta, online, la seconda edizione della Giornata della Geomeccanica, l’appuntamento dedicato a tutti i professionisti della geotecnica organizzato da Harpaceas.

I relatori, rinomati esperti di settore, rappresentanti sia di società private sia del mondo accademico e della Ricerca, hanno presentato contributi particolarmente significativi e apprezzati dai partecipanti.

Di seguito il racconto della giornata.


Gli obiettivi del Convegno

Molteplici gli obiettivi del Convegno: proporre ai partecipanti una serie di interventi che consentissero di dare un ampio panorama delle applicazioni in ambito professionale e accademico gestite con i software della Itasca Consulting Group Inc. di Minneapolis, mostrare come in ambito geomeccanico è opportuno saper realizzare approcci risolutivi di vario tipo (dal continuo al discontinuo e oltre), approfondire aspetti sempre più importanti per gli operatori quali lo studio dei cedimenti, gli schemi risolutivi diversificati, l’interoperabilità terreno-struttura, gli effetti dinamici, l’utilizzo di modellazioni virtuali BIM.

Le analisi numeriche oggetto dei vari interventi sono state svolte con l’utilizzo dei software FLAC, 3DEC e PFC.

L’incontro è stato l’occasione per fornire, dal lato professionale, un aggiornamento di alcune tematiche viste in altri incontri o emerse nel corso delle attività quotidiane, dal lato accademico, una possibilità unica per capire quanto possono essere varie le applicazioni nei contesti professionali e per identificare nuovi ambiti di ricerca.

 

Giornata della Geomeccanica Harpaceas: analisi avanzate, studio dei cedimenti e confronti

 

Il report dell'evento organizzato da Harpaceas

I lavori si sono aperti con la presentazione sulla suite Harpaceas per le analisi geomeccaniche a cura dell’Ing. Adalgisa Zirpoli, Technical Manager Structural and Geotechnical Engineering Department di Harpaceas che ha fornito una panoramica generale sulle soluzioni utilizzate nei progetti presentati dai vari relatori.

A seguire, il Prof. Ing. Francesco Calvetti, Professore Ordinario del Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito del Politecnico di Milano ha presentato alcune analisi avanzate di stabilità di ammassi rocciosi con 3DEC.

L’Ing. Riccardo Sguazzino, Progettista Senior di Itec Engineering srl, ha raccontato l’esperienza del collegamento tra il raccordo autostradale e il Comune di Ceparana, ossia il Nuovo ponte sul fiume Magra.

Il calcolo dei cedimenti di edifici alti su fondazioni dirette o su pali riduttori con Flac3D è stato invece il contributo proposto dall’Ing. Giovanni Canetta, Direttore Tecnico e Socio Fondatore - CEAS s.r.l.  con la collaborazione dell’Ing. Irene Sarao Mannelli, Stagista presso CEAS s.r.l..

L’Ing. Francesco Raggi di ELC Electroconsult ha portato degli esempi di analisi di interazione con FLAC3D mentre l’Ing. Giuseppe Grosso, Progettista Senior di COCIV, ha presentato il progetto di un cunicolo pedonale in area urbana con micro-tunneling, con il supporto dell’Ing. Samuele Perni, Technical Presales Divisione Calcolo Strutturale e Geotecnico di Harpaceas.

Infine, è stato illustrato l’intervento del piano di scavo in sotterraneo con metodo numerico FLAC3D della cava di marmo Zarivav ad AMBAJI - GUJARAT (INDIA), a cura dell’Ing. Vidan Ilic, Ingegnere Geotecnico senior e del Geol. Ph. D.  Piero Bettini, Exploration Geologist Expert.

L’evento si è concluso con due esempi di confronto: il primo tra modellazione 2D e 3D di opere infrastrutturali in ambito urbano a cura di Bonifica SpA (Ing. Niccolo Boccardini, Progettista Senior, e Geol. Roberto Perazza, Geologo Senior) e il secondo tra codici di calcolo, con particolare riferimento alla definizione delle condizioni al contorno per analisi di risposta sismica locale, a cura della Dott. Ing. Anna Chiaradonna, Ricercatrice in Ingegneria Geotecnica presso l’Università degli Studi dell'Aquila.

Il taglio profondamente tecnico e specialistico dei contenuti presentati è stato particolarmente apprezzato dalla platea di partecipanti. Questo ha sicuramente contribuito alla soddisfazione degli organizzatori, che stanno già iniziando a preparare la terza edizione del convegno.


Logo Harpaceas

Chi è Harpaceas

Harpaceas è stata fondata a Milano nel 1990 da un gruppo di ingegneri che precedentemente avevano maturato una significativa esperienza presso lo studio Finzi & Associati e la CEAS.

Oggi presentiamo al mercato un portfolio che comprende software BIM tra i più diffusi a livello mondiale per tutta la filiera delle costruzioni e delle infrastrutture, oltre che software per il calcolo strutturale e geotecnico.

La nostra proposta si completa con i servizi per l’implementazione del BIM e di formazione specialistica per tutti coloro che operano nel settore delle costruzioni. Con più di 7000 clienti in tutta Italia, ci poniamo come partner tecnologico per tutto l’arco del processo ideativo e costruttivo: dalla progettazione, alla costruzione e alla gestione.

Nel nostro parco clienti sono presenti le più importanti realtà appartenenti alla filiera delle costruzioni. Harpaceas continua a tendere verso l’innovazione digitale, forte della sua storia e delle competenze maturate e consolidate nel corso di più di 30 anni di attività.